Breaking News
© Getty Images

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-MILAN: Handanovic super, De Sciglio disastroso

João Mario è in giornata, Bacca no. Calabria è fragile, Deulofeu sempre positivo ma è Zapata a essere decisivo

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-MILAN PROMOSSI E BOCCIATI / Handanovic João Mario sono i migliori dell'Inter, in cui si mettono in luce anche Candreva Perisic. Icardi si vede solo per il gol. Kondogbia cresce nella ripresa, mentre Gagliardini non gioca una buona gara. Tra i Rossoneri Bacca e soprattutto De Sciglio fanno disastri, Donnarumma non è impeccabile. Poco da Suso, Deulofeu non basta. Zapata salva tutto. 

 

INTER

Handanovic 7,5 - Pronti via: brivido di piede e poi gran parata su Deulofeu. Bene in uscita sempre sullo spagnolo e su un tiro da lontano di Suso. Salvato dal palo di Deulofeu, in quella occasione era sorpreso. Al 34’ ancora decisivo in uscita e sempre su Deulofeu. Eccellente anche nella ripresa: para tutto quello che deve, esce con tempestività. Partitone nonostante la beffa finale. 

D’Ambrosio 5,5 - Fatica su Deulofeu e, quando attacca, pasticcia non poco. Con il passare dei minuti migliora in appoggio, ma continua a soffrire un po' troppo su Deulofeu. Sorpreso sul gol di Romagnoli.

Medel 6 - Si sfianca per tappare i ‘buchi’ che si aprono sulle fasce. ‘Tiene botta’, anche se quando è preso in velocità soffre. Nella ripresa - nel fortino - tutta un'altra storia. In controllo. Il finale è thriller.

Miranda 6 - Riduce i suoi spostamenti al minimo e presidia il cuore dell’area con buona attenzione. Soffre anche lui i tagli delle ali rossonere. Limita bene Bacca ma in troppe circostanze rischia palla al piede. Meglio nel secondo tempo, ma nel finale trema eccessivamente.

Nagatomo 5,5 - Rispolverato dopo tanta panchina, tradisce una necessità di copertura maggiore nei piani di Pioli. Fa il suo perché Calabria non lo impensierisce mai e Suso non lo attacca. Quando è sollecitato, però, è sempre in difficoltà.

Gagliardini 5 - Si presenta con un erroraccio che consente al Milan una palla gol mostruosa. Fatica più del previsto, ma ha il merito di trovare l’assist per il gol di Candreva. Migliora un po', ma non è la sua prova più luminosa. Partecipa anche al pasticcio sul gol di Romagnoli. 

Kondogbia 6 - Incide molto poco. Con la sua fisicità dovrebbe ‘farsi sentire’ molto di più. Consueta legnosità palla al piede. Quando l’Inter smette di soffrire anche lui contribuisce alla causa con coraggio. 

Candreva 6,5 - Propositivo ma molto impreciso in tante giocate. Ha il ‘guizzo’ che porta in vantaggio l’Inter, approfittando della dormita di De Sciglio e Donnarumma. Dal 91' Biabiany SV -.

João Mario 7 - Vince il ballottaggio con Banega, probabilmente per garantire maggior equilibrio. Gioca con sapienza, svariando con utilità su tutta la trequarti. Bravo anche per i recuperi. Decisamente meno brillante nella ripresa. Dall'80' Murillo SV -.

Perisic 7 - Parte con una serie di errori tecnici inaspettati. Poi cresce. Ci mette un po’ troppo ad avere la meglio su di un francamente impresentabile Calabria. Quando sfonda sa fare sempre male. Fallisce il 3-0 all’11’ della ripresa. Dal 68’ Eder 5,5 - Prova a tenere alta la squadra, senza far mancare ripiegamenti generosi. Qualche scelta sbagliata di troppo. 

Icardi 6 - Isolato tra le linee nemiche, ha poche occasioni per mettersi in luce. Vero è che fa molto poco per dialogare coi compagni e partecipare alla manovra. Quando deve timbrare, però, è pronto. Partecipa pochissimo al gioco. 

All. Pioli 6 - Scelte conservative, per dare equilibrio. Dopo un avvio molto complicato, la partita si raddrizza: l’Inter tiene il pallino del gioco anche se è un po’ sterile. Le giocate decisive, però, fanno la differenza. Il secondo tempo è ben controllato, con la giusta cattiveria e compattezza. Finale pauroso, ma solo perché è un derby. Ha comunque il torto di abbassare troppo la squadra.

 

MILAN

Donnarumma 5 - Primo tempo piuttosto sereno, salvo quando si complica la vita con dei controlli di piede da brividi. Ha colpe evidenti sul gol di Candreva. Nulla può contro Icardi. Poi non è più chiamato in causa. 

Calabria 5 - Non convince appieno in nessuna delle due fasi. Forse sente un po’ troppo la tensione. Affonda sull’azione del raddoppio. Dovrebbe spingere come fa capitan Abate, ma è troppo fragile. Dall'80' Ocampos SV -.

Zapata 7 - Ancora preferito a Paletta. Siamo alle solite: atleticamente non si discute, ma le sue scelte non sono mai pultissime. Tiene anche in campo aperto, nella ripresa. Il suo gol finale è clamoroso: il più importante della sua carriera. 

Romagnoli 6,5 - Comanda la difesa abbastanza serenamente per tutta la prima parte di gara. Quando è schierato il Milan soffre molto poco, ma le due fiammate dell’Inter trovano poco presente anche lui. Il suo gol riaccende la gara. 

De Sciglio 4,5 - Non convince mai per atteggiamento: molle e troppo rinunciatario. Dopo una serie di occasioni in cui, pur soffrendo, riesce a cavarsela, commette la dormita incredibile in occasione del gol di Candreva. Comincia male anche la ripresa. 

Kucka 5 - Deludente. Non si sente con il fisico e neppure con gli inserimenti. Alla lunga perde il confronto a distanza con Kondogbia. Dal 57’ Locatelli 6,5 - Tatticamente importante, riesce anche in qualche giocata positiva e in verticale. Ordinato e attento: aiuta il Milan.

Sosa 5 - Alterna cose buone a qualche errore grave. In costruzione potrebbe osare di più. Con il passare di minuti paga eccessivamente dazio: troppe rincorse, poche geometrie. Dal 75' Lapadula 5,5 - Solita generosa confusione. Che non porta nulla in dote. 

Fernandez 6,5 - Piace per impegno, corsa e recuperi generosi. Latita un po’ per qualità delle giocate: grave per uno come lui. Resta comunque tra i meno negativi del centrocampo rossonero. 

Suso 5,5  - Ci si aspettava una partita più propositiva. Si accentra troppo spesso e, invece di sfruttare la propria velocità contro Nagatomo, si ‘incastra’ tra Gagliardini e Kondogbia. Risultato? Tanti errori, incisività minima. Se non altro firma l'assist per Romagnoli.

Bacca 4,5 - Parte bene, vivace. Ha una bella occasione in avvio (dopo l’errore di Deulofeu): girata non facile, ma avrebbe potuto fare meglio. Poi scompare: si fa limitare con eccessiva facilità da Miranda, si fa anticipare da Medel e non tira più. Non riesce nemmeno a fare una sponda utile. Troppo indeciso, sempre. Ha perso il fiuto da bomber: anche il suo assist finale è un tiro sbagliato.

Deulofeu 6,5 - Ha sulla coscienza un’occasione limpidissima fallita dopo un minuto e mezzo. A tratti incontenibile. Sfida aperta con Handanovic che gli spegne - sempre in uscita - l’urlo in gola almeno due volte. Poi cala anche lui, ma i suoi strappi sono l’unica speranza del Milan. 

All. Montella 6 - La velocità di Zapata preferita alla grinta di Paletta e Fernandez titolare: queste le scelte più rilevanti. Dopo un avvio che fa ben sperare, arrivano due fiammate dell’Inter che indirizzano la partita e mettono in crisi i Rossoneri oltre il lecito. Troppo deboli i terzini, errato chiedere a Suso di tagliare in continuazione verso il centro. Dopo lo 0-2 la reazione è molto timida: non quello a cui il Milan ha sin qui abituato. Poche anche le idee di Montella. Ma perché Antonelli non gioca mai? Mossa-Locatelli corretta. Nel finale si vede lo spirito giusto. Ma solo perché il derby è follia.

 

Arbitro: Orsato 7 - Non ci sono tante situazioni spinose. Lui, autoritario come al solito, gestisce bene. Giusto ammonire Kucka, che cade senza motivo in area. Giusto stroncare, nel finale, le proteste di Icardi. Giustamente severo anche in occasione delle 'cadute facili' di Deulofeu. Tiene bene anche nel concitato finale. 

 

TABELLINO

INTER-MILAN 2-2

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Miranda, Nagatomo; Gagliardini, Kondogbia; Candreva (91' Biabiany), João Mario (80' Murillo), Perisic (68’ Eder); Icardi. All. Pioli. A DISP: Ansaldi, Santon, Brozovic, Andreolli, Sainsbury, Palacio, Murillo, Gabriel Barbosa, Biabiany, Carrizo, Banega

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria (81' Ocampos), Zapata, Romagnoli, De Sciglio; Kucka (57’ Locatelli), Sosa (75' Lapadula), Fernandez; Suso, Bacca, Deulofeu. All. Montella. A DISP: Vangioni,, Storari, Gomez, Paletta, Poli, Antonelli, Plizzari, Honda

Arbitro: Orsato

Marcatori: 36’ Candreva, 44’ Icardi  (I); 83' Romagnoli, 97' Zapata (M)

Ammoniti: 34’ Kucka, 95' Locatelli (M); 37’ Candreva, 86' Handanovic, 93' Gagliardini (I)

Espulsi

Note

In evidenza   Inter   Juventus
Juventus, Moggi: "Calciopoli? Non è cambiato nulla. Inter sempre a 15 punti"
In evidenza   Inter  
Fiorentina-Inter, Mancini: "Resto? Se non mi mandano via..."
Fiorentina-Inter, Mancini: "Resto? Se non mi mandano via..."
Calciomercato.it vi offre le dichiarazioni dell'allenatore nerazzurro
In evidenza   Inter   Sampdoria
Serie A, le probabili formazioni della trentaseiesima giornata
Serie A, le probabili formazioni della trentaseiesima giornata
Ecco i possibili schieramenti riportati dagli inviati di Calciomercato.it