• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > Nella Tela del Ragno: il bilancio del secondo semestre 2012

Nella Tela del Ragno: il bilancio del secondo semestre 2012

Informazioni e mercato su tutti i giocatori che abbiamo segnalato in quel periodo


Bernard (Getty Images)
Hervé Sacchi

26/07/2013 13:42

NELLA TELA DEL RAGNO RIEPILOGO SCHEDE WALLACE BERNARD 2012 / ROMA - Il lavoro principale degli scout è di monitorare costantemente la crescita di un giocatore. Noi non possiamo reputarci allo stesso livello di chi fa questo lavoro come vero e proprio mestiere, ma è doveroso, da parte nostra, ricapitolare il lavoro di ricerca che abbiamo fatto. Questo speciale elenca tutti i nomi che abbiamo scoperto nell'ultimo semestre del 2012. Andremo a fare il punto sulla stagione terminata e sulle questioni di mercato. E, inoltre, daremo un voto ai nostri consigli, in modo tale da capire se ci abbiamo visto giusto, o meno.  

MOHAMED SALAH (Basilea) - E' stato uno dei punti di forza della sua squadra, giunta alle semifinali di Europa League. L'egiziano può ancora migliorare sotto certi aspetti (sotto porta, in primis) ma rimane uno dei gioielli della sua squadra e della sua Nazionale. VOTO CONSIGLIO: 7,5

WALLACE (Chelsea) - Di fatto il suo passaggio al Chelsea è cosa recente. Tuttavia, nel destino del terzino ex Fluminense potrebbe esserci l'Italia e, più precisamente, l'Inter (leggi l'esclusiva per tutti gli aggiornamenti). Siamo curiosi di capire le sue effettive potenzialità in un campionato di livello. VOTO CONSIGLIO: 7

JACQUES ZOUA (Amburgo) - Il trasferimento alla squadra tedesca è recente. Non ha rispettato le attese, dimostrandosi abbastanza sterile sotto porta. Confidiamo nel suo potenziale, ma prendiamo atto dei numeri scarsi (24 partite in campionato e 1 gol). VOTO CONSIGLIO: 5

ABDUL MAJEED WARIS (Spartak Mosca) - Trasferitosi nello scorso mercato invernale dagli svedesi dell'Hacken, questo attaccante ghanese non ha ancora rispettato lo standard dell'ultima stagione in Allsvenskan. Solo 7 presenze e nessun gol ancora con la squadra moscovita, ma le 23 reti in 29 gare dell'anno scorso rimangono un buon biglietto da visita. VOTO CONSIGLIO: 6,5

CHEIKHOU KOUYATE' (Anderlecht) - Lo abbiamo visto contro il Milan in Champions League. E' un buon difensore, di grande struttura fisica. Può ambire a giocare in una grande del calcio europeo se migliorerà sul piano tecnico e in velocità. VOTO CONSIGLIO: 7

LUCIANO DARIO VIETTO (Racing Club Avellaneda) - E' uno dei nomi maggiormente attesi dalla prova europea, ma per ora non si è ancora mosso dall'Argentina. Seconda punta di qualità, con buoni dati in termini di gol realizzati, Vietto è sicuramente uno dei prospetti più interessanti del Sudamerica. VOTO CONSIGLIO: 8

DAVY KLAASSEN (Ajax) -Il problema all'inguine lo ha costretto a star lontano dal campo praticamente per l'intera stagione. VOTO CONSIGLIO: S.V.

EZEKIEL IMOH (Standard Liegi) - Ha concluso un'ottima stagione sul piano realizzativo. Con 14 reti in 22 partite è stato uno degli attaccanti più prolifici della Jupiler League. VOTO CONSIGLIO: 7

OUSSAMA TANNANE (Heerenveen) - Impiegato all'inizio della stagione in prima squadra, non è riuscito a convincere mister Van Basten che lo ha concesso nuovamente alla Primavera del club. Svincolatosi recentemente, è approdato all'Heracles Almelo. Non certo un salto di qualità. VOTO CONSIGLIO: 5

ADRYAN (Flamengo) -Ha trovato buona continuità nel corso della passata stagione. Segna poco ma dà il suo contributo, egregio per un ragazzo classe 1994. Può solo migliorare. VOTO CONSIGLIO: 6

ANDREAS CORNELIUS (Cardiff City) - I suoi gol non hanno lasciato indifferente le squadre inglesi che se lo sono conteso fino all'ultimo. A spuntarla sono stati i soldi e il progetto ambizioso della proprietà malese del Cardiff. VOTO CONSIGLIO: 7,5

ARON JOHANNSSON (AZ Alkmaar) -Trasferitosi nel mercato invernale dall'Aarhus - dove ha chiuso con 14 gol in 18 partite - all'AZ, l'attaccante islandese nato in Alabama è stato piuttosto sfortunato. Un infortunio lo ha costretto ai box fino alle ultime partite della stagione, nelle quali ha comunque trovato qualche gol per farsi stimare subito dal nuovo pubblico. VOTO CONSIGLIO: 6,5

MELKER HALLBERG (Kalmar) - E' uno dei giocatori nordici più promettenti. E' monitorato costantemente dalle big del calcio inglese ma per ora nessuna ha approfondito il discorso con il club svedese. Rimaniamo in attesa della sua definitiva esplosione. VOTO CONSIGLIO: 6

VICTOR ANDRADE (Santos) - Con la cessione di Neymar e Felipe Anderson, e la mancata acquisizione di Robinho, questa ala offensiva avrà strada libera verso la consacrazione. E' un classe 1995 che ha tutte le carte in regola per essere considerato un vero e proprio craqué. VOTO CONSIGLIO: 6,5

MIROSLAV KACER (Zilina) -Fulmine a ciel sereno, aveva stupito tutti con il suo gol all'esordio. Classe 1996, questo centrocampista slovacco ha ancora bisogno di tanta gavetta. VOTO CONSIGLIO: 6-

JOEL POHJANPALO (HJK Helsinki) - L'attaccante finlandese sta trovando discreto spazio nel suo club. Ha margini di miglioramento ma per ora non è pronto per il grande salto. VOTO CONSIGLIO: 5,5

JANO ANANIDZE (Rostow) - La stagione a singhiozzo tra le fila dello Spartak non è stata completamente da ricordare. Il club di Mosca lo ha ceduto recentemente al Rostow, con il quale ha disputato 55 minuti su due gare e ha firmato un assist. VOTO CONSIGLIO: 5,5

TONNY TRINIDADE DE VILHENA (Feyenoord) - Ha avuto grande spazio nella scorsa stagione e si candida a protagonista di quella imminente. Il giovane olandesino è un esterno di grande corsa, molto veloce e abile nel dribbling. Un talento veramente interessante nella squadra di Rotterdam. VOTO CONSIGLIO: 7

ALEN HALILOVIC (Dinamo Zagabria) - Piace a tante squadre e anche l'Inter lo sta tenendo d'occhio. Il fantasista croato, per ora, attende di trovare ancora più spazio nel suo club e affermarsi a livello nazionale. VOTO CONSIGLIO: 6,5

SIMON TIBBLING (Djurgardens) -Il regista classe 1994 è attualmente un titolare della sua squadra. Gioca stabilmente nell'U19 del suo Paese e prossimamente potrebbe approdare anche nelle selezioni di categoria superiore. VOTO CONSIGLIO: 6

BERNARD (Atletico Mineiro) - Chiudiamo con un campione. Nel senso che lo è diventato in settimana con il suo club, reduce dalla conquista della Copa Libertadores. Molti lo hanno conosciuto in Confederations Cup, nella quale ha avuto piccoli margini di gara. Classe 1992, è ritenuto uno dei pupilli di Scolari e potrebbe partecipare anche al Mondiale. VOTO CONSIGLIO: 8




Commenta con Facebook