• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Baldissoni: "Condannati a vincere? La rosa è all'altezza"

Roma, Baldissoni: "Condannati a vincere? La rosa è all'altezza"

Il direttore generale del club giallorosso ha parlato ai microfoni della radio ufficiale


Pallotta e Baldissoni ©Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

05/09/2014 10:01

ROMA BALDISSONI INTERVISTA RADIO UFFICIALE / ROMA - Mauro Baldissoni, direttore generale della Roma, è intervenuto ai microfoni della radio ufficiale giallorossa per fare il punto sulle ultime news Roma.

NUOVO STADIO - "Ieri è stato un giorno importante per la storia del club. Si è chiusa una prima fase amministrativa che riguarda il nuovo stadio. Siamo in piena procedura, c'è ancora tanto da fare ma il quadro è definito e siamo ottimisti sul fatto che tutto si evolverà in maniera positiva. La trasparenza è uno degli elementi caratterizzanti del progetto. Tra i vari siti visionati per la costruzione del nuovo stadio, ricordo in particolare una zona che sembrava una 'piccola Medellin'".

DA BAMBINO - "Andavo allo stadio a veder la Roma quando ancora non raggiungevo il metro d'altezza. Il primo ricordo? L'invasione di rumori, colori e odori e l'atmosfera dello stadio negli anni settanta-ottanta. Era un rito che riguardava tutta la mia famiglia. Falcao o Totti? Non ce la faccio a scegliere".

TIFOSO E DIRETTORE GENERALE - "Nel mio ruolo cerco di dare la testimonianza di quelle che possono essere le emozioni e le aspettative di un tifoso. Da qui, la scelta di recuperare vecchi inni, la hall of fame e tutti i nuovi servizi a disposizione dei nostri supporters".

BILANCIO - "Siamo ancora all'inizio di un percorso anche se alcune iniziative sono state realizzate addirittura in anticipo rispetto alla tabella di marcia. Ogni piccolo tassello di questa società contribuisce a rendere la squadra competitiva a livello internazionale. Lo stato di salute della società è ottimo. Non rispondiamo ai piccoli diffamatori, saranno i fatti a parlare e siamo fiduciosi ci daranno ragione. Siamo come un grattacielo in pieno centro a Roma: all'inizio si vede solo il cantiere, brutto da vedere, ma poi si inizierà a vedere il palazzo in tutta la sua bellezza".

LA SQUADRA - "A noi piace essere competitivi a livello internazionale e questo vuol dire cercare di vincere. La rosa allestita è in grado di farlo. Noi cerchiamo di scegliere i giocatori più idonei al nostro progetto. Roma regina del calciomercato? Le 'corone' a inizio torneo contano poco. Lavoriamo per essere competitivi oggi e domani. Sabatini è il più bravo a fare ciò. Condannati a vincere? Ci assumiamo la responsabilità di competere per vincere. La vittoria dipende da tanti fattori, non necessariamente legati a noi".

CHAMPIONS LEAGUE - "Il sorteggio? E' stato sfortunato per il Bayern Monaco e il Manchester City. Probabilmente è il girone più complicato ma siamo orgogliosi di farne parte".

MAIN SPONSOR - "Vogliamo associare la Roma a un partner collegabile anche all'immagine del nuovo stadio".




Commenta con Facebook