• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > VIDEO CM.IT - Roma-Napoli, Malagò: "Grande disagio per quegli striscioni"

VIDEO CM.IT - Roma-Napoli, Malagò: "Grande disagio per quegli striscioni"

Il presidente del Coni interviene sulle scritte esposte all''Olimpico'


Giovanni Malagò (Calciomercato.it)

08/04/2015 14:20

ROMA NAPOLI MALAGO' STRISCIONI LEARDI / ROMA - A margine della presentazione degli Internazionali BNL d'Italia 2015 svoltasi nella sala stampa dello Stadio 'Olimpico' il presidente del Coni Giovanni Malagò ha parlato degli striscioni contro Antonella Leardi, madre di Ciro Esposito, apparsi durante Roma-Napoli: "Ho provato un senso di grande disagio nel leggere quel messaggio. E' una cosa che non riesco proprio a capire. Un giorno mi farebbe piacere avere un confronto con le persone che hanno esposto questo messaggio. Quale è la colpa di Antonella? Quella di avere fatto un libro? Uno può essere d'accordo o meno dopo quella tragedia. Ma soprattutto la sua finalità la conosco, di questo ne sono certo. È una finalità benefica, sociale, una mission nei confronti di chi non ha fortuna nella vita. Non mi sembra che ci sia nessuna speculazione, La maggioranza delle persone che erano in curva adesso pagheranno un prezzo così elevato per non potranno vedere la partita. Invece quelli del Napoli non sono contenti perché speravano in una sanzione maggiore".

Il numero uno dello sport italiano è intervenuto anche sulla possibilità che la società partenopea approdi nuovamente in finale di coppa Italia, gara che dovrebbe svolgersi all''Olimpico': "Il Napoli in finale di Coppa Italia a Roma? Se una città non è capace di sopportare una partita del genere è una partita persa. Sarebbe incapacità di gestire un problema e non ce lo possiamo permettere".




Commenta con Facebook