• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-BOLOGNA

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-BOLOGNA

'Manita' di Klose che passeggia sui resti della difesa rossoblu'


Miroslav Klose (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

05/05/2013 16:59

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-BOLOGNA/ ROMA – La Lazio torna alla vittoria e lo fa in grande stile, battendo 6-0 il Bologna allo stadio 'Olimpico'. Mattatore di giornata Miroslav Klose, autore di cinque gol che hanno demolito i rossoblù, incappati nella loro peggior prestazione stagionale.

LAZIO

Marchetti 6 – Spettatore non pagante, si gode una domenica senza troppe preoccupazioni guardando i compagni seppellire il Bologna da posizione privilegiata.

Konko 7 – Un rullo compressore sulla fascia destra, demolisce Abero e serve a Klose l’assist per il quarto gol biancoceleste.

Cana 6 – Facilitato dall’immobilità dell’attacco emiliano, si limita a fare la guardia alla porta difesa da Marchetti.

Dias 6 – Pomeriggio tranquillo per il brasiliano, mai impensierito da Gilardino e Gabbiadini.

Radu 6,5 – Spinge e contiene con la stessa intensità tappando anche qualche buco in mezzo al campo.

Candreva 7,5 – Spina nel fianco della retroguardia rossoblù, propizia due dei cinque gol messi a segno da Klose e cerca con insistenza la gloria personale dalla distanza. Dal 63' Pereirinha sv

Ledesma 6,5 –  Si alterna alla stanza dei bottoni con Hernanes, mettendo a nudo tutte le carenze dei centrocamipisti  bolognesi.

Hernanes 7 – Parte leggermente lontano dal gioco ma poi sceglie il miglior modo per farsi notare: un destro a giro di rara bellezza che bacia la traversa e si insacca alle spalle di Stojanovic.

Lulic 7,5 – Oltre alla vena realizzativa di Klose, la Lazio costruisce la vittoria grazie alla rapidità sulle fasce, garantita per novanta minuti dal bosniaco.

Klose 10 – A secco da dicembre, sceglie una soleggiata domenica di maggio per incidere il proprio nome a caratteri cubitali nella storia del campionato italiano: distrugge da solo la povera difesa del Bologna e diventa il primo giocatore della Lazio a segnare 5 reti in un partita. Letale. Dal 68' Saha sv

Floccari 7 – Con Klose in stato di grazia, a lui tocca un lavoro tanto sporco quanto prezioso ai fini del successo laziale. Dal 75' Gonzalez sv

All. Petkovic 7 - Per curare il mal di gol della Lazio, gli è bastato rinnegare il modulo ad una punta, inserendo Floccari accanto a Klose. Sei gol servono per scacciare i fantasmi di una crisi che sembrava non finire mai, anche se il Bologna visto oggi è davvero poca cosa.

BOLOGNA

Stojanovic 4 - Prende sei reti, alcune per responsabilità propria (vedi primo gol di Klose, nato da una respinta corsa su tiro di Candreva) altre per manifesta superiorità avversaria (il tiro a giro di Hernanes). Giornata da dimenticare: in fretta.

Garics 4 - Deve occuparsi di Lulic che gli fa capire subito come andranno a finire le cose.

Sorensen 4 - Ha di fronte a sè un ciclone chiamato Miroslav Klose che quando è in giornata, non perdona mai.

Antonsson 4 - Vede maglie biancocelesti arrivare da tutte le parti senza riuscire minimamente a limitare i danni.

Abero 4 - Non sa dove mettersi le mani tra le sovrapposizioni di Konko e le galoppate chilometriche di Candreva.

Perez 4 - Giornata da dimenticare: lascia il pallino del gioco in mano alla Lazio senza nemmeno lottare. Dal 53' Khrin 5 - Impossibile per lui incidere su una partita che già aveva emesso la sua sentenza.

Taider 4,5 - Un tempo in cui prova a spaventare Marchetti da lontano e permette a Lulic di orchestrare il contropiede che porta al vantaggio laziale. Dal 46' Guarente 5 - Entra in campo a giochi ormai fatti.

Gabbiadini 4,5 - Praticamente mai pervenuto, sbatte contro il muro - nemmeno troppo invalicabile - eretto dalla formazione biancoceleste. 

Diamanti 5,5 - Si fa notare mettendo in mostra le sue capacità balistiche che purtroppo si esauriscono solo ad un paio di corner.

Kone 4,5 - Impiega qualche minuto per cercare la giusta posizione in campo: quando la trova, è ormai troppo tardi.

Gilardino 5 - Si sbraccia in avvio, poi sparisce dalla partita insieme a tutti i suoi compagni. Dal 53' Christodoulopoulos 5,5 - Quando la Lazio molla gli ormeggi prova a farsi vedere dalle parti di Marchetti.

All. Pioli 4 - Qualcosa si è rotto da tempo e la batosta odierna ne è solo la riprova: il suo Bologna non vince da quasi due mesi, fatica a segnare e prende gol a grappoli. Da quando la salvezza è stata messa in archivio, tutti hanno staccato la spina, soprattuto a livello mentale: a lui il compito di rimediare. 

Arbitro De Marco 5,5 - Due dei sei gol biancocelesti sono viziati da posizioni di fuorigioco difficili ma non impossibili da segnalare: in questo caso, le colpe sono da dividere con i guardalinee.

TABELLINO

LAZIO-BOLOGNA 6-0

Lazio (4-4-2): Marchetti; Konko, Cana, Dias, Radu; Candreva (dal 63’ Pereirinha), Ledesma, Hernanes, Lulic; Klose (dal 68’ Saha), Floccari (dal 75' Gonzalez). All.: Petkovic.

Bologna (4-2-3-1): Stojanovic; Garics, Sorensen, Antonsson, Abero; Perez (dal 53’ Khrin), Taider (dal 46’ Guarente); Gabbiadini, Diamanti, Kone; Gilardino (dal 53’ Christodoulopoulos). All.: Pioli.

Arbitro: De Marco.
Marcatori: 22’ Klose (L), 32’ Hernanes (L), 36’ Klose (L), 40’ Klose (L), 50’ Klose (L),  61’ Klose (L),
Ammoniti: 11’ Lulic (L), 57’ Abero (B), 62’ Kone (B), 91' Guarente (B).

 




Commenta con Facebook