• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Mercato Inter, sette motivi per tenere Stramaccioni

Mercato Inter, sette motivi per tenere Stramaccioni

Il presidente Moratti continua a credere nel lavoro del suo giovane allenatore


Andrea Stramaccioni (Getty Images)
Andrea Branco

10/04/2013 07:22

MERCATO INTER MORATTI FIDUCIA STRAMACCIONI / MILANO - 'La Gazzetta dello Sport' pubblica questa mattina sulle proprie pagine un articolo di approfondimento sui motivi che hanno spinto il presidente Moratti a rinnovare la fiducia ad Andrea Stramaccioni nonostante l'inaspettata debacle casalinga con l'Atalanta.

FIDUCIA A TEMPO - Moratti confida in un finale di stagione positivo: terzo posto impossibile, ma rimangono pur sempre sette partite di campionato e la possibilità di accedere alla finale di Coppa Italia.

STRAMA CARICO - Il presidente ha rinnovato per l'ennesima volta la sua fiducia all'allenatore con l'intenzione di caricarlo in vista del finale di stagione.

STRAMA COERENZA
- Stramaccioni è un allenatore giovane che ha bisogno di fare esperienza. Sin dall'inizio Moratti sapeva di dovergli dare tempo.

STRAMA TUTTOFARE
- L'inesperto Stramaccioni spesso è stato lasciato solo dalla società: dal caso Sneijder alle frizioni con lo staff medico.

FATTORI ESTERNI - Arbitri e infortuni: ecco cosa più di altro ha frenato la corsa Champions dell'Inter.

NUOVA INTER - Proprio con Stramaccioni Moratti ha già buttato le basi di una nuova Inter. Il ricambio generazionale passa attraverso operazioni avallate dal tecnico. E se parte?

ALTERNATIVE IN CANTIERE - Spalletti, Mazzarri, Blanc, Mihajlovic: nessun piano alternativo è stato ancora preso in considerazione da Moratti che continua a sperare in finale di stagione meno tormentato.

 




Commenta con Facebook