• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-TORINO

PAGELLE E TABELLINO DI PARMA-TORINO

Amauri in versione super trascina i 'ducali'


Amauri (Getty Images)
Valerio Pantone

10/03/2013 18:36

PAGELLE E TABELLINO PARMA-TORINO / PARMA – Prima vittoria nel girone di ritorno per il Parma che al 'Tardini' batte in rimonta 4-1 il Torino. I ducali spezzano un digiuno che durava da otto giornate, nonostante il momentaneo vantaggio ad inizio ripresa di Santana. Il Toro non chiude l’incontro e così nel finale dopo l’infortunio di Ogbonna, che favorisce il pari di Amauri, i padroni di casa prendono il largo con una doppietta dell’italo-brasiliano e con un gol del neo entrato Sansone. Mattatore del match ovviamente Amauri, mentre da dimenticare le prestazioni di Valdes e Biabiany. In casa granata, buone le prove di Santana e Birsa; decisivo invece l’errore di Masiello, che regala il 2-1 al Parma, ora ad un passo dalla salvezza.

 

PARMA

 

Mirante 6,5 – Incolpevole in occasione del gol di Santana, evita in almeno un paio di circostanze il raddoppio degli ospiti che probabilmente avrebbe chiuso la partita.

Benalouane 5,5 – Rischia molto sul contatto in area con Bianchi che l’arbitro giudica regolare. Non sempre attento al raddoppio su Santana quando Rosi ritarda a rientrare in difesa.   

Paletta 5,5 – L’assenza dal gioco di Valdes, lo obbliga spesso ad occuparsi della costruzione della manovra, ma l’argentino non sempre se la sente di prendersi una simile responsabilità.

A.Lucarelli 6 – La mobilità degli attaccanti del Toro gli rendono il pomeriggio particolarmente complicato. Sempre temibile però in area avversaria.  

Rosi 5,5 – Meno attivo del solito in fase di spinta, deve fronteggiare un cliente scomodo come Santana. Fallisce da buona posizione la possibile rete del vantaggio. Dal 71’ Sansone 7 – Determinante come sempre quando entra dalla panchina, lascia il segno con un gol ed un assist. Davvero niente male!

Marchionni 6,5 – Inconcludente nel primo tempo nel ruolo di interno, esce fuori alla distanza quando Donadoni gli affida le chiavi del centrocampo. Generoso.

Valdes 5 – La marcatura di Vives lo costringe a restare un pò isolato dal gioco. Lui non fa niente per aiutare la squadra e così nella ripresa Donadoni preferisce toglierlo per modificare l’assetto tattico. Dal 45’ Mesbah 6,5 – Non è ancora il giocatore ammirato con il Lecce, ma sicuramente la prestazione di oggi può dar fiducia per il futuro. Spinta costante sulla sinistra che tiene bloccato il vivace D’Ambrosio.

Parolo 5,5 – Evanescente per quasi tutto il primo tempo, si fa segnalare nella ripresa per qualche inserimento più frequente in zona gol.

Gobbi 6 – Non benissimo nel ruolo da esterno sinistro, migliora quando Donadoni lo accentra per far spazio a sinistra a Mesbah.

Biabiany 4,5 – Giornata da dimenticare per l’attaccante francese. Oltre ai tanti passaggi sbagliati, non supporta mai a dovere Amauri, troppo spesso solo contro tutta la difesa ospite. Dal 56’ Palladino 6,5 – Decisamente un altro passo ed un’altra determinazione rispetto a quella mostrata da Biabiany. Non segna, ma contribuisce e molto al risveglio finale del Parma.

Amauri 8,5 – Il migliore in campo. Si dà un gran da fare per tutto il primo tempo e alla fine raccoglie i frutti nella ripresa, realizzando una tripletta fondamentale per il Parma in ottica salvezza. Devastante

All. Donadoni 7 – Quando la situazione sembrava precipitare, il Parma tira fuori l’orgoglio del suo allenatore. I ducali rompono un digiuno che durava da otto giornate, infatti, grazie soprattutto alle intuizioni del suo tecnico, bravo a cambiare il volto alla squadra a partita in corso.

TORINO

Gillet 6,5 – Rischia tantissimo dopo appena tre minuti, tentando un dribbling di troppo a Biabiany. Si riscatta alla grande prima dell’intervallo respingendo la bella acrobazia di Amauri. Il meno responsabile della debaclè finale del Torino.

D’Ambrosio 6 – Puntuale negli anticipi, spinge con personalità sulla destra appoggiando sempre la manovra offensiva. Soffre nel finale il ritorno veemente del Parma.

Glik 5,5 – Affidabile e sicuro nelle chiusure, si prende pochissimi rischi anche in fase d’impostazione. Con l’uscita di Ogbonna, però, partecipa al suicidio granata vanificando l’ottima prestazione fornita fino a quel momento.  

Ogbonna 6 - Controlla senza problemi gli attacchi dei padroni di casa. Un problema muscolare però favorisce il pareggio di Amauri e soprattutto lo costringe ad abbandonare in anticipo il terreno di gioco. Un episodio questo determinante per le sorti dell’incontro. Dal 78’ Rodriguez 5 – Entra in campo nel momento peggiore: non riesce a prendere le misure allo scatenato Amauri.  

Masiello 5 – Staziona in difesa per tamponare le avanzate di Rosi. Nel momento più delicato dell’incontro, però, commette l’errore che propizia il vantaggio dei padroni di casa.

Brighi 6 – Intraprendente nel far ripartire le sortite offensive dei granata, si rende molto utile alla causa anche in fase difensiva fino al gol del pareggio di Amauri che taglia le gambe alla squadra.

Gazzi 6 – Posizionato davanti alla difesa, è molto bravo ad interrompere diverse trame offensive pericolose dei padroni di casa. Cala fisicamente nel secondo tempo.

Santana 6,5 – I suoi tagli mettono spesso in difficoltà la difesa dei ducali. In uno di questi lascia il segno sul match firmando il momentaneo 1-0; stremato, costringe Ventura alla sostituzione. Esce lui, e il Toro si spegne. Dal 69’ Stevanovic 5 – Non riesce ad entrare in partita. In più di venti minuti mai uno spunto degno di nota.

Bianchi 5 – Si divora un’occasione ghiotta davanti a Mirante sullo 0-0. Lavora molto per la squadra ma si dimostra poco concreto sotto porta. Errori che alla fine il Toro paga a cara prezzo.

Birsa 6,5 – Si muove bene tra le linee, cercando spesso fortuna sulla destra. Nel primo tempo regala un assist invitante a Bianchi che però non sfrutta. Suo l’assist per il momentaneo vantaggio granata. Dal 81’ Barreto s.v.

Vives 5,5 – Ricoprire bene il ruolo di ombra di Valdes, estromettendolo in pratica dal gioco. Questo però lo rende poco lucido quando è chiamato ad attaccare.

All. Ventura 5 – Tutte sue le colpe per il tardivo cambio di Ogbonna che costa al Toro la rimonta del Parma. Una sconfitta inspiegabile per i granata, che dopo aver subito la rete del pareggio si sgretolano con troppa facilità.

Arbitro Maurizio Mariani 5,5 – Seconda direzione arbitrale in Serie A con luci ed ombre per il fischietto di Aprilia. Corretta la distribuzione dei cartellini, soltando due, restano dei dubbi su almeno due episodi. Al 33esimo il Torino chiede un calcio di rigore per una trattenuta in area ai danni di Bianchi: per l’arbitro invece è tutto regolare. Da rivedere poi l’azione del gol di Santana: qualche perplessità resta per la posizione dell’esterno argentino Santana al momento dell’assist di Birsa.

TABELLINO

PARMA-TORINO 4-1

PARMA (3-5-2): Mirante; Benalouane, Paletta, Lucarelli; Rosi (dal 71’ Sansone), Marchionni, Valdes (dal 45’ Mesbah), Parolo, Gobbi; Biabiany (dal 56’ Palladino), Amauri. A disp.: Pavarini, Bajza, Ampuero, MacEachen, Morrone, Galloppa, Belfodil, Strasser, Ninis. All.: Donadoni.

TORINO (4-2-4): Gillet; D'Ambrosio, Glik, Ogbonna (dal 78’ Rodriguez), Masiello; Brighi, Gazzi; Santana (dal 69’ Stevanovic), Bianchi, Birsa, Vives. A disp.: Coppola, Basha, Di Cesare, Barreto, Caceres, Bakic, Menga, Darmian, Jonathas. All.: Ventura.       

Arbitro: Maurizio Mariani di Aprilia

Marcatori: 56’ Santana (T), 77’ Amauri (P), 79’ Sansone (P), 84’ Amauri (P), 91’ Amauri (P)

Ammoniti: 39’ Amauri (P), 63’ Benalouane (P)

 




Commenta con Facebook