• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Edoardo Grassi su Bayern-Barcellona e Borussia Dortmund-Real Madrid

Edoardo Grassi su Bayern-Barcellona e Borussia Dortmund-Real Madrid

Calciomercato.it ha contattato in esclusiva il giornalista di 'Sportmediaset'


Sergente tedesco (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

24/04/2013 12:59

CHAMPIONS LEAGUE ESCLUSIVO GRASSI / ROMA - Un Bayern assolutamente straripante. Poker bavarese, Barcellona annientato. L'undici di Heynckes prenota la finalissima di 'Wembley': senza storia il primo round della semifinale di Champions League. Una macchina schiacciasassi, al limite della perfezione, che al momento non conosce ostacoli in campo continentale. I 'Maestri' del Barça umiliati, per una serata che rimarrà nella storia del club più titolato di Germania. Per fare un resoconto completo sulla sfida dell'Allianz Arena', Calciomercato.it ha intervistato in esclusiva Edoardo Grassi, giornalista di 'Sportmediaset' e profondo conoscitore del calcio teutonico.

MACCHINA PERFETTA - "Il Bayern nel corso degli anni ha implementato e organizzato nei minimi particolari la propria rosa. Il segreto quest'anno sta nella panchina: basti pensare che, campioni del calibro di Gomez e Robben, sono delle riserve per Heynckes con la squadra al completo. Loro avevano essenzialmente due problemi: il centrale difensivo e il terzino sinistro. Il primo l'hanno risolto con Dante, leader ormai del pacchetto arretrato; l'altro problema, invece, dando spazio e fiducia ad Alaba - ha sottolineato Grassi alla nostra redazione -. Quest'ultimo e Lahm funzionano come due ali pure, permettendo così a Robben e Ribery di accentrarsi e sfruttare tutto il loro estro. Al momento il Bayern è una macchina quasi perfetta, solida e allo stesso tempo imprevedibile e talentuosa. Ha una prestanza fisica e atletica speventosa e poi vanno con grande facilità in rete. In Europa adesso non ha rivali, la partita di ieri sera lo ha dimostrato. Anche giocatori come Schweinsteiger e Mueller, che magari non il massimo sotto il profilo puramente tecnico, sono due pedine in grado di fare la differenza in ogni zona del campo".

KLOPP SFIDA MOU - Ma il duello Germania-Spagna continua. Stasera sarà la volta di Borussia Dortmund e Real Madrid: "Prevedo una semifinale molto più incerta rispetto a Bayern-Barça. Sarà un incrocio equilibrato, saranno anche i dettagli a decidere chi staccherà il visto per la finale. Il Borussia, rispetto al Bayern, è un collettivo che gioca più per lo spettacolo, per esaltare il proprio pubblico. Non ha la solidità dei bavaresi. In difesa spesso i gialloneri sono macchinosi, lasciano degli spazi, malgrado la coppia centrale Hummels-Subotic sia di sicuro affidamento. Il Real potrebbe sfruttare questo punto debole del Borussia ed essere letale con le ripartenze di un fenomeno come Ronaldo - ha proseguito Grassi in esclusiva a Calciomercato.it -. Klopp si affiderà ad un uomo fidato come Sahin per rimpolpare il centrocampo, mentre Mourinho aspetterà al varco l'avvesario: cercherà di fare una partita solida, facendo leva sul gioco di rimessa. Il portoghese è un maestro in questo, sa adattarsi all'avversario meglio di chiunque altro. Prepara alla perfezione ogni gara. Klopp è il tecnico tedesco più estroso, che cerca sempre di imporre il proprio gioco e dare spettacolo. Non è un caso, infatti, che il Real stia cercando lui per il dopo Mourinho. Un favorito? Partono quasi alla pari: vedo il Real al 51% e il Borussia al 49 per cento".




Commenta con Facebook