• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-UDINESE

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-UDINESE

Menez e' decisivo, mentre Di Natale e' troppo isolato. Bene Karnezis e la difesa del Milan. Disastroso l'arbitro Valeri


Jeremy Menez (Getty Images)
Stefano Carnevali

30/11/2014 16:56

PAGELLE TABELLINO MILAN-UDINESE / MILANO – Ecco le pagelle e il tabellino di Milan-Udinese.

 

MILAN

Diego Lopez SV – Primo tempo di assoluto riposo. Idem nella ripresa.

Bonera 6,5 – Terzino destro difensivo. Dalla sua parte spinge Thereau, che si allarga spesso. Dopo qualche minuto di sofferenza, contiene il francese e comincia a spingere con continuità. Alcuni suoi cross sono davvero pregiati. Meno bene nella ripresa.

Mexes 6,5 – Avvio positivo e concentrato. Seconda parte di gara in controllo pressoché totale.

Rami 7 – Primo tempo di grande autorità e affiatamento con Mexes, nonostante il terzino dalla sua parte Armero non sia sempre precisissimo. Al 17' segna, ma l'arbitro non vede che il pallone ha oltrepassato la linea. Un'altra prova solida.

Armero 5 – Esordio dal primo minuto per il colombiano, chiamato a impressionare mister Inzaghi. Cerca di stare attento e di coordinarsi con i compagni, ma alcuni suoi buchi sono davvero paurosi. Spinge molto meno del previsto. Tantissimi errori in avvio di ripresa. Rischia il rigore al 55'.

van Ginkel 5,5 – Occasione importante, dopo il 'mezzo esordio' con infortunio a Empoli. Non è che faccia sfracelli, nemmeno nel momento migliore del Milan, però è molto ordinato e cerca di rischiare il meno possibile. Alla lunga risulta troppo compassato: i suoi movimenti sono legnosi, i suoi tocchi pasticciati e mai illuminanti. Dall'88' Montolivo SV -.

Essien 6 – Piazzato in mezzo a un centrocampo piuttosto offensivo, cerca di mettere ordine. Parte bene, anche perché gode di molto spazio. Sporca la propria partita positiva con troppi errori in fase di palleggio. Gran tiro da lontano all'8' del secondo tempo. Molto ingenuo sul secondo giallo, ma ci mette del suo – e tantissimo – Valeri. Però, con la sua esperienza, si dovrebbe fare meglio.

Bonaventura 6 – Al 10', per un soffio, non riesce a spingere in porta un bell'assist di El Shaarawy. Si vede un po' poco in fase di impostazione, meglio alla conclusione. Cresce con il passare dei minuti: al 33' cerca di mandare in porta Honda, ma il nipponico non aggancia. Meno positivo nel secondo tempo.

Honda 6,5 – Si accende al 6', quando con un 'controllo assist' serve benissimo Menez. Buon avvio di gara, soprattutto in fase di rifinitura. Tutte le occasioni del Milan, in un modo o nell'altro, passano per i suoi piedi. Non può intervenire sul cross fortissimo di Menez al 43'. Bravo, ma anche furbo, in occasione del rigore procurato. Dall'82' Poli SV -.

Menez 7 – Parte un po' troppo lezioso. Al 6' si lamenta per un contatto in area, ma accentua la caduta e spreca il bell'assist di Honda. Vicinissimo al gol al 39'. Gravi colpe al 43': cross facile 'sparato' troppo forte e ingiocabile per l'accorrente Honda. Via via il suo solito limite: si intestardisce alla ricerca della soluzione personale. Implacabile dal dischetto e bravissimo negli spazi che si aprono nel finale. Grande gol per il 2-0. Dal 79' Pazzini SV - Giusto il tempo di mangiarsi un gol.

El Shaarawy 6,5 – Parte con numeorsissime sollecitazioni, anche se si perde sempre nell'ultimo tocco. Dopo una lunga pausa, rientra in partita nei 20' finali.

All: Inzaghi 6 – 4-3-3 con falso 9 e, per i numerosi infortuni, il rilancio di van Ginkel e Bonera. Esordio anche per Armero. Dopo un avvio un po' sofferto, la squadra si assesta e comincia a fare la partita. Il primo tempo, a tratti, è dominato, ma manca un finalizzatore nel cuore dell'area. Gara molto meno brillante nel secondo tempo: i rossoneri rallentano troppo e si abbassando paurosamente. Assiste quasi impotente allo spegnersi dei suoi. Poi arriva il rigore che sblocca la gara. Nemmeno il rosso a Essien lo spinge a correttivi rapidi. Però il Milan torna alla vittoria, anche se con una gara solo in parte davvero positiva. 

 

UDINESE

Karnezis 7 – Sotto pressione se la cava sempre bene. Al 17' compie un vero miracolo, ma il pallone spizzato da Rami aveva già oltrepassato la linea di porta. Buon per lui che nessuno veda. Mezzo miracolo anche al 32', su uno stranissimo tiro-cross di Menez. Non sbaglia davvero niente e sui gol è incolpevole.

Piris 5,5 – Costretto molto basso per l'intraprendenza di Bonaventura e, soprattutto, El Shaarawy. Di tanto in tanto, nella seconda parte della gara, prova la sortita, ma non è mai incisivo. Nel finale nega il gol a Pazzini. 

Danilo 5,5 – Pomeriggio in trincea, visto che l'Udinese, dopo 10', si barrica dietro. Meno affanni nella ripresa, fino al rigore. Poi la trincea salta e lui affonda contro Menez.

Heurtaux 5,5 – Il suo è il lato debole della difesa di Stramaccioni: Hona è una fonte di gioco costante.

Domizzi 5 – Fa molta fatica contro Honda, che gli scappa via quasi sempre. Maldestro e poco fortunato in occasione del presunto fallo da rigore su Honda, che gli vale anche il rosso.

Guilherme 5 – Si vede proprio poco: dovrebbe dare un po' di qualità alla mediana ospite, in realtà si fa mettere sotto sia da Honda, sia da Bonera. Dall'83' Geijo SV -.

Allan 5,5 – Metronomo in mezzo al campo, è protagonista del grande avvio di gara dei bianconeri. Il suo calo evidente porta anche alle difficoltà della squadra. Furbo nel 'costruire' il secondo giallo di Essien.

Badu 5 – Tanta sofferenza. Dalla sua parte imperversa El Shaarawy: lui lo segue sempre da vicino, ma non lo ferma mai.

Kone 5 – Latita nel buon avvio dell'Udinese, poi, quando i bianconeri soffrono, piace per generosità e capacità di sacrificio. Suo l'unico tiro (alto) nel primo tempo dei friulani. Poi scompare. Dal 76' Fernandes SV - Si vede poco, ma la partita è già 'scappata via'.

Thereau 5 – Dopo i primi minuti di grande propositività, si fa mettere sotto da Bonera ed è spesso costretto a ripiegare. Non pervenuto nella ripresa.

Di Natale 5 – Qualche problema fisico in avvio e poi un pomeriggio abbandonato a sé stesso. Non incide in nessun modo. Dal 66' Pasquale 6 – Si piazza a sinistra e, dopo il suo ingresso, Honda e Bonera sfondano meno. Vero che la partita è già sbloccata.

All: Stramaccioni 5 – Squadra piuttosto offensiva, che ha deciso di giocarsi la partita a viso aperto. Dopo un avvio autorevole, però, le cose si complicano e comincia una grande sofferenza. L'Udinese si barrica dietro e cerca solo qualche ripartenza, più confusa che pianificata. Dopo l'intervallo le cose migliorano: distanze più precise, ritmo appositamente abbassato. Il rigore e l'espulsione indirizzano la partita e l'Udinese fatica a rientrare. Subito dopo il rosso a Essien, arriva il raddoppio rossonero. Pomeriggio davvero povero.

 

Arbitro: Valeri 4 – Proteste del Milan al 6' per una caduta di Menez in area: Valeri fa correre e pare vedere bene. Al 18', però, non concede il gol a Rami e la palla, prima dell'intervento di Karnezis, sembra aver oltrepassato la linea per intero. Dubbi anche al 32', per un intervento di Badu a metà campo che pareva un evidente fallo di mano. Al 10' del secondo tempo Armero rischia tantissimo, toccando il piede di Badu che, però, crolla in modo eccessivo. Dubbi anche in occasione del rigore per il Milan: Domizzi (poi espulso) aggancia Honda che si lascia andare giù con grande facilità. Dubbi anche sul controllo iniziale del nipponico. Il secondo giallo ad Essien è un'evidente compensazione dopo il rigore più rosso contro l'Udinese. Bilancio disastroso.

 

MILAN-UDINESE 2-0

MILAN (4-3-3): D. Lopez; Bonera, Mexes, Rami, Armero; van Ginkel, Essien, Bonaventura; Honda (82' Poli), Menez (79' Pazzini), El Shaarawy. All: Inzaghi

UDINESE (4-3-2-1): Karnezis; Piris, Danilo, Heurtaux, Domizzi; Guilherme (83' Geijo), Allan, Badu; Kone (76' Fernandes), Thereau; Di Natale (66' Pasquale). All: Stramaccioni

Arbitro: Valeri di Roma

Marcatori: 65' Rig. e 75' Menez (M)

Ammoniti: 54' Essien (M); 60' Badu, 63' Danilo (U)

Espulsi: 62' Domizzi (U); 70' Essien (M)

Note:  




Commenta con Facebook