• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Dnipro-Fiorentina, Montella: "Ben fatto, contento di Neto. Turnover? Magari..."

Dnipro-Fiorentina, Montella: "Ben fatto, contento di Neto. Turnover? Magari..."

Le parole rilasciate al termine dell'incontro di Europa League dal tecnico viola


Montella se la ride (Getty Images)
Andrea Branco (twitter: @brancandre)

03/10/2013 23:20

DNIPRO FIORENTINA ANALISI MONTELLA / DNIPRO (Ucraina) - E' un Vincenzo Montella soddisfatto e sorridente quello che si presenta ai microfoni di Sky per commentare il successo sul Dnipro nella seconda giornata della fase a gironi dell'Europa League. Un successo che, grazie al contemporaneo pari tra Pacos Ferreira e Pandurii, proietta la Viola al comando solitario del Gruppo E: "La Fiorentina difficilmente tradisce le attese. Era un campo difficile, contro una squadra che veniva da 16 vittorie consecutive in casa. Mi è piaciuta la prestazione, ma mi sono piaciuti anche i singoli. Sono orgoglioso dei miei ragazzi. Abbiamo disputato una partita prettamente difensiva, loro giocavano con due attaccanti forti fisicamente e provavano tanti traversoni. Noi non abbiamo concesso niente, ad eccezione di un'azione individuale".

LAZIO E STANCHEZZA - "Turnover domenica? Non mi è rimasto nessun altro a disposizione (ride). Fa parte del gioco. Se si perde, so dove aggrapparmi, so dove trovare l'alibi. Ma non mi piace farlo. Il calcio è questo, non si può fare altrimenti".

RIGORE DNIPRO - "Io non parlo mai di arbitri. Io so che è rigore quando con un movimento scomposto o meno si fa volume con il corpo. Pizarro è piccolo, ha le braccia piccole, secondo me ne fa poco...".

INDECISIONI NETO - "Oggi per lui non era una partita facile, anche per come aveva iniziato la partita. Poi ha tirato fuori grande personalità, ha corso tanti rischi, uscendo su tanti traversoni dimostrando coraggio".

 

 

 




Commenta con Facebook