• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-BORUSSIA DORTMUND

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-BORUSSIA DORTMUND

Insigne 'Magnifico', Higuain spietato. Weidenfeller e Hummels irriconoscibili


Higuain (Getty Images)
Antonio Papa

18/09/2013 22:53

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-BORUSSIA DORTMUND / NAPOLI - E' una vittoria con brivido, considerata la pazzia finale di Zuniga, ma è vittoria. E che vittoria. Il Napoli sfrutta le disavventure del Dortmund ma riesce ad imporre a priori il suo gioco, decisamente più efficace di quello dei gialloneri di Klopp. E' la vittoria di un puntuale Higuaìn, di un magnifico Insigne, di un ritrovato Inler. Ma soprattutto è la vittoria di Benitez, che in un mese ha già scacciato via anni di Mazzarri. E stasera anche anni di Klopp. 

NAPOLI

Reina 6,5 - E' già uno dei beniamini del pubblico: ogni parata, anche la più semplice, è accompagnata dal boato della folla. Quando non ci sono pericoli di rilievo conta anche questo. 

Maggio 6,5 - Spinge poco, ma lo fa bene. Un paio di affondi meriterebbero miglior sorte, in difesa tiene bene. Anche perché da quella parte pericoli non è che ce ne siano molti. 

Albiol 7 - Serata di straordinari, va a tappare anche le voragini aperte dal compagno di reparto. Annulla Lewandowski con una sicurezza impressionante. 

Britos 5,5 - Primo tempo folle nel quale regala due palloni agli avversari e in una delle due occasioni si fa anche ammonire. E' incredibile come non riesca a prendere il pallone se non facendo fallo. Salva tutto con una rovesciata in area nel finale. 

Zuniga 6,5 - Corsa inesauribile e costante sulla sinistra, arriva sul fondo e smista sempre il pallone giusto. Uno di questi lo scodella al centro per il capoccione di Higuaìn, ed è il gol che a momenti fa cadere il San Paolo. Peccato per quell'idiozia finale che fa vivere alla squadra cinque minuti finali di sofferenza. 

Behrami 7 - Valon cuor di leone si esalta in queste partite, dove deve saltare come una lepre, più che correre come un leopardo, per recuperare il pallone agli avversari. Non le sbaglia mai, e stasera non fa eccezione. 

Inler 7 - Geometrie lucide e tocco di palla essenziale, per una sera si rivede l'Inler migliore, quello che l'anno scorso è mancato troppo spesso. Se gioca come sa, il Napoli il centrocampista "alla Benitez" ce l'ha in casa. 

Callejon 6 - Il gol lo sfiora nel finale, quando però arriva con un secondo di ritardo e non riesce ad inzuccare. Nel complesso non demerita, ma lascia il segno meno che in altre occasioni. 

Hamsik 6,5 - La sua presenza si sente, quando non si vede. Fondamentale nel creare superiorità numerica a centrocampo, tocchi essenziali ma sempre preziosi. Leader assoluto. (Dal 45' st Mesto sv)

Insigne 7,5 - Lo scorso anno non ha potuto mostrare all'Europa-che-conta di che pasta è fatto. In verità non era riuscito a farlo bene neanche in Italia. Sboccia nella serata più importante di tutte, sgusciando come un'anguilla a Grosskreutz che non lo vede mai. La magia però si compie al 22' del secondo tempo: missile terra-aria su punizione che tocca la traversa e si insacca in rete. E il San Paolo esplode. (dal 28' st Mertens 6,5 - Pochi minuti per mettersi in mostra, ma il folletto Dries li sfrutta tutti. Almeno tre discese sulla sinistra che potevano anche trasformarsi in gol).

Higuaìn 7 - Sale in cielo per demolire la porta di Weidenfeller con una craniata da manuale, e lo speaker chiama nove volte il suo nome. Poi infiamma il pubblico con quegli slalom palla al piede che però hanno sempre un dribbling di troppo. Ma vederlo giocare è uno spettacolo. (Dal 31' st Pandev sv)

All. Benitez 7,5 - L'anno scorso la Champions non era affar suo, stasera torna in cattedra e si prende il lusso di insegnare il calcio ai nuovi maestri. Aiutato anche dalla sorte (infortunio Hummels ed espulsione del portiere), ma è un Napoli già maturo, che copre tutto il campo con una semplicità disarmante. E' una squadra che già porta impresso forte il suo marchio. E' inverosimile che ci abbia messo solo un mese. 

 

BORUSSIA 

Weidenfeller 5,5 - Sullo stacco imperioso di Higuaìn non può nulla, poi esce alla disperata sullo stesso Pipita e si fa il secondo tempo negli spogliatoi. Espulso per un'ingenuità forse inevitabile per scongiurare il 2-0. 

Grosskreutz 5 - Vive la sventura di ritrovarsi di fronte uno dei migliori Insigne visti a Napoli. Lorenzinho lo salta e lo scherza come gli pare, lui non può far altro che limitare i danni.   

Subotic 6 - Infinitamente più sicuro di Hummels fin dai primi minuti, si assesta del tutto quando al suo fianco scala Bender. Prestazione con poche sbavature. 

Hummels 5 - Probabilmente non è al meglio della condizione, visto che fin dall'inizio sembra perennemente in ritardo sull'avversario. Una botta peggiora la situazione e lo costringe ad uscire (Dal 44' Aubameyang 6 - L'azione più pericolosa di marca Dortmund porta la sua firma: conclusione strepitosa che si stampa sulla traversa. Avrebbe meritato il gol).

Schmelzer 5,5 - Maggio e Callejon sono meno incisivi di Insigne e Zuniga, lui comunque non fa niente per mettersi in mostra. 

Sahin 5,5 - Preso nel mezzo dalla tenaglia svizzera, difficilmente riesce a venirne a capo. Ci prova anche dalla distanza, ma con scarsa fortuna.  

Bender 6 - Se Mkhitaryan scala a centrocampo, lui scala in difesa per sostituire l'infortunato Hummels. Se la cava piuttosto egregiamente, risultando forse il migliore dei suoi. 

Blaszczikowsky 5 - Prima a sinistra, poi a destra, poi di nuovo a sinistra. Ma non è serata. Klopp (o chi per lui) lo "sacrifica" dopo l'espulsione di Weidenfeller (46' Langerak 6 - Niente di rilevante da segnalare se non l'imprendibile punizione con la quale Insigne lo trafigge: non poteva farci nulla neanche Superman)

Mkhitaryan 5,5 - Fortemente limitato dall'arretramento a centrocampo dopo l'espulsione di Weidenfeller, si limita a fare il minimo indispensabile dalla cabina di regia. (Dal 30' st Hofmann sv)

Lewandowski 5 - Liberato al tiro giusto un paio di volte, spreca in malo modo. Poi non la vede più, anche perché di fronte ha un Albiol in forma smagliante. 

All. Klopp 5 - L'arbitro si impunta sul rientro in campo di Subotic e proprio in quel momento il Borussia prende gol. Apriti cielo. Klopp è una furia e non le manda a dire, l'arbitro non può che espellerlo. Ma la partita si stava già complicando, con un Napoli determinatissimo nell'attaccare i larghi spazi lasciati dalla sua difesa. 

Arbitro Proença 5,5 - Fa impazzire Klopp con la storia del cambio, poi lo caccia fuori. Vede bene sull'espulsione di Weidenfeller, poi altre decisioni che non cambiano di certo la storia della partita.

TABELLINO

NAPOLI-BORUSSIA DORTMUND 2-1

Napoli (4-2-3-1): Reina; Maggio, Albiol, Britos, Zuniga; Inler, Behrami; Callejón, Hamsik (91' Mesto), Insigne (71' Mertens); Higuain (71' Pandev). All.: Benitez

Borussia Dortmund (4-2-3-1): Weidenfeller, Großkreutz, Subotic, Hummels (45' Aubameyang), Schmelzer, Bender, Sahin, Blaszczykowski (45' Langerak), Mkhitaryan (71' Hofmann ), Reus, Lewandowski. All.: Klopp

Arbitro: Proença (POR)

Marcatori: 29' Higuain, 66 Insigne (n), 88' Zuniga (Aut.)

Ammoniti: Schmelzer, Behrami, Britos

Espulsi: Weidenfeller




Commenta con Facebook