• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altre Europee > Russia, Panucci: "Al fianco di Capello per diventare allenatore"

Russia, Panucci: "Al fianco di Capello per diventare allenatore"

L'ex difensore della Roma fa il vice sulla panchina della Russia



13/04/2014 10:48

RUSSIA MONDIALI CAPELLO PANUCCI / MOSCA (Russia) - La nuova avventura di Christian Panucci è in panchina, dove da un po' di tempo affianca Fabio Capello alla guida della Nazionale di calcio della Russia. "Si è acceso qualcosa quando ho fatto il dirigen­te a Palermo: mi sono sentito abbastanza portato al rapporto con i giocatori. Vedere e riscontrare che mi seguivano e che mi rispettavano mi ha dato soddisfazione. - le parole dell'ex difensore a 'La Gazzetta dello Sport' - Nello spogliatoio ho notato che le regole che davo venivano applicate. Fabio mi ha chiamato e mi ha detto subito: 'Dai, vieni con me a fare il vice'. La fortuna è non soltanto essere al fianco di Capello, ma poter imparare anche da Ita­lo Galbiati, un grande maestro sotto tutti i punti di vista. Per me è come frequentare l'università degli allenatori. Capello è un duro, con lui le conquiste te le devi meritare: verso di lui provo un senso di rico­noscenza devastante, ho un rapporto fantastico sia con l'uomo sia con il manager".

MONDIALI - "Il gruppo è tosto, dotato di grande carattere. Sarà difficile buttarci fuori. In tanti dicono che siamo capitati in un girone facile, ma non è così. Il Belgio ha già dimostrato quanto peso ha, la Corea del Sud può far male soprattutto in attacco, l'Alge­ria è da scoprire. Io ho rinnovato il contratto con la federazione ma siamo d'accordo con Capello che, se doves­se arrivare un'offerta interessante, la prende­rò in considerazione".

 

M.D.F.




Commenta con Facebook