• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > Roma, Sabatini: "Avanti con Totti fino a quando vorrà. Destro resta, Castan..."

Roma, Sabatini: "Avanti con Totti fino a quando vorrà. Destro resta, Castan..."

Il Ds giallorosso: "Castan è un grande giocatore, lo aspettiamo"


Walter Sabatini ©Getty Images
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

18/11/2014 00:08

MERCATO ROMA SABATINI DESTRO CASTAN TOTTI/ ROMA - Intervenuto alla trasmissione 'Il processo del lunedì' in onda su 'Rai Sport 1', il direttore sportivo della Roma Walter Sabatini ha parlato degli argomenti più caldi in casa giallorossa: il calciomercato, la lotta scudetto contro la Juventus e il rientro di Castan. "Se la Roma vincerà lo scudetto? Io la penso come Garcia, la prudenza regna sovrana, ma a volte l'incoscienza prevale. Castan? Sta bene, ha un picolo problema congenito ma nulla di tragico, presto faremo un comunicato con il quale spiegheremo tutto quello che ha avuto. Tornerà a giocare nella Roma, è un grande calciatore e lo aspettiamo".

DESTRO - "Noi consideriamo Mattia Destro un top player, non se ne andrà. Dobbiamo proteggere i nostri giocatori, altrimenti non vestiranno la maglia azzurra. Destro rimarrà nella Roma, noi interverremo sulll rosa solo se gli infortuni o alcuni esiti delle partite  ci porteranno a farlo. Sono contento dell'organico ma io sono sempre attento".

TOTTI - "Tre anni fa dissi che Totti è come una luce persistente nel tramonto della Capitale, ma mi sono sbagliato: Totti è lo zenit, noi lo porteremo avanti finché giocherà così e finché vorrà lui".

MANCINI - "Il ritorno di Mancini all'Inter? Ora come ora pensavo che andasse all'estero. Bentornato a lui, è un grande allenatore. Mazzarri? E' stato uno dei candidati per la panchina della Roma. Se fosse rimasto in nerazzurro avrebbe rimesso le cose a posto, a volte certe decisioni vengono prese per riportare entusiasmo tra i tifosi".

LOTITO E TAVECCHIO - "Se è vero che Lotito mi pagava poco alla Lazio? Mi pagava rispetto al mio lavoro. Mi ha fatto lavorare in un momento difficile, per questo lo ringrazierò sempre. Tavecchio? Non ho elementi sufficienti per giudicarlo. Lo si lasci lavorare in pace, all'inizio non è facile".




Commenta con Facebook