• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > Milan, Deschamps: "Bravo Inzaghi, Menez al top da punta centrale"

Milan, Deschamps: "Bravo Inzaghi, Menez al top da punta centrale"

Il ct della Francia su Pogba: "Alla sua età fa cose che altri non possono fare"


Jeremy Menez (Getty Images)
Marco Di Federico

02/12/2014 08:54

MILAN MENEZ DESCHAMPS INZAGHI / PARIGI (Francia) - Nel Milan che torna al successo in campionato c'è la firma indelebile di Jeremy Menez. L'attaccante francese ha segnato gli ultimi tre gol dei rossoneri e sta "costringendo" Inzaghi a schierarlo come punta centrale, ruolo nel quale sta eccellendo. Le ultime news Milan dicono che con Torres la pazienza è finita: Didier Deschamps, ct della Francia, dà ragione alla scelta di Inzaghi. "È più un attaccante centrale. Menez è punta centrale anche perché sulle fasce c'è un lavoro difensivo più importante e non è quello che gli viene meglio. Ha qualità e tecnica per fare la differenza negli ultimi trenta metri. - le parole dell'ex juventino a 'La Gazzetta dello Sport' - Menez segna, ma di gol ne ha sempre fatti e ne ha fatti fare molti. Come al Psg in coppia con Ibrahimovic. Menez però non è il tipico goleador, pur restando un attaccante centrale. Non è venuto al Mondiale perché non giocava con continuità ed è stato spesso infortunato. A me piacciono giocatori con forte personalità. Gli ho parlato di questo e sappiamo entrambi che per sentirsi bene deve giocare. Quando non gioca sta male, che è positivo perché non voglio giocatori contenti di restare in panchina. Ma in Nazionale l'obiettivo personale deve scalare rispetto a quello collettivo. Su questo non so se cambierà".

POGBA - "Alla sua età fa cose che altri non possono fare: per lui tutto è facile, ma non deve cadere nella facilità. Non voglio censurargli l'istinto di fare la giocata, ma deve capire meglio quando e dove farla. Così diventerà ancora più forte. Ha un carattere espansivo, è giusto si parli di lui, ma deve gestire elogi e critiche. Quelle del Mondiale non gli hanno fatto piacere, ma servono per crescere".

CONTE - "Antonio di calcio ne sa, ha le sue idee e finora ha fatto bene. Ha riportato in auge la difesa a tre, ma in chiave offensiva. Dipende dai giocatori che hai a disposizione. Però di uno come Pirlo non puoi farne a meno.: ha voglia ed esperienza. Verratti è un ottimo giocatore, crescerà e ha altre caratteristiche".

SCUDETTO - "Finora la Juve è stata superiore sfruttando anche la continuità del lavoro fatto finora. Garcia con la Roma fa un buon lavoro, ma adesso deve gestire anche la Champions League. Mi pare l'avversario principale della Juve".




Commenta con Facebook