• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Steven Zuber su Honda e Palermo

Steven Zuber su Honda e Palermo

Il giovane talento svizzero del Cska Mosca e' intervenuto ai microfoni di Calciomercato.it


Steven Zuber(Getty Images)
Giorgio Elia

05/08/2013 11:22

MERCATO MILAN ESCLUSIVO STEVEN ZUBER/MILANO - "Honda è veramente un giocatore fantastico, molto importante per la nostra squadra. Il mio augurio è che lui possa restare quanto più a lungo possibile con noi". Messaggio di speranza quello di Steven Zuber, giovane talento svizzero approdato in questa sessione di mercato al Cska Mosca, che ai microfoni di Calciomercato.it parla del compagno di squadra Keisuke Honda obiettivo numero uno del Milan.

"L'impatto con la mia nuova realtà calcistica è stato veramente sorprendente. Il Cska è un club favoloso e fin dal mio arrivo in organico tutti sono stati molto gentili nei miei confronti, aiutandomi al meglio nel mio inserimento in squadra - prosegue Zuber - Il nostro allenatore ama far giocare alle proprie formazioni un calcio molto tecnico e il livello dell'organico è decisamente elevato. L'obiettivo del Cska è quello di disputare ogni anno la Champions League, provando a metter le mani sulla coppa. La nostra è una squadra che può vantare una grande stabilità sia nella fase difensiva che in quella offensiva, con tanti giocatori dalle elevate doti tecniche".

ITALIA E GATTUSO - Eppure prima di andare in Russia, Zuber ha avuto la possibilità di trasferirsi in Italia: "E' vero ho avuto la possibilità di approdare nel campionato italiano. L'interesse del Palermo nei miei riguardi era concreto e in prima persona ho avuto la possibilità di parlare del mio eventuale passaggio in rosanero con lo stesso Gattuso - rivela il talento svizzero a Calciomercato.it - La possibilità di poter lavorare con un tecnico come lui rappresentava per me un sogno, ma alla fine ho deciso di approdare fin da subito in un club prestigioso come il Cska. Mi sono unito a un gruppo che ha vinto il campionato nella passata stagione e che si appresta a disputare la fase a gironi della Champions, tutti fattori che mi hanno fatto capire fin da subito di aver compiuto il passo più giusto per la mia carriera".

MADE IN SVIZZERA - L'astro nascente del calcio elvetico promuove poi Morganella e Daprelà suoi connazionali in forza al Palermo, soffermandosi anche su due ex compagni al Grasshoppers al centro dell'interesse di diversi club del nostro campionato: "Con loro il Palermo può sicuramente contare su due giocatori dal sicuro affidamento. Stiamo parlando di due ragazzi in possesso di una grande mentalità del lavoro, dotati di buone qualità tecniche. Abrashi? Credo che il suo soprannome possa regalare un'immagine chiara di lui, considerato che viene definito come il Gattuso svizzero. Lui è un vero e proprio 'animale' in grado di correre senza sosta grazie alla grande aggressività in suo possesso, alla quale abbina comunque una buona tecnica nella gestione del pallone. Hajrovic? Lui è un calciatore molto tecnico in possesso di un grande mancino e di un'ottima velocità di gioco. A mio avviso entrambi sono pronti per confrontarsi con un campionato sicuramente più competitivo come quello italiano".




Commenta con Facebook