• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-BRASILE

PAGELLE E TABELLINO DI ITALIA-BRASILE

Dopo un avvio disastroso, gli Azzurri riequilibrano la gara con buon carattere. Troppe le disattenzioni della difesa e le incertezze sui calci piazzati


Doppietta per Fred (Getty Images)
Stefano Carnevali (Twitter: @stefano_kaiser)

22/06/2013 23:01

PAGELLE TABELLINO ITALIA-BRASILE / SALVADOR DE BAHIA (Brasile) - Dopo un avvio davvero tremendo, l'Italia riesce a limitare il Brasile e viene punita sui calci piazzati e per le ldisattenzioni della difesa. Nella ripresa gli Azzurri crescono e mettono in difficoltà i padroni di casa. Nell'Italia si conferma lo stato di grazia di Giaccherini, piace De Sciglio e sorprende Maggio. Male Marchisio, sottotono Montolivo. Brutta prova anche per Buffon. Balotelli lotta, ma si vede a sprazzi. Nel Brasile brilla ancora Neymar, mentre Fred si conferma utile e redditizio 'puntero'. Oscar ed Hernanes vanno a intermittenza. Deludono Dani Alves e Hulk.

 

ITALIA

Buffon 5 - Decisivo dopo 54''. Poi però non convince: capitola per il tap-in di Dante, discreta dormita sulla punizione di Neymar e non impeccabile sui due gol di Fred.

Abate 6 - Partita difficile, perché dalla sua parte spinge Marcelo e parte Neymar. Tiene bene fino alla mezz'ora quando ha la peggio dopo un brutto scontro con Neymar. Dal 30' Maggio 6,5 - Entra a freddo e si deve misurare con Neymar, il brasiliano più in forma. Tiene bene, anche con qualche recupero di lusso. Non disdegna nemmeno delle buone sortite. Colpisce anche una traversa clamorosa, di testa.

Bonucci 5,5 - Tenta di reggere il fortino, ma balla notevolmente. E non riesce nemmeno a rilanciare. 

Chiellini 6 - Miracoloso in avvio, con alcune chiusure alla disperata. Si perde Fred nell'azione del vantaggio brasiliano. 'Sfondato' da Fred per il terzo gol del Brasile, si riscatta col gol del 2-3.

De Sciglio 6,5 - Grande primo tempo. Sopravvive al 'quarto d'ora di paura' e poi mette la museruola al deludente Hulk. Bene anche nella ripresa, nelle due fasi.

Montolivo 5 - Comincia con un pericolosissimo retropassaggio che dà il via all'assedio iniziale della Seleçao. Sempre preso in mezzo, non riesce a far valere la sua qualità Esce dopo 25' per un colpo alla testa. Dal 25' Giaccherini 6,5 - Si conferma il giocatore più in forma di questa Italia. Firma il secondo gol in azzurro: molto bello e importantissimo.

Aquilani 5,5 - Grande sacrificio. Ci mette molto impegno, dopo la brutta prova contro il Giappone. Fa tanto filtro ma non riesce a dare ordine.

Candreva 6 -  Dopo un avvio di sofferenza, prende le misure a Marcelo e tiene a bada il mancino del Real Madrid. Regala la punizione da cui scaturisce il gol di Dante, all'ultimo respiro del primo tempo. Nella ripresa è meno brillante.

Diamanti 5,5 - Non riesce a incidere. Il pallone passa pochissime volte dai suoi piedi. E non lo gestice mai bene. Dal 71' El Shaarawy 5,5 - Non riesce ad accendersi, nonostante l'Italia spinga parecchio nel finale.  

Marchisio 5 - Un'altra prova sottotono. Parte al centro, poi va a sinistra. Risultati davvero minimi.

Balotelli 6 - Abbandonato a sè stesso, si dà molto da fare: sente la partita, in positivo. Svaria su tutto il fronte d'attacco, anche se riceve pochissimi palloni. Avvia l'azione del pareggio azzurro con una giocata degna di Ibrahimovic. Si vede un po' di più nella ripresa, perché l'Italia cerca di giocarsela.

All: Prandelli 6 - Gli Azzurri partono con grandi difficoltà. Poca corsa e pochissima personalità. Il 4-2-3-1 diventa presto un sofferente 4-5-1. La sfortuna ci mette del suo, anche perché in 30' perdiamo due uomini per infortunio. Progressivamente, l'Italia riesce a riquadrarsi: l'iniziativa resta ai padroni di casa, ma gli Azzurri soffrono meno. I calci piazzati e le incertezze della difesa sono ancora fatali, ma il secondo tempo azzurro è buono.

 

BRASILE

J. Cesar 6 - Primo tempo di assoluto riposo. Nulla può sul bellissimo diagonale di Giaccherini e sulla conclusione di Chiellini.

Dani Alves 5,5 - Gioca sempre molto alto ma non incide molto. Anche perché, rispetto al solito, è molto poco preciso.

T. Silva 6 - Primo tempo di tranquillità, con l'Italia troppo bassa. Non impeccabile in occasione del gol di Giaccherini, visto che si fa distrarre da Diamanti.

David Luiz 6 - Subito ammonito e subito infortunato, resiste sino al 34esimo. Dal 34' Dante 6 - Crea qualche brivido attraverso alcuni interventi imprecisi. E' comunque l'idolo di casa e manda all'Inferno l'Italia all'ultimo minuto del primo tempo, con un bel tap-in.

Marcelo 6,5 - Spinge tantissimo, anche a costo di lasciare qualche spazio di troppo alle proprie spalle. Non sempre preciso, spreca qualcosa di troppo. Grande l'assist per il gol di Fred.

Hernanes 6 - Quando Oscar cala, è lui a prendere per mano il Brasile. Motivatissimo, contro l'Italia e per essere titolare, lancia e recupera palloni con una concentrazione che alla Lazio non sempre ha mostrato. Secondo tempo al piccolo trotto: non si vede più.

Luiz Gustavo 6,5 - Deve proteggere la difesa e dare equilibrio. Bene in fase di distruzione, non granché quando si tratta di rilanciare. Però non è il suo compito. 

Hulk 5,5 - Primo tempo deludente. De Sciglio non gli concede nulla. Qualcosa in più nella difesa, quando riesce a far valere la sua grande progressione. Dal 76' Fernando - SV.

Oscar 6 - In avvio catalizza continuamente il gioco della Seleçao. Poi si nasconde un po', ma la mediana azzurra non riesce a prendergli le misure: quando si attiva - sempre più di rado - è sempre pericoloso.

Neymar 7 - Parte da sinistra, ma ha licenza di accentrarsi per entrare nel vivo del gioco. Al 24' ha una grande occasione ma calcia malissimo. Dà sempre la sensazione di essere pericoloso. Sfonda di rado, cade spesso. E, con la complicità di Buffon, riporta in vantaggio il Brasile. Dal 69' Bernard 5,5 - Entra per concedere la passerella a Neymar, ma la partita non è chiusa. Lui soffre e fa poco. 

Fred 7 - Aprivarchi vecchia maniera - in funzione di Neymar -, in avvio non tocca molti palloni e, spesso, eccede in evitabili finezze. E' decisivo in occasione del vantaggio brasiliano: Buffon deve superarsi sul suo colpo di testa, innescando Dante. Segna anche una bella doppietta, con potenza e opportunismo.

All: Scolari 6,5 - L'avvio del Brasile è arrembante: il pubblico spinge una Seleçao volitiva, che approfitta delle incertezze azzurre. Via via, la 'verve' verdeoro cala. I calci piazzati sono determinanti, ma la squadra prosegue solo a fiammate. Finale con qualche inaspettata sofferenza.

 

Arbitro: Irmatov (Uzb) 5 - Molto severo, tiene la parita in pugno. Indulgente, sempre, con chi cade. Fuorigioco millimetrico di Fred nell'azione del vantaggio brasiliano, punizione generosa per il gol di Neymar e un paio di dubbi di troppo nell'area del Brasile. Pasticcio sul 2-3 per gli Azzurri: fischia il rigore, poi concede il gol a Chiellini.

 

ITALIA-BRASILE 2-4

ITALIA (4-2-3-1): Buffon; Abate (30' Maggio), Bonucci, Chiellini, De Sciglio; Montolivo (25' Giaccherini), Aquilani; Candreva, Diamanti (71' El Shaarawy), Marchisio; Balotelli. All: Prandelli

BRASILE (4-2-3-1): J. Cesar; D. Alves, T. Silva, D. Luiz (34' Dante) Marcelo; L. Gustavo, Hernanes; Hulk (76' Fernando), Oscar, Neymar (69' Bernard); Fred. All: Scolari

 

Arbitro: Irmatov (Uzb)

Marcatori: 45' Dante (B); 51' Giaccherini (I); 55' Neymar , 66' Fred (B); 70' Chiellini (I); 88' Fred (B)

Ammoniti: 8' D. Luiz, 28' Neymar, 44' L. Gustavo (B); 38' Marchisio (I)

Espulsi: 

Note: 




Commenta con Facebook