• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Il Napoli sbatte su Sportiello, Callejon sbaglia tutto

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Il Napoli sbatte su Sportiello, Callejon sbaglia tutto

Top e Flop della 9a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Josè Maria Callejon.jpg
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

30/10/2014 07:47

VOTI SERIE A PAGELLONE CALCIOMERCATO.IT SPORTIELLO CALLEJON / BERGAMO – Nella serata in cui, per dirla alla Wagner, la Roma può assistere al momentaneo “Crepuscolo degli dei”, a farla da padrona tra i migliori di giornata sono i portieri. Grandissime, infatti, le prestazioni di Perin e Sportiello, autori di veri e propri miracoli contro Juve e Napoli. Nel capitombolo esterno dei bianconeri, una nota negativa particolare va dedicata ad Ogbonna, mentre tra i partenopei davvero pessima la prestazione di Callejon. Continua ad impressionare, invece, in quel di Firenze il giovane Babacar che ha fatto letteralmente impazzire un macchinoso Danilo. Vince anche il Sassuolo del gioiellino Berardi contro un Empoli appesantito dalla pessima prestazione di Hysaj. Pareggio invece tra Milan e Cagliari, con i sardi che hanno messo in vetrina un ottimo Ibarbo. Continua, infine, il pessimo campionato del Parma, arrivato alla sua ottava sconfitta su nove gare disputate, con un Belfodil che ormai sembra aver smarrito il fiuto del gol.

 

TOP

 

5. Berardi (Sassuolo) – Nonostante l’errore dal dischetto, anche il giovane attaccante neroverde si guadagna un posto nell’olimpo della nona giornata di Serie A. Il suo mancino è praticamente magico, manda in porta i compagni con una facilità assurda e regala sprazzi di gran classe. Mostra grandissima personalità non lasciandosi prendere da crisi depressiva post rigore fallito; anzi, da quel punto in poi, il suo rendimento migliora e alla fine trova anche la meritata gloria personale con un tocco di testa a pochi passi dalla porta empolese. VOTO 7

 

4. Perin (Genoa) – C’è tanto Perin nella vittoria del Genoa contro la Juventus. Il portierino vince la personale sfida con l’idolo/avversario Buffon e lancia un segnale forte al Ct Conte per il futuro della porta azzurra. In quel di Marassi, contro una Juve rabbiosa, l’ex Pescara in pratica calamita sulle proprie mani qualunque pallone si aggiri nella propria area. Impressionante.  VOTO 7

 

3. Babacar (Fiorentina) – I giovani, quando giocano, poi riescono a rendere al massimo: è questo il messaggio lanciato a tutti da Babacar. L’attaccante senegalese, infatti, pian piano si è preso la Fiorentina a suon di reti ed ottime prestazioni. Contro l’Udinese realizza una splendida doppietta e sfiora addirittura la tripletta. Possibile sorpresa di questa Serie A. VOTO 7,5

 

2. Ibarbo (Cagliari) – Palla avanti e pedalare, questa la filosofia di vita del giovane attaccante colombiano. Il cagliaritano con il suo scatto da centometrista ha fatto letteralmente impazzire l’intera retroguardia milanista. Bello il gol con la spizzata che prende in controtempo Abbiati. Quando è così in forma è davvero irresistibile, peccato non riesca ancora a dare continuità a questo tipo di prestazioni.  VOTO 7,5

 

1. Sportiello (Atalanta) – Praticamente perfetto, sempre sul pezzo, non sbaglia un’uscita. I partenopei si affacciano nella sua area con veemenza, ma lui gli nega ogni gioia. Nella prima frazione di gioco compie un paio d’interventi interessanti su Mertens e Hamsik. Poi nella ripresa arrivano i miracoli, con la parata sulla linea su una conclusione ravvicinata del belga e il rigore parato ad Higuain. Il Napoli sbatte su uno Sportiello d’acciaio. VOTO 8

 

FLOP

 

5. Belfodil (Parma) – Il Parma cade giù sempre più a picco e i suoi attaccanti, con la sola eccezione di Cassano, non sembrano conoscere la via del gol. L’ex Inter ha praticamente fatto lo spettatore in campo, pochissime davvero le azioni degne di nota da parte del centravanti ducale. Evanescente. VOTO 5

 

4. Ogbonna (Juventus) – Assolutamente il peggiore tra i difensori bianconeri. Allegri gli affida compiti d’impostazione, ma lui sembra sempre molto arruffone palla al piede. A pochi minuti dalla fine potrebbe trovare gloria personale quando su una licenza offensiva colpisce la traversa. Cade, purtroppo per lui, dalla mancata gioia alla polvere, quando si addormenta in marcatura su Matri in occasione del gol di Antonini. VOTO 5

 

3. Danilo (Udinese) – Non ne azzecca una nell’uggiosa serata fiorentina. Si perde in continuazione la marcatura di Babacar ed è colpevole su tutte e tre le reti gigliate. Grave, soprattutto, l’errore sul gol di Borja Valero quando non esce dai blocchi per contrastare il centrocampista che è così libero di calciare verso la porta friulana. Impacciato. VOTO 4,5

 

2. Hysaj (Empoli) – Nella vorticosa girandola di emozioni del Mapei Stadium, il giovanissimo terzino albanese va completamente in crisi. Dalle sue parti agisce un ispiratissimo Sansone che fa quello che vuole di lui. Il difensore azzurro commette il fallo da rigore sul giovane attaccante del Sassuolo e da lì in poi è un continuo susseguirsi di errori. Giovane promettente, ma serata da dimenticare assolutamente. VOTO 4,5

 

1. Callejon (Napoli) – incredibile ma vero, il capocannoniere della Serie A scivola improvvisamente tra i flop di giornata. L’esterno azzurro incappa in una serataccia a Bergamo. Sbaglia di tutto e di più e proprio quando sembra che possa risolvere la sua serata e quella del Napoli con un semplicissimo tocco da zero centimetri dalla porta, riesce a fallire anche questa occasione. Controfigura. VOTO 4,5

 


 




Commenta con Facebook