• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma-Palermo, Garcia: "Noi siamo primi, la Juve era fuori concorso"

Roma-Palermo, Garcia: "Noi siamo primi, la Juve era fuori concorso"

Il tecnico giallorosso presenta l'ultima partita di campionato


Rudi Garcia (Getty Images)
Jonathan Terreni

30/05/2015 13:25

DIRETTA CONFERENZA GARCIA ROMA PALERMO LIVE / ROMA - Il tecnico della Roma, Rudi Garcia, ha presentato così l'ultima sfida di campionato contro il Palermo e fa il punto sulla stagione appena conclusa. Calciomercato.it  ha seguito in tempo reale la conferenza stampa: "Domani vogliamo i tre punti per chiudere bene davanti ai nostri tifosi. E’ l’ultima del campionato e anche se non abbiamo obiettivi da raggiungere domani voglio che i giocatori siano professionisti. Il bilancio è che siamo primi del nostro campionato, perché la Juventus era fuori concorso. Hanno l’abitudine di vincere e una potenza economica e sportiva molto più importante della nostra. Al momento è irraggiungibile. I giornali hanno fatto della Roma un candidato allo scudetto, ma la stagione ha dimostrato che questa divisa è troppo grande per noi. Non serve illudere i nostri tifosi; anche la città non fu fatta in un anno. C’è grande differenza tra obiettivi e ambizioni. Per raggiungere la grandezza c’è bisogno di tempo e lavorare ogni giorno con ambizioni grandi. Ricordiamoci che siamo la quinta potenza economica d’Italia. Sono rimasto sorpreso dalle eccessive critiche, soprattutto quelle dei tifosi. Quando era importante avere il sostegno di tutti non l’abbiamo avuto; questo non è normale e non mi è piaciuto. Voglio che non si ripeta più".

OBIETTIVO CENTRATO - "Abbiamo raggiunto l’obiettivo principale della stagione che era la qualificazione in Champions League, meglio secondi che terzi. La cosa più bella è la vittoria nel derby che ci ha permesso questo. In Europa vogliamo fare esperienza e sperare di non avere un girone quasi impossibile anche se a trenta minuti dalla fine del girone quest'anno eravamo quasi qualificati. Vedremo l’anno prossimo se avremo mezzi e sorteggio per superare il girone.

MOMENTI DIFFICILI - "Abbiamo avuto momenti di difficoltà quando avevamo meno giocatori e avevamo tante partite. Da gennaio a marzo abbiamo fatto difficoltà ma l'abbiamo superato dimostrando di essere un gruppo fantastico e unito. 

GAP MERCATO - Poi fa il punto sul mercato Roma: "Il gap sarà superiore l’anno prossimo, loro possono vincere la Champions e hanno preso tanti soldi; in più hanno il loro stadio. Quando sarà pronto il nostro cambierà tutto. Il gap può essere ancora più importante perché noi siamo anche costretti dal fair play finanziario ma le nostre ambizioni non cambiano: io sono qua per vincere e sono ambizioso. Stiamo lavorando per mantenere il nucleo. C’è un appuntamento importante con il presidente giovedì a Londra e avremo più parametri sulla stagione prossima. Da quando sono arrivato le cose sono state chiare, noi abbiamo bisogno di vendere prima di comprare. Stiamo seguendo la strada giusta, bisogna andare passo dopo passo. E' vero che dobbiamo migliorare. Per finire secondi non è possibile non avere una buona stagione, magari non è stata eccellente ma buona. Sul piano offensivo ci sarà da riflettere se c’è qualcosa da fare nel reparto".

Entra a far parte della nostra cerchia, clicca G+. 

 




Commenta con Facebook