• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > Seconda Categoria, disse "ammazzerei l'arbitro": la decisione del giudice sportivo

Seconda Categoria, disse "ammazzerei l'arbitro": la decisione del giudice sportivo

Deferito il presidente dell'Atletico Cavallino, cinque anni di squalifica per calciatore e massaggiatore


Calcio (Getty Images)

29/10/2014 17:06

SECONDA CATEGORIA ATLETICO CAVALLINO FINA SQUALIFICA / ROMA - Cinque anni di squalifica per Rosario Fina, presidente dell'Atletico Cavallino: questa la decisione Comitato Regionale Figc Puglia per quanto accaduto durante la partita contro il Cutrofiano, valevole per il campionato di seconda categoria. 

A fine partita l'arbitro, 17 anni, fu aggredito, ma il presidente del club affermò: "Due schiaffi sono stati pochi. Se fosse capitato tra le mie mani, lo avrei ammazzato". Frase che ha portato al deferimento del presidente Fina; cinque anni di squalifica invece per il calciatore Massimiliano Lodeserto e il massaggiatore Gerardo Monittola. Punita anche la società con un'ammenda di 2.500 euro e l'obbligo di disputare le partite casalinghe in campo neutro e a porte chiuse fino al 30 giugno 2015. 

B.D.S.




Commenta con Facebook