• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Galliani: "La contestazione fa male, ma non aiuta"

Milan, Galliani: "La contestazione fa male, ma non aiuta"

L'amministratore delegato rossonero ha parlato della protesta dei tifosi


Galliani (Getty Images)
Matteo Zappalà (@mattzappa88)

16/03/2014 16:00

MILAN CONTESTAZIONE GALLIANI / MILANO - Intervistato da 'Sky' nel prepartita della sfida tra Milan e Parma, l'amministratore delegato rossonero Adriano Galliani ha parlato della contestazione dei tifosi. Ecco le sue dichiarazioni.

CONTESTAZIONE - "Fa male perché bisognerebbe ricordarsi del percorso di questo Milan. Non saprei cosa dire, è capitato a tutti, a Inter e Juventus, di stare fuori per anni dalle coppe europee. Speriamo non succeda, ma se dovesse succedere a noi ripartiremo dal prossimo anno. Vedere i tifosi che sono contro la squadra e contro la società non è carino ma andiamo avanti".

BALOTELLI
- "Io e la società siamo molto contenti dell'acquisto di Balotelli. Se non avessimo avuto l'intuizione nel gennaio 2013 di andarlo a prendere non ci saremmo qualificati in Champions League. Purtroppo la gente si ricorda sempre dell'ultima partita e non, magari, dei grandi sei mesi che ha fatto Balotelli la scorsa stagione. Non credo nemmeno che una contestazione possa aiutare in questo senso".

ALLEGRI - "Ho un buonissimo rapporto con lui, ma dopo 22 punti nel girone di andata ha capito anche lui che era difficile essere riconfermati. Quando i risultati non arrivano si cambia l'allenatore. In ogni caso, gli acquisti di Allegri sono stati sempre concordati dalla società e dal sottoscritto".




Commenta con Facebook