• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Fredrik Ljungberg su Arsenal, Milan, Inter e Roma

Fredrik Ljungberg su Arsenal, Milan, Inter e Roma

Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva l'ex campione svedese


Ljungberg (Calciomercato.it)
Eleonora Trotta Twitter: @eleonora_trotta

24/04/2014 15:34

ARSENAL SOCCER SCHOOLS ESCLUSIVO LJUNGBERG / ROMA - Da stella del campo, ad ambasciatore dei 'Gunners' e modello per giovanissimi calciatori dell''Arsenal Soccer Schools'. Freddie Ljungberg ha raccontato stamane in esclusiva a Calciomercato.it - a margine della presentazione dei nuovi 'Arsenal Camp' - la sua ultima avventura dopo l'addio al calcio giocato.

"Per me è un grande onore rappresentare un club come l'Arsenal a livello internazionale. Mi occupo di diverse cose: incontro politici, sindaci e diversi rappresentanti delle istituzioni. E per questo ruolo di ambasciatore e di coach, ho una particolare predilezione. Io, per esempio, da bambino non ho avuto e non avevo la possibilità di incontrare i calciatori".

La filosofia da trasmettere è quella di Arsene Wenger: "Qualità come l'umiltà, la voglia di migliorare sempre e il lavoro di squadra sono fondamentali. Quando giocavo io - ha proseguito Ljungberg ai microfoni di Calciomercato.it - c'era un meccanismo perfetto dove tutti si mettevano a disposizione e lavoravano con professionalità, compresi gli addetti alle pulizie". L'ex duttile giocatore svedese ha poi un particolare feeling con la metodologia del tecnico francese. I due hanno vinto la storica Premier nel 2004, raggiungendo la famosa imbattibilità delle 49 gare: "Wenger è un grandissimo allenatore. Se potrebbe lasciare a fine anno? So che non ha ancora firmato, ma spero che resterà ancora a lungo".

La tappa romana di Ljungberg riporta la mente a qualche anno fa, quando l'ex campione avrebbe potuto vestire la maglia di una squadra del 'BelPaese': "In passato molte società italiane come MilanInter Roma hanno provato a comprarmi ma l'Arsenal ha sempre detto no e io sono rimasto fedele ai Gunners". Ma il calcio italiano ha ancora fascino? "Sì, certo: il vostro calcio è sempre famoso in tutto il Mondo. Club italiani, come Milan ed Inter, hanno dominato la scena internazionale per lungo tempo. E, anche se attualmente il budget economico è inferiore rispetto al passato, mantengono uno speciale appeal. Tutti i giocatori pensano che il calcio italiano resti un'opportunità molto importante".

 




Commenta con Facebook