• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Primavera, Road to Final Eight Scudetto: Lazio-Torino

Primavera, Road to Final Eight Scudetto: Lazio-Torino

Le due squadre, allenate rispettivamente da Alberto Bollini e Moreno Longo, si affronteranno sabato a Citta' di Castello


Antonio Rozzi (Getty Images)
Stefano D'Alessio (@SDAlessio)

29/05/2013 13:25

PRIMAVERA ROAD TO FINAL EIGHT SCUDETTO LAZIO TORINO / ROMA - Otto squadre, un unico obiettivo: lo Scudetto Primavera 2012/2013. Il primo quarto di finale della Final Eight di categoria andrà in scena sabato alle 17 allo stadio ‘Corrado Bernicchi’ di Città di Castello e vedrà l’una contro l’altra la Lazio di Alberto Bollini e il Torino di Moreno Longo.

La sfida non è inedita: già lo scorso anno le due squadre si affrontarono ai quarti di finale e in quell’occasione a spuntarla furono i biancocelesti con una doppietta di Emmanuel (inutile la rete di Pinelli allo scadere per i granata). I capitolini proseguirono poi il loro cammino fino alla finale, uscendo sconfitti dal campo per mano dell’Inter, laureatasi così Campione d’Italia Primavera (3-2 il risultato finale).

Anche quest'anno è la Lazio a partire coi favori dei pronostici nello scontro diretto coi granata, dopo aver chiuso la regular season al primo posto nel girone C, con 59 punti in 26 gare, una sola sconfitta, 64 gol fatti (miglior attacco in Italia) e 22 subiti.

Il Torino (terzo in regular season nel girone A con 53 punti, 40 gol fatti e solamente 19 subiti) arriva però a questo match già ampiamente rodato: per arrivare alla Final Eight i granata hanno infatti dovuto affrontare e superare nei play-off di qualificazione il Genoa (battuto per 3 a 2) e l'Inter campione in carica (1 a 0 il risultato finale). Proprio pochi giorni fa, inoltre, il Torino di Longo ha preso parte al torneo amichevole 'Cor Groenewegen Cup', terminando la competizione con un rispettabile quarto posto (dietro Atletico Mineiro, Az Alkmaar e Espanyol).

I punti di forza della squadra granata, come già sottolineato, provengono dal reparto difensivo. In tutta la stagione, il portiere Alfred Gomis è riuscito a mantenere la porta inviolata in ben 12 occasioni. Il cannoniere - se di ciò si può parlare considerata la scarsa vena realizzativa della squadra - è Mattia Aramu (1995), con 7 reti, ma sono da tenere d'occhio anche le incursioni in zona gol di Vittorio Parigini (1996) e le geometrie di capitan Emanuele Gatto (1994, reduce dall'Europeo Under 19 con la maglia della nazionale).

Nelle fila biancocelesti, degno di menzione è l'intero pacchetto offensivo. Due i ragazzi di maggiore talento, sui quali si sono già posati gli occhi degli osservatori: Antonio Rozzi (1994, anch'egli protagonista nel recente Europeo Under 19 con la maglia azzurra) e Balde Diao Keita (1995, proveniente dal Barcellona), squalificato però per la gara contro il Torino. Altri giovani biancocelesti che hanno avuto già modo di assaporare il contatto con la prima squadra sono il portiere Thomas Strakosha (1995) e l'esterno di centrocampo Luca Crecco (1995).




Commenta con Facebook