• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Marchetti > L'Editoriale di Marchetti - Il Napoli e una serata da Champions, aspettando quella vera. E gli acqui

L'Editoriale di Marchetti - Il Napoli e una serata da Champions, aspettando quella vera. E gli acquisti...

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di SkySport24


Luca Marchetti
Luca Marchetti (@LucaMarchetti)

11/08/2014 10:35

EDITORIALE MARCHETTI NAPOLI CHAMPIONS / MILANO - Una serata come questa, anche se 11 agosto, profuma già di Europa. Vuoi perché tornano  al 'San Paolo' Lavezzi e Cavani. Due dei tre tenori. Sono curioso di vederli di nuovo insieme, abbracciati ad Hamsik. Hanno reso grande il Napoli, fino a farlo diventare una grande realtà nazionale con vocazione internazionale. Manca l'ultimo passo, per consacrarsi. De Laurentiis negli anni della sua gestione ha derogato raramente ai suoi diktat: la prima regola è sempre stata crescita sostenibile. Gli acquisti fatti non devono arrivare per i soldi ma per il progetto, non si partecipa ad aste. Ecco perché il Napoli non irrompe sul calciomercato sbaragliando la concorrenza, perché Bigon si infila e si destreggia in trattative complicate e lunghissime.

Gli obiettivi sono da prima fascia, i dettami presidenziali sono rigidi. C'è poco spazio di manovra e il Ds partenopeo è stretto fra i vincoli di bilancio e di crescita sostenibile e le esigenze tecniche di Benitez. Peraltro migliorare la rosa non è semplice (e sicuramente non economico). Quell'ultimo passo Benitez lo vuole fare in questa stagione. Sa che è l'anno giusto. Lui viene da una buona stagione in cui ha posto le basi per il futuro. La Coppa Italia è la partenza. La Juve è alle prese con il cambio in panchina, la Roma rispetto alla passata stagione ha in più la Champions, le altre somo outsider... Un paio di acquisti e si può essere protagonisti assoluti.

Ma il calciomercato Napoli non va sempre spedito. Prendete Fellaini: da quanto ne parliamo? Dal giorno in cui si smentiva il viaggio in Belgio ad oggi sono passate quasi due settimane. E la situazione fra piccoli alti e bassi è stata sempre la stessa: il Napoli chiede il prestito e pagamento ingaggio, il Manchester United prima apre, poi chiude, poi dice si prestito ma oneroso, l'ingaggio lo pagate voi. Senza parlare del giocatore: l'esperienza lo intriga, ma ancora van Gaal in faccia non gli ha detto "non mi servi...". Ecco che allora dal Liverpool si materializza la pista B, mai passata di moda. Lucas Leiva. Da fare in prestito anche lui con un accordo sull'ingaggio ancora da trovare ma con una disposizione maggiore ad accontentarlo, visto che prende molto meno di Fellaini. Ma il centrocampista è la priorità, considerato pure che Behrami è andato via e che Dzemaili lo farà: il Napoli punta a prendere 6 milioni, il Milan farà offerta al ribasso, visto che il giocatore è in scadenza di contratto.

Il centrocampista è una priorità anche se il playoff di Champions non dovesse andar bene: l'obiettivo quest'anno è anche il campionato. Ecco lerché anche il Napoli si è buttato su Manolas. La trattativa con lo Swansea per Fernandez procede, il ragazzo è sostanzialmente d'accordo. Dovesse partire servirebbe un difensore di primo livello. E se non arriva il greco, ecco ancora Liverpool a tornare di strada: Agger che da tempo è nei pensieri di Benitez. Stasera il banco di prova. Dopo il Barcellona, il Psg. Il Napoli vuole sentirsi all'altezza delle grandi...




Commenta con Facebook