• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-PARMA

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-PARMA

Nainggolan gladiatore, Ljajic prova a svegliare i suoi. Gervinho e Doumbia impalpabili; Lucarelli: che cuore!


Radja Nainggolan (Getty images)
Omar Parretti (@omarJHparretti)

15/02/2015 16:55

ECCO LE PAGELLE DI ROMA-PARMA

ROMA

De Sanctis 6 - Nessuna parata notevole, quasi senza voto. Si fa valere su alcune prese alte in uscita.

Florenzi 6,5 - Viaggia da bandierina a bandierina sulla corsia destra, però non crea palle gol degne di nota ed in un paio di episodi sbaglia anche i tempi dell'inserimento in profondità. Meglio, molto meglio, quando gioca in posizione più avanzata. Con il passare dei minuti però cresce in maniera netta.

Manolas 6 - Rischia un po' troppo con una spinta ai danni di Nocerino in area di rigore, Giacomelli sceglie di lasciar correre. Per il resto il Parma arriva poco davanti alla porta di De Sanctis e lui gestisce a dovere queste situazioni. 

Mapou 6 - Si coordina bene con il giovane centrale greco ed in tandem la spuntano. Nota di merito per alcuni ripiegamenti puntuali che aiutano i giallorossi a respiare. Sufficiente.

Cole 5,5 - Assente ingiustificato in fase di spinta: guadagna poche volte la profondità del campo per cercare il traversone a centroarea. In difesa soffre la rapidità di Varela, che tuttavia non brilla per continuità di rendimento. Anche lui migliora nel secondo tempo, il culmine è il palo colpito all'83'.

Keita 6 - Sempre molto pulito e geometrico in mediana: smista palloni ma senza inventare grosse cose. Sfiora la rete con un bel colpo di testa che trova attento Mirante in chiusura di primo tempo. Nel complesso il maliano è utile e solido, un buon punto di riferimento al centro del campo.

De Rossi 5,5 - Va sempre a ricevere basso il pallone per dettare il primo passaggio ed esegue il compito con precisione e tempismo, nonostante spesso debba sopportare il pressing di Nocerino. Esce visibilmente non contento anche per via dei fischi dell'Olimpico, la sua partita non è stata scintillante. Dal 58' Verde 6 - Con lui la Roma cambia a livello tattico portando più uomini in avanti e la differenza è sensibile. Giusto usare la sua brillantenza ed il suo cambio di passo.

Nainggolan 6 - Al solito tanta quantità nel mezzo del campo, accompagnata anche da alcuni lanci a favore dei compagni che non vengono sfruttati a dovere. Per distacco il più dinamico ed il più attivo tra le file dei giallorossi, visto che spazia con facilità da una parte all'altra andando a recuperare palla anche in settori non suoi. 

Gervinho 5 - No, non è il salvatore della patria. Anzi risulta spaesato e fuori posto. Le attenutanti ci sono assolutamente, però la sua prova francamente delude in maniera chiara e smodata le aspettative. Passi indietro dal punto di vista della gestione del pallone, visto che tende spesso ad innamorarsene sprecando i tagli dei compagni. 

Doumbia 5 - Paga sia le scorie della Coppa d'Africa, sia il pochissimo tempo per adattarsi e conoscere compagni e schemi di Rudi Garcia. Da rivedere con calma e con qualche allenamento in gruppo in più. Inutile bocciarlo duramente quest'oggi. Dall'85' Sanabria s.v.

Ljajic 6 - Nettamente il più pericoloso e volitivo sul fronte d'attacco capitolino. Due ottime occasioni sul suo piede destro nel primo tempo: la prima in avvio dove a botta sicura trova l'opposizione di uno stoico Cassani, la seconda sul chiudersi della prima metà di gara dove mette a sedere il terzino, ma poi strozza troppo il tiro. Dal 77' Paredes s.v.

All. Garcia 5 - Primo tempo inguardabile dei giallorossi nel quale si salvano solamente Nainggolan e Ljajic. Crescita netta nei secondi quarantacinque minuti di gioco, soprattutto da parte dei due terzini (Florenzi e Cole), però nonostante le occasione create la porta viene inquadrata davvero troppo poco. 

PARMA

Mirante 6 - Bene su Keita e Gervinho ai quali risponde presente: parate importanti in un match così bloccato a livello di segnature e di tiri in porta. 

Cassani 6 - Coraggio invidiabile nel tuffarsi senza timore su una conclusione potente ed a botta sicura di Ljajic, risultato: rete evitata. Rimane soprattutto in difesa visitando poche volte la metà campo avversaria, tuttavia il suo lavoro è ben eseguito. Dal 92' Feddal s.v.

Mendes 6 - Va un po' a momenti, bisogna dirlo, perchè dopo pochissimi minuti con una sua uscita errata dalla linea rischia di mandare in porta Keita, che tuttavia non aggancia il suggerimento. Poi cresce molto giocando una partita d'ordine. 

Lucarelli 6,5 - Bello spirito da guerriero e da capitano in un momento così complicato per il suo Parma: non toglie mai la gamba, si sacrifica, si immola. Bravo nel gestire il neo arrivato in casa giallorossa Doumbia e dominante sulle palle alte.

Costa 6 - Anche lui come il compagno sulla fascia opposta del campo non pensa molto a spingere, anche perché il cliente sul suo settore è potenzialmente alquanto scomodo (Gervinho). Composto, preciso, sufficiente.

Varela 5,5 - Crea qualche problema ad Ashley Cole grazie soprattutto la propria velocità, poi però perde spesso il posizionamento risultando anarchico dal punto di vista tattico. Esce pian piano dal match. Dal 78' Palladino s.v.

Mauri 6 - Partita discreta contraddistinta sia dal sacrificio e dal dover rincorrere le mezzali sia da ottimi disimpegni che fanno distendere il Parma. Bravo nei momenti più produttivi in fase offensiva dei suoi ad impostare la manovra in verticale. Dall'85' Lodi s.v.

Mariga 5,5 - Luci ed ombre nel suo incontro: qualche buona lettura, ma anche troppi appoggi sbagliati nella zona nevralgica del campo, che potevano diventare molto pericolosi. Non arriva alla sufficienza.

Rodriguez 5,5 - Poco pungente sulla fascia sinistra, non trova la continuità nell'arco della propria partita e combina poco, più precisamente nulla. Prestazione molto opaca, ma mezzo voto in più l'enorme lavoro in fase d'interdizione (non il suo mestiere)

Nocerino 6 - Pressing molto dispendioso su De Rossi, incaricato all'impostazione della manovra giallorossa. Meno brillante in fase d'attacco poiché va spesso a sbattere contro i due centrali giallorossi o contro il mediano azzurro. 

Belfodil 6 - Buon lavoro per tenere alto il Parma: tanti palloni ricevuti a metri e metri dall'area di rigore, bravo nel portare palla nell'attesa degli inserimenti dei compagni. Nel complesso la sufficienza c'è anche se le occasione da gol non sono pervenute. 

All. Donadoni 6,5 - Parma non spettacolare ma duro, resistente e compatto. Bell'atteggiamento, sicuramente prudente, ma che nei novanta minuti di gioco paga.

Arbitro: Giacomelli 6,5 - Ottima direzione di gara in una partita comunque che scorre senza isterismi e polemiche. Nel primo tempo due spinte in area di rigore: la prima di Manolas su Nocerino, la seconda di Mauri su Keita, entrambe giustamente non redarguite. Nella seconda frazione di gara Doumbia reclama il penalty per una trattenuta di Cassani, ma è lo stesso ivoriano a portare a terra il terzino gialloblu. 

TABELLINO

ROMA-PARMA 0-0 

Roma (4-3-3): De Sanctis; Florenzi, Manolas, Mapou, Cole; Keita, De Rossi (Dal 58' Verde), Nainggolan; Gervinho, Doumbia (Dall'85' Sanabria), Ljajic (Dal 77' Paredes). All. Garcia

Parma (4-4-1-1): Mirante; Cassani (Dal 92' Feddal), Mendes, Lucarelli, Costa; Varela (Dal 78' Palladino), Mauri, Mariga (Dall'85' Lodi), Rodriguez; Nocerino; Belfodil. All. Donadoni

Arbitro: Piero Giacomelli di Triste

Marcatori: - 

Ammoniti: 36' Lucarelli (P), 50' Mauri (P), 75' Costa (P), 87' Mariga (P)

Espulsi: - 




Commenta con Facebook