• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > L'Editoriale di Marchetti - Ecco come il Milan sostituirà Balotelli: la rivoluzione rossonera

L'Editoriale di Marchetti - Ecco come il Milan sostituirà Balotelli: la rivoluzione rossonera

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di mercato di Sky Sport 24


Luca Marchetti
Luca Marchetti (@LucaMarchetti)

22/08/2014 14:07

EDITORIALE MARCHETTI MERCATO MILAN COME SOSTITUIRÀ BALOTELLI / MILANO - Mario Balotelli se ne va nuovamente. Stavolta destinazione Liverpool. Uno yo-yo fra Milano e l'Inghilterra per uno dei giocatori che dividono di più l'opinione pubblica. Tanto che la sensazione comune, fra i sondaggi di varie tv, giornali e siti, è che l'affare l'abbia fatto il Milan... Comunque la pensiate va via uno dei giocatori italiani più importanti, uno degli attaccanti della Nazionale azzurra. Sostituito da chi? Ora, con il doppio tesoretto (Balotelli/cessioni), che direzione prenderà il calciomercato Milan?

L'obiettivo numero uno è Jackson Martinez. L'attaccante colombiano del Porto ha una clausola di rescissione a 35 milioni di euro su un contratto rinnovato soltanto qualche settimana fa. Ma in realtà è una sorta di patto con il club lusitano. Perché lui sarebbe andato a scadenza nel 2015 e quindi a forte rischio di vedere non solo dimezzato il suo valore sul mercato ma anche di andare via a costo zero. Ecco perché l'asse Milan-giocatore può essere una chiave importante. Lui può spingere per ammorbidire la sua società, ma non basta. Servirà probabilmente anche il viaggio di Galliani a Oporto per convincere con la diplomazia a chiudere l'affare. È chiaro che Galliani si muoverà solo se ci sarà lo spazio per chiudere, altrimenti le piste potranno essere anche altre.

Il Milan ha sondato la disponibilità per Torres (in uscita dal Chelsea), Hernandez che con il Manchester United quest'anno non ha spazio (ma attenzione perché sul 'Chicharito' si è mossa anche la Juventus che ha provato a capire se il messicano può venire via in prestito), Soldado che è un giocatore con le caratteristiche giuste per il gioco di Inzaghi e Muriel. A prima vista non c'entra nulla, ma la velocità, le caratteristiche tecniche possono renderlo il vero outsider di questa corsa.

E poi naturalmente sul calciomercato si guarda all'esterno, con Cerci che rimane in prima fila, senza dimenticare le possibili alternative. Ma ora i rossoneri non hanno fretta, anche perché con i soldi in mano arrivati dalla cessione di Balo è giusto fare le cose con calma.

Infine c'è il capitolo Rabiot: l'offerta del Milan è interessante. Prestito biennale per consentire al ragazzo di diventare un protagonista europeo in una squadra importante (anche se senza coppe, almeno quest'anno). Però per fare questo dovrebbe rinnovare con il Psg. Ecco, di questo non è convinto. Ci penserà. Intanto il Milan continua a guardarsi intorno: da Fernando dello Shakhtar e Dzemaili (e Pandev) del Napoli. In dieci giorni ci sarà una mezza rivoluzione...




Commenta con Facebook