• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI GALATASARAY-REAL MADRID

PAGELLE E TABELLINO DI GALATASARAY-REAL MADRID

Ronaldo segna in avvio, ma Eboue, Sneijder e Drogba danno il via alla rimonta turca nella ripresa


Drogba (Getty Images)
Federico Giuliani

09/04/2013 22:51

PAGELLE E TABELLINO DI GALATASARAY REAL MADRID / ISTANBUL (TURCHIA) -  Il Real Madrid arriva a Istanbul tranquillo del 3-0 dell'andata e segna in avvio con Cristiano Ronaldo. Tutto finito? No perché nella ripresa si scatena il Galatasaray. Con l'ingresso in campo di Sabri e Amrabat i turchi si svegliano e segnano tre reti. Pareggia Eboue con un gran tiro dalla distanza poi ci pensano Sneijder e Drogba. Nel finale arriva la doppieta di Cristiano Ronaldo in una sfida carica di emozioni. Real Madrid in semifinale con il brivido.

 

GALATASARAY

Muslera 6 – La serata è di quelle molto movimentate e ricche di lavoro. Uscita spericolata in avvio che regala quasi il gol a Di Maria; poco dopo non può niente sul gol ravvicinato di Cristiano Ronaldo. Al 24’ effettua una grandissima parata ravvicinata su Di Maria.

Eboue 7 – Un terzino che sa attaccare quanto difendere. Nelle azioni offensive del Galatasaray lui c’è sempre. Segna un gol fantastico a coronamento di una bellissima prestazione.

Gokhan 6,5 – Amante del rischio ma con gente come Cr7 non conviene giocare. Dopo il gol subito la marcatura diventa asfissiante e infatti gli attaccanti madrileni trovano pochi spazi. Non male vista la caratura dell’avversario.

Semih 6 – Ottimo compagno per Gokhan: i due insieme figurano bene e non commettono errori clamorosi. Buona iniezione di fiducia in vista degli impegni futuri, più abbordabili di questo.

Riera 5,5 – Nel primo tempo è spesso in difficoltà sulle discese repentine di Essien. Il Real capisce che questo è il punto debole dei turchi e ne approfitta a turno prima con Modric poi con Ozil. Il terzino spagnolo. Miglioramenti nel secondo tempo.

Altintop  5 – Questa sera più impreciso del solito. Non gli succede molte volte ma contro il Real Madrid perde dei palloni banali, alcuni anche in zone pericolose. Non riesce a dare il cambio di marcia a un centrocampo piuttosto statico. Dal 46’ Amrabat 6,5 – Il suo ingresso in campo da più vivacità alla manovra offensiva. Apprezzabile l’impegno e la forza di volontà mostrata.

Felipe Melo 6,5 – Vecchio volto del calcio italiano. Anche le caratteristiche sono rimaste immutate: tackle e recuperi. In più c’è un miglioramento nel piede. Apprezzabili alcuni lanci e cambi di gioco. Nel complesso non demerita contro un avversario fortissimo.

Seluck 6 – Coraggio e orgoglio non mancano ma i mezzi sono quello che sono. Con il passare dei minuti finisce a rincorrere ogni pallone senza mai stancarsi. E’ uno degli ultimi a mollare.

Sneijder 6,5 – Si nota al 37’ con un destro debole dal limite dell’area che non impensierisce Lopez. L’ex interista è molto volenteroso ma spesso e volentieri predica nel deserto. I compagni non lo aiutano più di tanto e il suo rendimento è limitato. Al 61’ sbaglia il gol del possibile sorpasso ma si riscatta segnando il 2-1 turco.

Drogba 7 – L’inizio dell’ex Chelsea è da dimenticare. Mai in partita, l’ivoriano non è mai utile alla causa. Nella ripresa ci mette il fisico e segna un gol capolavoro.

Umut Bulut 5 – Doveva sostituire Ylmaz ma non ha le caratteristiche per farlo o meglio non le usa a dovere. L’unico suo tentativo è una girata altissima sul finire del primo tempo. Dal 62’ Sabri 6,5 – Entra per dare forza fresca alla squadra aiutando i compagni nel pressing. Cambia la partita.

All. Terim 7 – Alla vigilia doveva rimontare tre gol al Real Madrid: un’impresa folle visto il gap fra la sua squadra e quella spagnola. Mette in campo una buona formazione determinata e limita i danni. Anzi, per poco non riesce in una remuntada storica. Esce con onore di fronte al suo pubblico. Amrabato poteva forse entrare prima.

 

REAL MADRID

Lopez 6 – Impegnato nel primo tempo solo da una conclusione senza pretese di Sneijder. Nella ripresa rischia una volta in presa alta su Drogba. Non può nulla sul bolide di Eboue e neppure su Sneijder. Beffato pure da Drogba.

Essien s.v – Stava giocando una buona partita ma dei problemi fisici lo costringono a uscire dopo appena mezz’ora. Dal 30’ Arbeloa 5 – Non prosegue il lavoro fatto da Essien: Riera è il punto debole degli ospiti ma lui non ne approfitta. Che dormite in difesa! Vedi l’occasione che concede a Sneijder nella ripresa. Espulso ingenuamente nel finale.

Varane 4,5 - Ottimo primo tempo ma crolla nei secondi quarantacinque minuti. Nel secondo gol dei turchi è responsabile: saltato troppo facilmente dall’ex interista Sneijder. Si fa uccellare da Drogba sul terzo gol.

Pepe 5 – In una partita con la qualificazione in cassaforte non usa nemmeno la grinta di sempre.  Errore. Coinvolto nel pazzo secondo tempo del Galatasaray.

Coentrao 5 – Limitato dal fisico di Eboue. Scende poco e si limita a difendere la sua zona di competenza con qualche sbavatura di troppo. L’ingresso di Sabri lo confonde ancora di più.

Khedira 6 – E’ suo il tiro cross dal quale nasce il gol di Cristiano Ronaldo. In una partita già decisa, si limita a correre e tappare le spalle alle punte di diamante del Real Madrid. Il lavoro sporco serve e qualcuno dovrà pur farlo: ecco, fra gli spagnoli tocca a lui.

Modric 5 – Inizia in modo molto deciso ma poi alla lunga cala vistosamente. Pochi lampi di classe da uno che dovrebbe prendere per mano la squadra.

Di Maria 5,5 – Abbastanza sprecone. All’avvio manda sul fondo un tentativo con Muslera fuori dai pali poi calcia addosso al portiere del Galatasaray una connclusione da distanza ravvicinata. Offre un assist a Cr7.

Ozil 4,5 – Anche lui è una presenza anonima, forse il peggiore fra li attaccanti madrileni. C’è poco da dimostrare ma non è un attenuante. Dall’80’ Albiol s.v – Entra quando il Real è in balia dei turchi. Aiuta a contenere gli attacchi dei giallorossi.

Ronaldo 6,5 – Il solito talento di sempre. Segna e offre spettacolo. Un esempio? Il tacco che libera al tiro Di Maria a metà del primo tempo. Quando parte in velocità nessuno riesce a tenerlo e i turchi devono ricorrere alle maniere fallose. Nella ripresa cala vistosamente. Al 56’ sbaglia un gol facile e banale che ne condiziona il voto. Nel recupero centra la doppietta.

Higuain 5,5 – Con la fascia di capitano al braccio cerca il solito gol tanto per mantenere la fama di bomber. Non ci riesce anche perché è tenuto a vista dai difensori turchi. Dal 72’ Benzema 5 – Un fantasma. Non vede praticamente un pallone.

All. Mourinho 5 – Inaccettabile che il suo Real Madrid soffra così contro il Galatasaray. Subisce tre gol e rischia tantissimo. Urgono provvedimenti per il futuro.

 

Arbitro: Lannoy 6 – Giusto nel primo tempo non dare rigore al Galatasaray per atterramento di Eboue. Buona la chiamata di fuorigioco del suo collaboratore su Higuain al termine del primo tempo. La gara di per sé è molto accesa visto l’ambiente ma lui, grazie ai suoi assistenti e all’uso dei cartellini, non si fa mai sfuggire il controllo della situazione. Al 65’ poteva starci il rigore per i turchi sul contatto Pepe-Drogba. In dfinitiva, alti e bassi.

 

TABELLINO

GALATASARAY-REAL MADRID 3-2

GALATASARAY (4-3-1-2): Muslera; Eboue (dal 79’ Elmander), Gokhan, Semih, Riera; Altintop (dal 46’ Amrabat), F.Melo, Selcuk; Sneijder; Drogba, U.Bulut ( dal 62’Sabri). All. Terim.

REAL MADRID ( 4-2-3-1): Lopez; Essien (dal 30’Arbeloa), Varane, Pepe, Coentrao; Khedira, Modric; Di Maria, Ozil ( dall’80’ Albiol), Ronaldo; Higuain (dal 72’Benzema). All. Mourinho.

Arbitro: Lannoy

Ammoniti: 19’Sneijder (G), 44’Eboue (G), 88’Arbeloa (R), 92’Amrabat (G)

Espulsi: 89’Arbeloa (R)

Marcatori: 7’e 92’C.Ronaldo (R), 56’Eboue (G), 70’Sneijder (G), 71’Drogba (G)

 




Commenta con Facebook