• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-CELTIC

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-CELTIC

De Jong diga, Matri sottotono, Balotelli un vero leader. Nel Celtic bene il portiere Forster


Milan-Celtic Glasgow (Getty Images)
Samuele Perotti

18/09/2013 23:10

PAGELLE E TABELLINO MILAN-CELTIC / MILANO – Al termine di una prova sottotono e deludente il Milan ottiene 3 preziosissimi punti battendo 2-0 un Celtic volenteroso ma non all’altezza della situazione. I goal arrivano solo nel finale e grazie ad una buona dose di fortuna. Balotelli è il vero trascinatore, Zaccardo riscatta la prova di Torino mentre Nocerino è il peggiore in campo. Il Celtic si aggrappa al suo portiere e alle folate offensive di un velocissimo Matthews. Gli scozzesi recriminano per la traversa colpita da Stokes all’80’ e per la dose di sfortuna che li ha privati di un pareggio più che meritato. 

MILAN

Abbiati 6 – Il Celtic non prende mai lo specchio della porta ma lui non sembra sicuro, soprattutto sulle uscite alte. 

Zaccardo 6 – Non sarà Abate ma l’ex Parma ci prova e soprattutto in avvio si presenta più volte sul fondo. In difesa lascia ancora un po’ a desiderare. Cala con il passare dei minuti.

Zapata 6.5 – A volte si fa trovare fuori posizione e questo lo costringe a degli affannosi recuperi. Alla fine Però non commette errori grossolani e aiutato dalla dea bendata trova il goal che sblocca il match.

Mexes 6 – Non commette grandi errori ma è sempre in affanno e al limite su ogni pallone. Questo toglie serenità a tutto il reparto arretrato. Prova ad impostare con scarsi risultati. 

Constant 5.5 – Meno brillante del solito. In difesa soffre la velocità di Matthews, in fase propositiva non trova mai il fondo.  Dal 75’ Robinho sv.

Nocerino 4.5 – Lento e distratto quando si trova a ricorrere gli avversari. Impresentabile in fase propositiva dove sbaglia anche gli appoggi più semplici.

De Jong 6 – Strappa la sufficienza grazie al solito certosino lavoro in interdizione. I problemi per lui ed i compagni arrivano quando si trova il pallone tra i piedi.

Muntari 6 – Prova pimpante sul piano atletico, caratterizzata però dalla troppa confusione. Si divora un goal fatto di testa al 62’, poi però chiude la patita con un tap-in vincente.

Birsa 5.5 – Parte bene, prima innesca Balotelli e poi sfiora il goal. La sua partita però dura poco e dalla mezzora in poi si vede solo quando batte i calci d’angolo. Dal 63’ Emanuelson

Balotelli 6.5 – É il vero fuoriclasse del Milan. Non trova la via del goal ma è l’unico a provarci in qualche modo, nonostante la posizione larga a sinistra non lo aiuti. Spesso predica nel deserto ma con una grandissima punizione propizia il goal del raddoppio. 

Matri 5.5 – All’esordio dal 1’ con la maglia rossonera del prima lotta su ogni pallone ma deve ancora affinare l’affiatamento con i compagni. Gioca pochi palloni ma con un movimento d’attaccante puro sfiora il goal Dal 86’ Poli sv.

Allegri 6 – Il risultato lo salva perché il Milan visto oggi a San Siro è stato privo di mordente e gioco. Le assenze sono molte e pesanti ma il tecnico livornese ci mette del suo, come la scelta di piazzare Balotelli largo a sinistra, lontano dal fulcro del gioco. 

CELTIC

Forster 7 – Reattivo e ben posizionato tra i pali salva il risultato in almeno 3 occasioni nel primo tempo. Beffato in occasione dell’1-0 da un proprio compagno, si esalta sulla punizione di Balotelli ma Muntari lo trafigge a porta vuota.

Lustig 6 – Propositivo in più di un’occasione, mette in difficoltà Constant insieme a Matthews. In difesa gioca semplice e non va mai in difficoltà.

Ambrose 5.5 – Il nigeriano gioca un buon match. Annulla Matri sul piano fisico e a volte imposta l’azione con successo. É sua la deviazione decisiva sull’1-0.

Van Dijk 6 – Ordinato, pulito il Milan lo aiuta cercando le punte con i palloni alti e lui diventa un vero e proprio muro.

Izaguirre 6 – Samaras non lo aiuta in fase di copertura e per questo soprattutto in avvio soffre le folate offensive del Milan. Bene quando si spinge nella metà campo rossonera.

Brown 5.5 – Un mastino in mezzo al campo ma mostra grandi lacune tecniche. Lento di testa e gambe, sciupa una buona occasione in ripartenza nella ripresa.

Matthews 6 – La velocità lo aiuta a mettere in difficoltà la retroguardia del Milan. Troppo spesso però si perde sul più bello sbagliando cross e passaggi in zona pericolosa. Dal 75’ Boerrigter sv.

Mulgrew 5 – Si piazza davanti alla difesa e non si muove da lì, tanto che più di qualcuno si chiede se sia o no in campo.  Dal 89’ Biton sv.

Commons 5.5 – Dovrebbe supportare Stokes, in realtà non entra mai nelle azioni offensive degli scozzesi. Ha una buona tecnica ma pecca di personalità. Dal 77’ Pukki sv. 

Samaras 6 – Uno con il suo fisico dovrebbe giocare al centro dell’aria. Lennon lo piazza largo a sinistra, lui fatica a carburare ma lotta su ogni pallone e con un paio di azioni personali fa venire i brividi ai tifosi rossoneri.

Stokes 5.5 – Alla fine è quello che va più vicino al goal, quando su punizione al 80’ prende la traversa. Nei 90’ però ci mette tanta grinta non incide mai né al tiro né in fase di supporto.

Lennon 6 – Mette in campo una squadra compatta, grintosa e con il materiale umano che ha è l’unica cosa che può fare. Recrimina per la traversa e qualche occasione non finalizzata al meglio. Il pareggio era più che meritato.

Arbitro: Wolfgang Stark 6 – Tiene in mano il match senza problemi e grazie ad una grande personalità evita anche di sventolare cartelli gialli alla prima occasione. 

TABELLINO

MILAN-CELTIC 2-0

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Zaccardo, Zapata, Mexes, Constant (75’ Robinho); Nocerino, De Jong, Muntari, Birsa (63’ Emanuelson); Balotelli, Matri (86’ Poli). Allenatore: Allegri. 

CELTIC (4-4-2): Forster; Lustig, Ambrose, Van Dijk, Izaguirre; Brown, Matthews (75’ Boerrigter), Mulgrew (89’ Buton), Commons (77’ Pukki); Samaras, Stokes. Allenatore: Lennon.

Arbitro: Stark (Germania)

Marcatori: 82’ Zapata (M) 85’ Muntari (M).

Ammoniti: 66’Ambrose (C), 75’ Mulgrew (C), 85’ Brown (C).

 




Commenta con Facebook