• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Calciomercato Roma, Totti: "Tre acquisti e siamo da Scudetto!"

Calciomercato Roma, Totti: "Tre acquisti e siamo da Scudetto!"

Il capitano giallorosso carica l'ambiente in vista della prossima stagione


Totti (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

19/03/2014 09:05

CALCIOMERCATO ROMA INTERVISTA FRANCESCO TOTTI / ROMA - Il capitano della Roma Francesco Totti ha rilasciato una lunga intervista a 'Il Romanista', di cui vi abbiamo già riportato alcuni estratti. Ecco gli altri passaggi salienti:

LA ROMA - "Essere il capitano è un onore e una responsabilità che però non mi ha mai pesato. E' stato così da subito. Per me questa squadra è tutto, è passione, è amore, è voglia di portarla il più lontano possibile".

CURVE CHIUSE - "Contro l'Inter non sono andato allo stadio perché con la Samp mi aveva fatto un effetto brutto. Anche 'Romano bastardo' o 'Romano pezzo di m...a' è discriminazione territoriale, ma in questa storia sono stati usati due pesi e due misure".

SOGNO SCUDETTO - "Il sogno è finito nelle ultime quattro-cinque partite, non prima. Noi credevamo allo scudetto, comunque è svanito al 99%, un 1% me lo tengo per l'aritmetica. Genoa-Juventus? Tra un po' spaccavo il televisore, ma uno scudetto si vince anche così. La Juve è inarrivabile. Sono forti e sono tre anni che vincono, va dato loro merito. Quando le cose andavano meno bene avevano sempre un piccolo aiutino. Dati di fatto, visibili, che nessuno può negare. Secondo posto? Dipende solo da noi".

COPPA ITALIA - "Il rimpianto di quest'anno è legato alla semifinale d'andata di Coppa Italia contro il Napoli. Se avessimo vinto due, tre a zero sarebbe stata tutta un'altra partita".

CALCIOMERCATO - "Manca poco per lo Scudetto: tre acquisti, un grande giocatore per reparto. Garcia è l'allenatore giusto per farci vincere. Drogba? Magari venisse, è anche più giovane di me! (ride, n.d.r.) E' con giocatori così che vinci. Comunque non sono io che faccio il mercato, non l'ho mai fatto. Se giocherò nel nuovo stadio? Eh, dipende quando lo costruiscono! Io questo e altri due anni li faccio sicuro. Non è che ho tanta voglia di allenare. Adesso gioco, ci sono dei sogni da raggiungere con questa squadra".

BALOTELLI - "Non credo che possa capitare di giocare insieme in un club, credo che l'unico modo sia in Nazionale. Ci siamo salutati, ma per me è finita lì dopo quell'episodio (calcione di Totti a Balotelli nella finale di Coppa Italia tra Roma ed Inter del 2010, ndr). Era un accumulo di partite, di tensione, il suo modo di comportarsi".




Commenta con Facebook