• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-MILAN

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-MILAN

Honda e Abbiati si esaltano. Torres delude. Marques e Agostini: pomeriggio da dimenticare


Honda (Getty Images)
Stefano Carnevali

19/10/2014 16:57

PAGELLE TABELLINO VERONA-MILAN / VERONA – Ecco le pagelle di Verona-Milan.

VERONA

Rafael 6 – Battuto due volte nel primo tempo senza nessuna responsabilità, effettua anche un paio di parate non complesse. Nella ripresa viene infilato ancora da Honda, poi effettua due belle parate di nuovo sul nipponico e su Torres.

Moras 5,5 – Incrocia con El Shaarawy che è molto più veloce di lui, ma non lo soffre tantissimo. Le cose cambiano dopo il vantaggio del Milan: con tanto spazio sulla sua corsia, paga il dinamismo ridotto. Male nel secondo tempo, quando il 'Faraone' lo sorprende con eccessiva facilità.

Marquez 5,5 – Comanda una difesa troppo compassata per arginare le ripartenze del Milan. Anche lui non è sempre impeccabile, però le chiusure migliori portano la sua firma. Secondo tempo più indeciso.

Marques 4,5 – Dopo un buon avvio, al 21' firma un clamoroso autogol. Honda firma il 2-0 sbucando proprio alle sue spalle.

Agostini 4,5 - Brutta prova. Dalla sua parte Abate e Honda spadroneggiano. Rischia il rosso al 28' per un brutto tackle su El Shaarawy.

Ionita 6 – Tanta forza ma qualche difficoltà di troppo nel trovare il giusto posizionamento. Dal 72' N. Lopez 6,5 – Entra con buon passo: è l'unico a creare qualche grattacapo alla difesa del Milan. Firma anche un bel gol. 

Tachtsidis 5,5 – Meglio per la fase difensiva: in cabina di regia è troppo lento per risultare efficace, nonostante il molto spazio di cui gode.

Halfredsson 6 – Dopo lunghi minuti 'nascosto' trova la posizione giusta da cui partire per inserirsi alle spalle della mediana rossonera. Al 26' ha la prima palla gol scaligera, ma calcia a lato nonostante fosse molto libero. Fatica anche lui nel secondo tempo.

J. Gomez 5 – Leggerino. Non riesce a infastidire Abate, né a limitare Honda. Dal 69' Nené 5 – Entra in un momento difficile e non ha la forza per cambiare le cose. Si mangia un gol clamoroso negli ultimi minuti

Toni 5,5 – Fa a sportellate sia con Rami, sia con Alex. Pomeriggio sicuramente impegnativo, Abbiati gli nega un gol. Poi tanti passaggi a vuoto.

Jankovic 5,5 – Si vede molto poco. A referto, nel primo tempo, solo un bel colpo di testa. Vero che costringe De Sciglio a non spingere molto. Cala notevolmente nella ripresa. Dal 67' Campanharo 5,5 – Dopo qualche guizzo, si adegua al grigiore del Verona.

All: Mandorlini 5,5 – La squadra comincia alta e aggressiva. Poi, però, tanti errori e qualche pallone perso di troppo. Tanto impegno ma i risultati si vedono solo quando la partita è già 'scappata via'. 

 

MILAN

Abbiati 7 – Rimane tra i pali, perché Lopez non è ancora al 100%. Al 28' è miracoloso su Toni. Si ripete al 32' su Jankovic. Secondo tempo più tranquillo, anche se deve rispondere ancora con bravura su Tachtsidis al 64'.

Abate 7 – Spinge da subito con continuità e forza. Come spesso gli capita, non è molto preciso in rifinitura, però è una fonte di gioco sicura per i rossoneri. Straripante nel secondo tempo.

Alex 6,5 – Di testa sono tutte sue. Potrebbe effettuare qualche disimpegno migliore palla al piede. Grande chiusura su Juanito al 20' della ripresa. Difensore di alto livello.

Rami 7 – Sempre a testa alta, non ha paura di impostare e lanciare. Anche con buona precisione: prova ne sia il grande assist per il terzo gol dei rossoneri.

De Sciglio 6 – Molto prudente, si fa forse spaventare un po' troppo da Jankovic e Ionita. In ogni caso sorveglia con buona efficacia la sua fascia.

Poli 6 – Giudizio difficile, nel primo tempo: tanta generosità, ma anche un po' troppa confusione. Cresce nel secondo tempo.

Essien 6,5 – E' lui chiamato a sostituire lo squalificato de Jong. Comincia molto bene, giocando un gran numero di palloni e presidiando con efficacia la zona davanti alla difesa. Bene anche nel secondo tempo, anche se ogni tanto sbaglia qualche passaggio di troppo. 

Muntari 6 – Preziosissimo nei primi minuti, perché recupera tantissimi palloni sporchi che si traducono in occasioni per ghiotte che il Milan spreca. Sicuro anche nella ripresa. 

Honda 7,5 – Molto attivo in entrambe le fasi. Piace sempre per il grande impegno. Con i suoi passettini, sembra sempre sotto ritmo o troppo lento. In realtà salta quasi sempre Agostini e si intende molto bene con Abate. Segna ancora, con la consueta freddezza davanti al portiere. Per due volte. Dall'85' Bonera SV -.

Torres 5 – Alterna giocate egregie a lunghi passaggi a vuoto. Di base, non è ben inserito nei meccanismi rossoneri. Per quanto si impegni, sembra sempre difettare della necessaria cattiveria. Dal 69' Menez 6 – Si sgranchisce le gambe quando la partita è abbondantemente chiusa. Non concentratissimo.

El Shaarawy 6,5 – In settimana si è detto “carichissimo”, in realtà parte molto male: nervoso e impreciso. All'8' si divora la prima palla gol del match. Con il passare dei minuti cresce e guadagna in fiducia. Grande assist per Honda. Dal 76' Bonaventura 6 – Partecipa alla festa del Milan, provando anche a incidere in prima persona.

All: Inzaghi 7 – Il Milan inizia un po' contratto, anche perché il Verona è molto aggressivo. Le cose cambiano abbastanza velocemente, perché il centrocampo rossonero sfodera un'efficacia d'altri tempi nel recupero. Squadra compatta ed efficace che non si rilassa nemmeno dopo un doppio vantaggio 'facile' e prosegue nel giocare la partita. Qualche passaggio a vuoto solo negli ultimi minuti.

 

Arbitro: Valeri 5,5 – Avvio non molto convincente: si perde un mani piuttosto evidente di Agostini a ridosso dell'area del Verona e lascia correre un po' troppo nei contrasti ad alta quota (come quello che porta Torres al tiro al 13'). Grazia Agostini al 29', autore di un fallo da dietro molto duro su El Shaarawy. Qualche dubbio anche nel finale di tempo, quando non fischia un tocco di mano di De Sciglio nei pressi della bandierina del calcio d'angolo. Irrita un po' tutti con un atteggiamento scostante: ora rigorosissimo, ora molto permissivo. Secondo tempo più lineare. Severo il secondo giallo a Marquez. 

 

VERONA-MILAN 1-3

VERONA (4-3-3): Rafael; Moras, Marquez, Marques, Agostini; Ionita (72' N. Lopez), Tachtsidis, Halfredsson; J. Gomez (69' Nené), Toni, Jankovic (67' Campanharo). All: Mandorlini

MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Alex, Rami, De Sciglio; Poli, Essien, Muntari; Honda (85' Bonera), Torres (69' Menez), El Shaarawy (76' Bonaventura). All: Inzaghi

Arbitro: Valeri

Marcatori: 21' Aut. Marques (V); 27' e 57' Honda (M); 87' N. Lopez (V)

Ammoniti: 29' Agostini, 72' Marquez, 94' Tachtsidis (V); 83' Honda (M)

Espulsi: 93' Marquez (V)

Note:  




Commenta con Facebook