• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI LIVORNO-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI LIVORNO-FIORENTINA

Basta il gol di Cuadrado alla viola per vincere il derby e spedire il Livorno in B


Davide Ritacco

11/05/2014 17:34

AGELLE E TABELLINO LIVORNO-FIORENTINA / LIVORNO – In una gara non certo spettacolare, la Fiorentina raggiunge il quarto posto aritmetico grazie ad una rete di Cuadrado su assist di Rossi. Un brutto Livorno torna in B, brutto finale di gara con l’espulsione di Miguel Borja.

 

LIVORNO

Anania 6,5 – Dei giocatori del Livorno è quello più motivato. Si supera in diverse occasioni, compreso il gol: dopo il miracolo iniziale non può nulla sul tap-in vincente di Cuadrado.

Ceccherini 6 – Rientra dopo più di un mese di stop e certo non demerita vista anche la sua condizione e quella della squadra. Dopo un’ora deve lasciare il campo per i crampi. Dal 67’ Piccini 6 – Entra in campo contro la squadra che detiene il suo cartellino. All’inizio un po’ di emozione forse lo tradisce, poi si riprende e chiude bene la gara.

Rinaudo 5,5 – Qualche impaccio di troppo c’è sempre. Concede troppo spazio a Cuadrado in occasione del gol. Ritrova e riabbraccia Rossi dopo il fallo dell’andata che costò l’infortunio.

Emerson 6 – Utilissimo sui calci piazzati, rischia anche di segnare, meno in fase difensiva. La poca velocità dei viola, specie nel primo tempo, lo avvantaggia e fa una discreta figura.

Castellini 5 – Dopo appena 10’ si fa subito ammonire per un’entrataccia su Matos, spinge poco e difende male. Nicola corre ai ripari inserendo un attaccante e scalando Mesbah. Dal 58’ Miguel Borja 4 – Il fallo da rosso diretto su Aquilani, non solo rischia di accendere un parapiglia, ma è persino ingiustificabile perché arriva a partita ormai finita. Il giovane giocatore del Livorno non controlla le sue emozioni e finisce male una stagione brutta per il Livorno. La sua gara, da subentrante, non era stata migliore.

Biagianti 5 – Del tutto impalpabile in mezzo al campo. E’ quasi come non ci fosse, non fa quasi nulla per mettersi in mostra e si esibisce in una passerella finale senza sudare nemmeno la maglia.

Duncan 5,5 – Il roccioso centrocampista amaranto soffre particolarmente il centrocampo tecnico della viola. Gioca troppo spesso fuori tempo. Giustamente sostituito. Dal 62’ Benassi 5,5 – Cerca di dare una mano e portare l’acqua al suo mulino. Anche lui va fuori giri presto, finendo sul tabellino dei cattivi con un giallo evitabile.

Mosquera 6,5 – Nicola aveva avvertito tutti che il giovane colombiano stava crescendo bene. Infatti è il migliore dei suoi, onnipresente su tutti i palloni e sempre pronto a dare una mano ai compagni. Non male anche palla al piede. Bella scoperta.

Siligardi 6 – Parte bene cercando di dare profondità e velocità al Livorno ma la squadra non lo supporta e lui si spegna troppo presto. Degli avanti amaranto è quello che si impegna di più.

Belfodil 5 – L’algerino, che ad inizio stagione sognava in grande, passando dal Parma all’Inter, si vede costretto a giocare per la salvezza senza raggiungerla. Anche oggi gara incolore. Sta a lui capire i suoi limite e il livello dove può arrivare.

Mesbah 6 – Parte come esterno alto per poi abbassarsi. In ogni caso sulla sinistra la fa da padrone. Non demorde mai e merita una sufficienza per l’impegno e la capacità che ci mette.

All.: Nicola 6 – In una stagione in cui si viene esonerati e richiamati nel giro di poche gare, le poche speranza di salvezza vanno a farsi benedire. Crediamo che Nicola avrà il tempo per rifarsi.

 

 

FIORENTINA

Rosati 6 – Praticamente mai impegnato. A differenza di domenica scorsa può fare una bella figura.

Roncaglia 5,5 – Soffre dalla sua parte le incursioni di Mesbah ma anche di Belfodil, tanto che nel finale è costretto a stenderlo e beccarsi un giallo superfluo.

G.Rodriguez 6 – Gara senza particolari straordinari. Il Livorno e i suoi attaccanti impensieriscono poco un difensore del suo livello.

Savic 6 – Così come il suo collega di reparto, può passare un pomeriggio di ordinaria tranquillità pensando a giocare senza soffrire e lottare contro attaccanti impegnativi.

Vargas 5,5 – Nel primo tempo offre la maggiore emozione con un tiro cross che sfodera la traversa. Il che è tutto dire. Continua il pessimo show all’intervallo con un battibecco evitabilissimo che porta al giallo.

Aquilani 6 – Quando, tale Miguel Borja gli attenta la caviglia, il pensiero del romano viola va subito ai mondiali. Infatti, l’intervento durissimo, fa prendere uno spavento fortissimo ad Aquilani che gliene dice quattro al giovane colombiano.

Ambrosini 6 – Come sempre grandissimo lottatore e instancabile centrocampista anche al cospetto di ragazzini più pimpanti e agguerriti di lui.

Borja Valero 6 – Senza infamia e senza lode. Disputa la sua onesta partita senza concedere più di tanto. Inizia da mezzala e finisce da trequartista. La sua classe gli consente di giocare ovunque. Dal 85’ Mati Fernandez s.v.

Ilicic 5,5 – Il Nureyev viola non si illumina quasi mai. Prova qualche giocata con il suo sinistro educato ma dopo un’ora Montella lo riporta in panchina. Dal 54’ Rossi 6,5 – Pepito continua la sua rincorsa mondiale mettendo minuti nelle gambe. Appena entrato mette in mostra la sua qualità offrendo l’assist del vantaggio a Cuadrado.

Matos 5 – Montella lo lancia dal primo minuto preferendolo anche a Matri. Il giovane brasiliano non incide e si fa notare solo per un’ammonizione e per l’unico tiro verso la porta ma in fuorigioco. Dal 46’ Pizarro 6,5 – Per dare maggiore sostanza a centrocampo Montella decide di spostare Borja Valero sulla trequarti e dare le chiavi del centrocampo nelle mani sapienti del cileno. Non delude.

Cuadrado 7 – In una gara poco spettacolare, tocca al colombiano mettere ancora una volta il sigillo su e offrire giocate interessanti. La sua undicesima rete stagionale, dà per il secondo anno consecutivo, la quarta piazza ai viola. Realizza il gol vittoria nel derby e spedisce i “rivali” in serie B. Un bel pomeriggio.

All.: Montella 6,5 – Quarto posto raggiunto per il secondo anno consecutivo. Non c’è male, nonostante la sfortuna di questa annata. Entrando nello specifico di questo match, troppo fiducioso verso Matos che lo tradisce, ma sa mettere mano alla panchina. Vince il derby e spedisce il Livorno in B.

 

Arbitro: Giacomelli 6,5 – Nove ammonizioni ed una espulsione. Ciò fa capire quanto la gara è stata dura e come lui l’abbia tenuta saldamente in mano. Giuste le ammonizione. Miguel Borja viene espulso direttamente nonostante un minuto prima avesse preso il giallo.

 

TABELLINO

 

LIVORNO – FIORENTINA 0-1

Livorno (4-3-3): Anania; Ceccherini (dal 67’ Piccini), Rinaudo, Emerson, Castellini (dal 58’ Miguel Borja); Biagianti Duncan (dal 62’ Benassi), Mosquera; Siligardi, Belfodil, Mesbah. All.: Nicola

Fiorentina (4-3-1-2): Rosati; Roncaglia, G. Rodríguez, Savic, Vargas; Aquilani, Ambrosini, Borja Valero (dal 85’ Mati Fernandez); Ilicic (dal 55’ Rossi); Matos (dal 46’ Pizaro), Cuadrado. All.: Montella

Arbitro: Giacomelli

Marcatori: 57’ Cuadrado (F),

Ammoniti: 10’ Castellini (L), 28’ Matos (F), 45’ Ceccherini (L), 45’ Vargas (F), 78’ Mosquera (L), 81’Roncaglia (F), 88’ Belfodil (L), 90’ Benassi (L), 91’ Miguel Borja (L).

 

Espulsi: 92’ Miguel Borja (L)




Commenta con Facebook