• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-INTER

Obinna straordinario, Lazarevic incontenibile. Bene Kovacic, impalpabile Alvarez


Obinna (Getty Images)
Valerio Sesti

18/05/2014 22:52

PAGELLE E TABELLINO CHIEVO-INTER / VERONA – Al Bentegodi brillano Obinna e Lazarevic nelle fila del Chievo, Kovacic in quelle dell'Inter. Bene D'Ambrosio, attento Bernardini. In ombra gli avanti dell'Inter: spenti Milito e Alvarez. In ombra Botta. La difesa dei padroni di casa non concede nulla.

CHIEVO

Squizzi 6,5 – Attento in un paio di occasioni nel primo tempo. Non può nulla sulla rete di Andreolli. Nella seconda parte di gara ordinaria amministrazione e qualche buon intervento.

Frey 6 – Attento in fase difensiva contro un difficile cliente come D'Ambrosio, propositivo in fase di spinta. Partita ordinata e sufficiente.

Dainelli 6 – “L'uomo della salvezza”, grazie alla rete di domenica scorsa a Cagliari, dà sicurezza al reparto e con grande esperienza guida i suoi con personalità. Dal 72' Obinna 7 – Entrato da neanche un minuto timbra subito il tabellino. Grande tiro nonostante la complicità di Carrizo. Ottima mobilità e dinamismo che tengono in ansia i difensori dell'Inter. Segna allo scadere la rete che vale tre punti con un bel tiro dalla distanza. Scatenato.

Bernardini 6,5 – Concentrato fin dai primi minuti, concede le briciole ad uno spento Milito. È un fattore sulle palle alte nei calci da fermo degli avversari. Solido.

Dramè 6 – Schierato per la prima volta da difensore centrale, si comporta egregiamente, non correndo rischi e proponendosi spesso in avanti uscendo palla al piede per impostare l'azione. Contributo importante.

Rubin 5,5 – Difensivamente non corre particolari rischi, in fase offensiva fa troppo poco per meritare la sufficienza. Timido.

Bentivoglio 5,5 – Discreto filtro davanti alla difesa, decisamente meno lucido in fase di palleggio. Poche presenze quest'anno e non ha il ritmo partita per prendere in mano il centrocampo come vorrebbe Corini.

Radovanovic 6 – Come sempre partita di sacrificio e grande determinazione. Match ordinato, offre una buona protezione al pacchetto arretrato. Dal 62' Kupisz 6 – Buon dinamismo a partita in corsa, offre il contributo chiesto da Corini per cambiare la gara.

Hetemaj 6 – Grande sostanza in mezzo al campo e grinta da vendere per il centrocampista giallo-blu. Prezioso in fase di contenimento, meno preciso in fase di palleggio. Esce sfinito a fine gara. Dall'86' Calello s.v.

Lazarevic 6,5 – Il giovane attaccante sloveno è voglioso di mettersi in mostra e compie una buona prestazione. Sgusciante nel breve, rapido nell'uno contro uno, è sempre pericoloso negli ultimi trenta metri. In contropiede è quasi inarrestabile: è l'arma in più del Chievo. Scatenato.

Paloschi 6 – Prende una traversa clamorosa ad inizio match. Sempre pericoloso in area di rigore, tiene in apprensione Cambiasso & co. Non trova il guizzo decisivo, che lo ha contraddistinto in questo ottimo campionato condito da tante segnature.

All. Corini 6,5 – Nonostante una squadra parzialmente rivoluzionata, la sua squadra offre un'ottima prestazione in entrambi le fasi. Il suo Chievo consegue una salvezza importante nonostante non fosse una rosa tecnicamente validissima. L'organizzazione di gioco, però, e la grande abnegazione dei suoi ragazzi hanno colmato questa mancanza. Complimenti.

INTER

Carrizo 5 – Poco impegnato per tutta la gara, sicuro in un paio di interventi. In uscita trasmette sicurezza al reparto difensivo. Fortunato nel primo tempo quando il Chievo colpisce due pali. Ha senza dubbi più di una responsabilità in occasione della rete del pareggio di Obinna: viene colto impreparato sul suo palo nonostante il tiro dell'attaccante sia molto forte. Sulla seconda rete del nigeriano probabilmente parte in ritardo.

Andreolli 6 – Soffre i contropiedi dei padroni di casa e spesso deve ricorrere al fallo per fermare la velocità degli avanti del Chievo. Segna a fine primo tempo un bel gol che porta in vantaggio i suoi.

Campagnaro 5,5 – Non sembra il difensore lesto e sempre attento di una volta. Sbaglia passaggi semplici e alcune volte si fa trovare impreparato e fuori posizione. Dal 46' Ranocchia 5,5 – Fino all'entrata di Obinna non rischia alcun pericolo. Entra il nigeriano e con la sua velocità da più di un grattacapo al difensore italiano che appare in affanno.

Cambiasso 6 – Impegnato questa sera in un ruolo non suo (difensore centrale), l'argentino è in difficoltà contro la rapidità di Lazarevic e Paloschi. In marcatura fatica un po' all'inizio, mentre in impostazione si distingue con i suoi piedi da centrocampista. 

Zanetti 7,5 – Finisce a Verona l'era di capitan Zanetti: esemplare professionista che con più di ottocento partite rimarrà per sempre nella storia di questa società. Tutti in piedi per applaudire uno straordinario giocatore, un vero esempio di serietà, dedizione e correttezza dentro e fuori dal campo. Solo applausi.

Kovacic 6,5 – Quando ha il pallone tra i piedi è un giocatore determinante: accelerazioni, passaggi smarcanti, giro palla rapido e tanta qualità. Meno presente in fase di non possesso dove spesso non si applica come vorrebbe Mazzarri ed è un po' lento a ripiegare. Il giovane croato sta migliorando di partita in partita. Dall'82' Guarin s.v.

Alvarez R. 5 – Mai in partita, tocca pochi palloni, non compie mai la giocata decisiva. Poco e nulla per il talento argentino, che non riesce ancora ad esplodere e ad esprimere pienamente il suo potenziale. Spento.

Taider 5,5 – Oggi gioca da vice Hernanes e non brilla. Compassato nella circolazione della palla, decisamente poco intraprendente nel primo tempo. Nella seconda frazione non riesce quasi mai a dare il cambio di passo per i compagni.

D'Ambrosio 6,5 – Alcune buone folata offensiva, punta con personalità l'uomo e spesso va al cross. I traversoni, però, non sono sempre precisi per i compagni. In fase difensiva partita ordinata.

Botta 5,5 – Poco presenze quest'anno e si vede. Tanta volontà, ma pochissima qualità (quella che vorrebbe Mazzarri). Qualche buona giocata, molto impegno ma obiettivamente non sembra un giocatore determinante che possa essere decisivo negli ultimi metri. Oggetto misterioso. Dall'85' Bonazzoli s.v.

Milito 5 -  “El Principe” non c'è più, dopo il grave infortunio al ginocchio non ha più trovato il posto da titolare e quando è impiegato non ha la freschezza e il passo necessario per scardinare le difese avversarie. Questa sera, al passo d'addio, è poco servito dai compagni, si muove poco e non è brillante negli ultimi metri.

All. Mazzarri 6 – Ha riportato l'Inter in Europa, ma la sua squadra ha sbagliato tante (troppe) partite. I giocatori che aveva a disposizione non erano propriamente funzionali al suo gioco e l'anno prossimo, con precisi interventi sul mercato, potrà, o meglio dovrà, dimostrare sicuramente qualcosa di più sia sul piano del gioco che dei risultati. Rimandato.

Arbitro: Manganiello 6,5 – Prima in serie A per il giovane arbitro italiano. Fin dai primi minuti opta per un arbitraggio abbastanza “soft”: nessun cartellino giallo e molta benevolenza in varie occasioni (soprattutto per due interventi di Botta e Dainelli meritevoli di ammonizione). Decide giustamente di ricorrere al cartellino giallo a fine primo tempo per un netto fallo di Andreolli. Partita molto corretta, la gestisce senza problemi e con autorità nei momenti più caldi. Promosso.

TABELLINO

CHIEVO-INTER 2-1

Chievo (5-3-2): Squizzi; Frey, Dainelli (dal 72' Obinna), Bernardini, Dramè, Rubin; Bentivoglio, Radovanovic (dal 62' Kupisz), Hetemaj (dall'86' Calello); Lazarevic, Paloschi. All. Corini.

Inter (3-5-2): Carrizo; Andreolli, Campagnaro (dal 46' Ranocchia), Cambiasso; Zanetti, Kovacic (dall'82' Guarin), Alvarez R., Taider, D'Ambrosio; Botta (dall'85' Bonazzoli), Milito. All. Mazzarri. 

Arbitro: Manganiello di Pinerolo.

Marcatori: 41' Andreolli (I), 73' e 90' Obinna (C).

Ammoniti: 38' Andreolli (I), 61' Frey (C), 74' Dramè (C).




Commenta con Facebook