• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Baldissoni: "Non vera la lite Garcia-Ljajic. Il campionato non e' falsato"

Roma, Baldissoni: "Non vera la lite Garcia-Ljajic. Il campionato non e' falsato"

Il Direttore generale giallorosso ha sottolineato anche l'importanza della liberta' di stampa


Adem Ljajic (Getty Images)
Matteo Torre (twitter: @torrelocchetta)

11/11/2013 13:44

ROMA BALDISSONI GARCIA LJAJIC GIORNALISTI / ROMA - Si sta svolgendo al Circolo Canottieri Aniene il convegno 'La libertà di stampa nello sport', organizzato dall'USSI. Questo l'intervento del D.g. della Roma, Mauro Baldissoni: "La libertà di stampa è un valore impegnativo, cui siamo tutti a favore. Libertà vuol dire necessità a livello filosofico, libertà dai condizionamenti, ma anche responsabilità della stampa. Pochi giorni fa Garcia ha fatto un appunto su questo tema, chiedendo rispetto per il suo lavoro e di non dover mandare ronde intorno a Trigoria per impedire che gli allenamenti tattici vengano spiati. Questa è responsabilità della stampa. E' stata riportata una notizia non vera su un presunto litigio tra Garcia e Ljajic, che abbiamo subito smentito tramite ufficio stampa. L'indomani un noto giornale ha titolato: 'Ljajic lascia l'allenamento: infortunio o altro?', ma nel pezzo c'era scritto che 'è stato smentito dalla società'. Perché succede questo? Le notizie vanno sempre verificate, vi chiediamo di valutare la responsabilità. Siamo disponibili ad aiutare i ragazzi che fanno giornalismo e a tutelarli: bisogna fare corsi, studiare, essere formati nella maniera giusta ed essere pagati".

A margine del convegno, ai cronisti presenti Baldissoni ha aggiunto, come si legge su 'romanews.eu': "Il campionato non è falsato, altrimenti non scenderemmo in campo se la pensassimo così. Non è accaduto nulla fino ad oggi, la Serie A è regolare. I maghi? Qualcuno sta pagando i 'contro-maghi' (ride, ndr)". La Roma non è in calo, ha fatto cose straordinarie che non vanno dimenticate per due pareggi. Gli arbitri? Noi dobbiamo metterci in condizione di vincere le partite, che poi dipendono da tanti fattori, come fortuna, qualità degli avversari, decisioni arbitrali, che fanno parte del gioco e non sono sotto il nostro controllo: di queste non ci dobbiamo preoccupare. Sarebbe un grave errore pensare che strillando potremmo condizionare gli arbitri: con la gara a chi ha la voce più grossa e gli strumenti di informazione più grandi finiremmo di fare il nostro lavoro. Scudetto? Continuiamo a fare i nostri compiti, arrivando preparati alle gare. Siamo scesi sempre in campo con la condizione giusta per poter vincere, anche in occasione dei due pareggi".




Commenta con Facebook