• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Alessandro Canovi su Thiago Motta

Alessandro Canovi su Thiago Motta

Alessandro Canovi, procuratore del centrocampista della formazione parigina, in esclusiva ai nostri microfoni


Thiago Motta (Getty Images)
Federico Scarponi

08/11/2013 12:03

CALCIOMERCATO JUVENTUS ESCLUSIVO AGENTE THIAGO MOTTA BIANCONERI RINNOVO PSG / ROMA - Perno del centrocampo del Paris Saint-Germain, Thiago Motta è da tempo nel mirino di diversi importantissimi club europei tra cui la Juventus di Antonio Conte. La redazione di Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva il suo agente, Alessandro Canovi, per fare un punto della situazione.

"Lo scorso martedì ci siamo incontrati con la dirigenza del PSG per discutere sul rinnovo dell'attuale accordo che lega Thiago al club parigino fino al giugno del 2015 - ha spiegato Alessandro Canovi in esclusiva ai nostri microfoni - Non posso nascondere che le parti al momento siano molto distanti. Io sono sempre ottimista ma non nascondo che c'è tanto da lavorare. Ora è un momento di riflessione per noi e per la società transalpina. Non ci sono altri incontri in programma, ne riparleremo a fine campionato. L'interesse della Juventus? Non piace solo ai bianconeri, ma praticamente a tutti. Del resto parliamo di un giocatore unico, il terzo al mondo nel suo ruolo e ci dimentichiamo spesso che è ancora molto giovane (classe 1982, ndr). Mi sento però di escludere che possa cambiare maglia a gennaio: ora è concentrato solo sul Paris Saint-Germain: è ancora sotto contratto ed intende assolutamente rispettarlo. Vedremo più avanti cosa succederà, la sua priorità è quella di continuare a giocare al 'Parco dei Principi' ma un matrimonio lo si deve fare in due".




Commenta con Facebook