• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Empoli, Allegri: "Non dobbiamo accontentarci. Rispetto a Conte..."

Juventus-Empoli, Allegri: "Non dobbiamo accontentarci. Rispetto a Conte..."

L'allenatore bianconero ha parlato al termine del match dello 'Stadium'


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

04/04/2015 23:17

JUVENTUS EMPOLI ALLEGRI / TORINO - La Juventus corre veloce verso lo scudetto. Empoli ko, Roma spedita nuovamente a +14, con Tevez come sempre uomo copertina. Massimiliano Allegri è soddisfatto al termine della contesa: "Sono molto contento della prestazione, per la prima volta i tre di centrocampo giocavano insieme, e Ogbonna non disputava da due mesi una gara dall'inizio - ha dichiarato il tecnico bianconero a 'Sky Sport' - Nel primo tempo abbiamo fatto discretamente bene, mentre nella ripresa l'abbiamo gestita; anche se, in alcune occasioni, abbiamo rischiato e Buffon è stato bravo su Pucciarelli".

PRESTAZIONE - "Non è mai semplice vincere le partite, da quattro gare non prendiamo gol, e in questi giorni a causa delle nazionali ci siamo allenati poco e niente tutti insieme. Mancavano Pirlo, Pogba e Marchisio, ma la squadra ha giocato ugualmente una bella partita. Adesso pensiamo al match di Firenze, poi verrà Parma e solo dopo la Champions".

PADOIN - "Si sta dimostrando un professionista e un ragazzo serio, non è semplice giocare in diversi ruoli. E' bravo tatticamente, può fare anche l'allenatore. Ha dato equilibrio alla squadra e dove lo metti gioca".

RECUPERI - "Marchisio da domani sarà con la squadra, sarà disponibile per Firenze. Pirlo? Sta facendo passi in  avanti, spero di averlo a disposizione col Monaco. Vedremo se part-time o dall'inizio: speriamo di ritrovarlo presto, ci serve per le sue geometrie e per le sue punizioni".

TEVEZ - "E' straordinario a livello tecnico e caratteriale. Gli piace muoversi per tutto il campo: non è una sorpresa per me".

MONACO - "E' una squadra complicata da giocarci contro, concedono poco e si difendono bene. Non hanno la qualità del Borussia, ma il non essere favoriti potrebbe spingerli a dare di più".

MARCHIO ALLEGRI - "Ho cercato di migliorare la squadra negli aspetti in cui si poteva migliorare. Dobbiamo avere la consapevolezza di essere una delle migliori in Europa: non bisogna accontentarsi, nei singoli si può ancora migliorare".

SACCHI - "Le sue parole? Ho stima di Arrigo che ha scritto un pezzo di storia del calcio italiano. Detto questo, accetto il pensiero di un opinionista e cerco sempre di migliorare. Fortunatamente ho molta pazienza e quando finisce ce ne ho ancora.  Quando sono arrivato alla Juventus sembrava che avessi allenato una squadra di Lega Pro e non che arrivavo da tre anni al Milan con uno scudetto e delle qualificazioni  Champions centrate tutti gli anni".




Commenta con Facebook