• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI UDINESE-CHIEVO

PAGELLE E TABELLINO DI UDINESE-CHIEVO

Stratosferico Di Natale, doppietta e assist; Puggioni da sagra degli orrori


Di Natale festeggiato dai suoi compagni (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

07/04/2013 17:09

 

PAGELLE E TABELLINO DI UDINESE CHIEVO/ UDINE - L'Udinese torna a vincere al 'Friuli' dopo due mesi di astinenza sbarazzandosi 3-1 del Chievo. Superlativa la prova di Antonio Di Natale, autore di due gol - facile il primo, stupendo il secondo - e un assist. Oltre al capitano, tra i bianconeri positivi le prove di Allan e Benatia, autore della terza rete friulana. Ospiti allo sbando in avvio: assurdo l'errore del portiere Puggioni, da lodare la grinta mostrata da Papp e Rigoni.

UDINESE

Brkic 6 – Non proprio scolastico in occasione del gol di Papp, fa buona guardia, salvando l’Udinese con due interventi decisivi nella ripresa su Pellissier e Thereau.

Benatia 6,5 – Attento e ordinato, impreziosisce la sua prova capitalizzando al meglio l’assist di Di Natale che gli permette di firmare da due passi la rete del 3-1.

Danilo 6 – Non perfetto nel far scattare la trappola del fuorigioco, si perde un paio di volte Pellissier ma nel complesso non si macchia di particolari colpe.

Domizzi 6 – Una piccola disattenzione sul gol del Chievo, per il resto normale amministrazione.

Basta 6,5 – Spinta continua sulla fascia destra, da il là al terzo gol dell’Udinese servendo Di Natale sul filo del fuorigioco.

Pereyra 6 – Suo il cross dalla trequarti trasformato da Di Natale in un gol di rara bellezza.

Allan 6,5 – Prova di lotta e di governo: suona la carica con il primo tiro in porta del match, dirige il centrocampo friulano e aiuta anche in fase di non possesso.

Lazzari 5,5 – Una bella conclusione dalla distanza che impegna Puggioni nella ripresa e niente più. Dal 60’ Badu 6 – Corsa e polmoni utili in una parte di gara in cui il Chievo cerca con insistenza la via del pareggio.

Gabriel Silva 6 – Pochi problemi con Frey, copre e attacca con la stessa intensità.

Maicosuel 5 – Evanescente e a tratti irritante: si intestardisce in giocate personali poco utili ai compagni. Dal 60’ Muriel 6,5 – Ogni volta che parte palla al piede crea il panico nella retroguardia clivense, provocando diversi cartellini gialli. Sarebbe stato molto più utile dal primo minuto.

Di Natale 8 – Giù il cappello di fronte al signore del gol: approfitta del suicidio di Puggioni firmando la più semplice delle reti, poi estrae il coniglio dal cilindro battendo il portiere clivense con un sinistro al volo in diagonale degno del miglior Totti. Nel finale, offre a Benatia l’assist per il 3-1: immenso. Dall’89’ Zielinski sv

All Guidolin 6,5 – L’Udinese azzanna la partita fin dai primi minuti, mettendo alle corde il Chievo con un pressing ragionato ed efficace. Con un Di Natale in stato di grazia poi, è più semplice ritrovare quella vittoria casalinga che mancava da due mesi.

CHIEVO

Puggioni 4,5 – Da suicidio il goffo errore con il quale permette a Di Natale di sbloccare il risultato e indirizzare il match a favore dei friulani. Prova a farsi perdonare nel corso della gara, ma ormai il peggio era già stato fatto.

Frey 6 – Poco impegnato da Maicosuel, scende spesso sul fondo soprattutto nella ripresa, quando il Chievo cerca invano il gol del pari.

Papp 6,5 – Poche sbavature in difesa, è lui a tenere a galla il Chievo con il gol che riapre il match a dieci minuti dal termine del primo tempo: prima prende il palo di testa, poi segna sorprendendo Brkic. Dal 61’ Luciano 6 – Gettato nella mischia da Corini per cercare il 2-2, prova invano a dare una scossa ai suoi compagni.

Cesar 5,5 – Difficile contrastare un cliente scomodo come Di Natale, oggi particolarmente ispirato.

Acerbi 5,5 – Per niente preciso negli interventi, resta a guardare il pallone mentre Di Natale carica il sinistro e segna il gol della domenica.

Jokic 5,5 – Manca e tanto la sua spinta sulla fascia al Chievo: Basta ne approfitta vincendo così il duello ravvicinato.

Guana 6,5  – Lotta come un leone contro i centrocampisti friulani e ricorre alla sue buone doti di incursore per mettere in difficoltà il pacchetto arretrato avversario. Dal 67’ Stoian sv

Rigoni 6,5 – Offre a Papp l’assist per il 2-1, mette ordine in mezzo al campo e non si tira indietro quando si tratta di mostrare i muscoli. Dall'83' Paloschi sv

Hetemaj 5,5 – Parte male come tutto il Chievo, si riprende a cavallo dell’intervallo ma poi scompare dai radar della partita.

Pellissier 6 - Prova a portare la croce in attacco chiamando più volte in causa Brkic. Non segna ma manda a Corini un messaggio preciso: la panchina non fa per lui.

Thereau 5,5 - Quando si accende il Chievo vola: stavolta resta al buio e l'Udinese ringrazia.

All Corini 5,5 - I suoi si concedono agli avversari da subito, salvo poi provare un'insperata rimonta quando l'Udinese conduce già con due gol di vantaggio. Non è questo l'atteggiamento per affrontare il finale di campioanto.

Arbitro Damato 6 - Partita corretta nella prima frazione di gioco, più accesa nella ripresa quando è costretto a ricorrere ripetutamente al cartellino giallo per frenare gli animi.

TABELLINO

UDINESE-CHIEVO 3-1

Udinese (3-5-2): Brkic; Benatia, Danilo, Domizzi; Basta, Pereyra, Allan, Lazzari (dal 60’ Badu), Silva; Maicosuel (dal 60’ Murile), Di Natale. All.: Guidolin.

Chievo (5-3-2): Puggioni; Frey, Papp (dal 61’ Papp), Cesar, Acerbi, Jokic; Guana (dal 67’ Stoian), Rigoni (dall’84’ Paloschi), Hetemaj; Pellissier, Thereau. All.: Corini.

Arbitro: Damato
Marcatori: 20’ Di Natale (U), 25’ Di Natale (U), 35’ Papp (C), 85' Benatia
Ammoniti: 21’ Di Natale (U), 31’ Jokic (C), 45’ Papp (C), 62’ Benatia (U), 62’ Danilo (U), 70' Rigoni (C), 75' Frey (C), 79' Cesar (C), 84' Acerbi (C).

 




Commenta con Facebook