• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > SPECIALE CM.IT - ROAD TO BRASILE 2014: L'Armenia ai Raggi X

SPECIALE CM.IT - ROAD TO BRASILE 2014: L'Armenia ai Raggi X

Calciomercato.it vi offre un'analisi dei prossimi avversari degli Azzurri di Prandelli


Armenia (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

14/10/2013 16:27

CALCIO QUALIFICAZIONI MONDIALI BRASILE 2014 ITALIA ARMENIA PRANDELLI MINASYAN / ROMA- Domani sera alle 20.45 l'Italia di Cesare Prandelli scenderà in campo allo stadio 'San Paolo' per chiudere il proprio girone di qualificazione a Brasile 2014. Gli 'Azzurri' sfideranno l'Armenia di Vardan Minasyan in una partita importante che potrebbe regalare la qualifica di 'testa di serie' nel tabellone del sorteggio. Conosciamo meglio i nostri avversari.

PRECEDENTI – La nazionale armena è una squadra giovane, avendo esordito ufficialmente nell'ottobre del 1992 in segutio alla dissoluzione dell'Unione Sovietica. L'unico precedente con l'Italia è datato 12 ottobre 2012, quando a Yerevan gli 'Azzurri' si sono imposti per 3-1 con reti di Pirlo, De Rossi ed Osvaldo.

STORIA – Come già accennato, l'Armenia è una nazionale molto giovane. L'esordio ufficiale è avvenuto il 12 ottobre del 1992 quando la squadra dell'Est Europa ha pareggiato 0-0 con la Moldavia. In questi ventuno anni di storia i giocatori più rappresentativi sono stati Sargis Hovsepyan (recordman di presenze), Artur Petrosyan, Harutyun Vardanyan e l'attuale portiere Roman Berezosvky. Henrikh Mkhitaryan, nonostante la giovane età, può essere considerato uno dei talenti più fulgidi della storia di questa nazionale. L'Armenia non ha mai preso parte alla fase finale di una competizione ufficiale.

ALLENATORE – Vardan Minasyan siede sulla panchina dell'Armenia dall'aprile del 2009. Durante la sua gestione, gli 'Havak'akan' hanno raggiunto il loro apice, con il terzo posto nel girone di qualificazione ad Euro 2012 e la 41° piazza nel Raking Fifa. Minasyan è stato un centrocampista di medio livello che ha speso quasi l'intera carriera in patria tranne due stagioni all'estero: una in Svizzera con la maglia del Losanna e quella successiva in Russia con il Lokomotiv San Pietroburgo. E' un allenatore che bada al sodo ed infatti è solito schierare la sua Armenia con un 4-5-1 mascherato da 4-2-3-1.

COME GIOCHERA' – L'Armenia di Minasyan è una squadra poco spettacolare e molto concreta che può sfruttare la miglior generazione della propria storia. Nel 4-5-1 che scenderà in campo al 'San Paolo' Berezovsky sarà il portiere. Hovhannisyan, Mkoyan, Azrumanyan e Hayrapetyan dovrebbero comporre la linea difensiva. La folta mediana sarà formata da Yedigaryan e Mkrtchyan coppia arretrata con Ozbiliz, Mkhitaryan (stella della squadra) e Ghazaryan a supporto di Movsisyan, unica punta.




Commenta con Facebook