• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-SASSUOLO

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-SASSUOLO

Sansone lancia la formazione di Di Francesco. Deludono De Luca e Benalouane


Sansone (Getty Images)
Marco Cattarulla

06/04/2014 17:51

 

PAGELLE E TABELLINO ATALANTA-SASSUOLO / BERGAMO – Si fermano a sei le vittorie consecutive dell’Atalanta, che cade in casa contro un Sassuolo determinato a lottare sino all’ultima giornata per rimanere nella massima serie. Nella Dea, prova opaca di De Luca che non ripete le ottime prestazioni precedenti. Benalouane ha sulla coscienza l’errore che porta al vantaggio emiliano. Male Cigarini in cabina di regia e il duo offensivo Bonaventura-Estigarribia. Nel Sassuolo, magica doppietta di Sansone che scardina una gara complicata e regala tre punti fondamentali per la rincorsa salvezza. Pegolo mette al sicuro la vittoria, positivi sugli esterni Gazzola e Longhi e gran lavoro di sacrificio per Berardi.


ATALANTA

 

Consigli 5,5 – Se non può nulla sul primo gol, è da rivedere sulla punizione del raddoppio di Sansone. Bravo a negare il primo gol in seria A di Chibsah.

Benalouane 5 – L’Atalanta impone il proprio gioco quando gli esterni sono bravi e continui nelle sovrapposizioni. Lui non lo fa mai. Nell’occasione del primo gol cicca il rinvio e scivola maldestramente, aprendo la strada al diagonale di Sansone.

Lucchini 5,5 – E’ praticamente libero da marcatura perché su Zaza c’è Yepes. Pasticcia con Benalouane per il vantaggio ospite.

Yepes 5,5 – A difesa schierata riesce a contenere Zaza e Berardi, ma quando l’Atalanta spinge per trovare il pareggio e gli spazi si aprono, va continuamente in difficoltà di fronte ai rapidi attaccanti emiliani.

Del Grosso 5,5 – Nel primo quarto d’ora l’Atalanta pressa alto e lui è prezioso nel sovrapporsi a Bonaventura e creando superiorità numerica. Poi Berardi inizia a puntarlo e lui preferisce mantenere la posizione.

Estigarribia 5 – Dall’unico guizzo del paraguayano nasce una clamorosa occasione, non concretizzata da De Luca. Rimane invischiato nella morsa Longhi-Missiroli. Evanescente. Dal 77’ Livaja s.v.

Cigarini 5 – Il regista bergamasco incappa in una giornata storta e l’Atalanta perde. Lento nell’impostazione, impreciso sui calci piazzati.

Carmona 5,5 – Grande inizio di primo tempo anche per lui, poi cala e non riesce a dare il solito apporto di sostanza e qualità. Dal 60’ Baselli 5,5 – Cerca di riordinare le idee in un centrocampo sfasato e in debito d’ossigeno.

Bonaventura 5 – Pronti via e salta due avversari arrivando pericolosamente sul fondo. La difesa del Sassuolo si salva in extremis. Poi sparisce. Soffre maledettamente il mancato appoggio di Del Grosso e la scarsa vena dei compagni di reparto.

De Luca 5 – Partenza sprint per il piccolo attaccante bergamasco, tanto movimento e una grande occasione su conclusione ribattuta di Estigarribia. Poi si perde e non trova le misure per dialogare con Denis. Passo indietro rispetto alle precedenti prestazioni. Dal 63’ Betancourt 6 – Grande tecnica nonostante l’altezza importante, gioca da seconda punta e tenta in tutti i modi di rendersi pericoloso con sponde e movimento. Pegolo gli nega il gol all’esordio.

Denis 5,5 – De Luca non è in giornata e gli esterni non azzeccano un cross. El Tanque esce continuamente dalla “zona calda” per giocare qualche pallone ma finisce per diventare innocuo.

All. Colantuono 6 – Sufficienza di stima per la sua Atalanta che si ferma a 6 vittorie di fila in Serie A. Forse la squadra, un poco appagata, si specchia in se stessa e non “morde” la partita. Il mister tenta di dare una svolta cambiando interpreti ma il risultato non cambia.

 

SASSUOLO

 

Pegolo 7 – Sansone si porta a casa il pallone, lui lo accompagna. Straordinario sul tap-in di De Luca che poteva portare in vantaggio l’Atalanta dopo una manciata di minuti, gran riflesso sul colpo di testa ravvicinato di Betancourt. Per il resto, solito padrone dei palloni alti. Sicurezza

Gazzola 6,5 – Dieci minuti iniziali di fuoco, dove barcolla insieme a tutta la difesa. Poi mette la museruola a Bonaventura e non gli lascia più un metro.

Antei 5,5 – Soffre la velocità di De Luca che, per sua fortuna, non è in giornata. Poi fa a sportellate con Betancourt.

Cannavaro 6 – Più sicuro del compagno di reparto, disinnesca Denis costringendolo a ricever sempre palla sulla trequarti. Ammonito, salterà l’incontro casalingo con il Cagliari

Longhi 6,5 – Come Gazzola, annulla qualsiasi incursione dalla sua zona di campo.

Biondini 6,5 – Carattere e corsa per il centrocampista più esperto degli emiliani. Legge tutte le incursioni dell’Atalanta e non disdegna le sovrapposizioni per dar respiro alla manovra. Dall’85 Chibsah s.v.

Magnanelli 6 – Preferisce evitare pericolose e imprecise verticalizzazioni mantenendo palla e dialogando con i compagni per vie orizzontali. Gran lavoro in fase di copertura, diventando il terzo difensore centrale.

Missiroli 6,5 – Da una sua accelerazione nasce il calcio di punizione per il raddoppio del Sassuolo. Quando parte palla al piede è davvero difficile da contenere.

Berardi 6 – Il talentino del Sassuolo pare arrugginito, poco lucido negli spazi stretti e impreciso nelle giocate. E’ molto prezioso però in fase di copertura, limitando le sovrapposizioni di Del Grosso. Cresce nella ripresa quando gli spazi si aprono. Dal 75’ Rosi 6 – Utilissimo sulla corsia di sinistra con la sua velocità.

Zaza 6 – Croce e delizia. Lotta su ogni pallone, rincorre avversari e cerca di difendere palla e giocare di sponda con i compagni di reparto. Non sempre preciso in zona gol. Dal 75’ Floccari 5,5 – Entra per dar profondità al contropiede del Sassuolo ma fatica a farsi vedere dai compagni.

Sansone 7,5 – Man of the match. Nella prima frazione si occupa soprattutto di bloccare Benalouane sulla linea dei difensori, poi trova il guizzo in una mischia dopo un calcio d’angolo per infilare Consigli con un gran diagonale sul secondo palo. Nel secondo è molto più pericoloso e trova il gol del raddoppio con una precisa punizione dalla sinistra. Esce stremato dal campo per un calo di pressione.

All. Di Francesco 6,5 – Se il Sassuolo interpreta alla perfezione questa gara, il merito è anche del suo tecnico. Pressing sugli esterni bassi dell’Atalanta e controllo del centrocampo senza voler strafare in ripartenze che, come dimostrato nelle precedenti gare, non sempre riescono a essere precise. Poi ci vuole anche un pizzico di fortuna… Livorno a -1 e ora Bologna e Chievo sono soltanto a +3.

 

Arbitro: Orsato 6,5 – Direzione di gara senza macchie. Distribuisce cartellini con equilibrio quando la gara sale d’intensità, ben coadiuvato dagli assistenti in campo. Nessun episodio dubbio in area di rigore.

 

TABELLINO

 

ATALANTA-SASSUOLO 0-2

 

Atalanta (4-4-1-1): Consigli; Benalouane, Lucchini, Yepes, Del Grosso; Estigarribia (dal 77’ Livaja), Cigarini, Carmona (dal 60’ Baselli), Bonaventura; De Luca (dal 63’ Betancourt); Denis. All.: Colantuono.

Sassuolo (4-3-3): Pegolo; Gazzola, Antei, Cannavaro, Longhi; Biondini (dall’85’ Chibsah), Magnanelli, Missiroli; Berardi (dal 75’ Rosi), Zaza (dal 75’ Floccari), Sansone. All.: Di Francesco

Arbitro: Orsato

Marcatori: 32’, 59’ Sansone (S)

Ammoniti: 38’ Zaza (S), 40’ Antei (S), 50’ Del Grosso (A), 56’ Cannavaro (S), 60’ Yepes (A), 65’ Carmona, 69’ Lucchini (A),

Espulsi: -

 

 




Commenta con Facebook