• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, lo Schalke fa marcia indietro: "Addio Boateng non dovuto a razzismo"

Milan, lo Schalke fa marcia indietro: "Addio Boateng non dovuto a razzismo"

Il direttore finanziario del club tedesco fa chiarezza sui motivi del trasferimento del centrocampista ghanese


Kevin Prince Boateng (Getty Images)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

10/09/2013 16:04

MILAN SCHALKE 04 MOTIVO ADDIO BOATENG RAZZISMO / GELSENKIRCHEN (Germania) - Marcia indietro dello Schalke 04. Dopo le dichiarazioni del direttore finanziario del club Peter Peters ("Boateng ha lasciato il Milan per razzismo") e la pronta replica di Melissa Satta ("Non è vero"), ecco il dietrofront sottoforma di comunicato pubblicato sul sito ufficiale: "Il calciatore non ha lasciato l'Italia per colpa del razzismo. E' un malinteso di cui Peters si rammarica profondamente".

"Dopo avere parlato con il nostro direttore generale Horst Heldt, il mio assunto iniziale si è rivelato completamente sbagliato - ammette Peters nel comunicato - Lui ha confermato che gli episodi di razzismo non erano sicuramente il motivo alla base del trasferimento. Non appena tornerò, parlerò con Kevin personalmente e mi scuserò per ciò che ho detto. Non era certo mia intenzione lanciare false calunnie sul Milan o sui tifosi italiani".




Commenta con Facebook