• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, padre Imbula: "Il sistema dei nerazzurri fa vomitare"

Calciomercato Inter, padre Imbula: "Il sistema dei nerazzurri fa vomitare"

Willy Ndangi rivela alcuni retroscena sulla trattativa per il passaggio del francese al Porto


Kondogbia e Imbula © Getty Images

05/07/2015 17:17

CALCIOMERCATO INTER IMBULA PORTO / MILANO - La telenovela Imbula si è conclusa da pochi giorni con la firma del centrocampista francese con il Porto. Come tempestivamente riportato dalla redazione di Calciomercato.it, dopo essere stato vicino al passaggio all'Inter c'è stato il decisivo sorpasso del Porto per Imbula che poi ha firmato proprio per i lusitani. Nonostante l'ufficialità del trasferimento del giocatore del Marsiglia ai Dragoes, non si sono ancora placate le polemiche per questa trattativa e a gettare benzina sul fuoco ci ha pensato il padre del francese, Willy Ndangi: "Ero molto interessato al passaggio di Imbula all'Inter - rivela il papà dell'ex Marsiglia al 'Journal du Dimanche'-, un club con un grande progetto, ma abbiamo aspettato inutilmente una chiamata di Mancini per quattro giorni. Il loro sistema mi fa vomitare, si sono svegliati solamente quando hanno sentito che sul giocatore c'era il Porto. Inoltre, i loro intermediari mi hanno anche mandato dei messaggi contenenti delle minacce". 

Il padre di Imbula ci ha tenuto a chiarire anche le voci sulla partecipazione del fondo Doyen nell'acquisto del francese da parte del Porto: "Mio figlio è pulito come l'acqua di sorgente. Ha un contratto con il Porto e non ha nulla a che fare con la Doyen Sports. Nessuno di noi ha ricevuto una somma da questo fondo; si dice che io abbia preso una somma di due milioni di euro, ne sarei molto felicè ma non è così". 

A.D.S.




Commenta con Facebook