Breaking News
© Getty Images

Fiorentina-Verona, riecco Toni: ex rimpianto che surclassa Gomez

Il confronto tra il centravanti degli 'Scaligeri' e il bomber tedesco nelle ultime due stagione

FIORENTINA HELLAS VERONA MARIO GOMEZ LUCA TONI / FIRENZE - Luca Toni nei suoi anni alla Fiorentina ha lasciato il segno come pochi prima di lui, garantendosi un posto nella classifica all-time dei bomber viola. Gli anni di Prandelli, poi la fuga all'estero, e dopo alcune stagioni il ritorno per un anno a Firenze con Vincenzo Montella in panchina. In quella annata per lui 1397 minuti e 8 gol in tutto, poi una nuova separazione con la dirigenza 'Gigliata' che punta sul grande nome di Mario Gomez in arrivo dal Bayern Monaco.

Primo anno complicato per il centravanti tedesco a causa dell'infortunio alla terza giornata contro il Cagliari che lo terrà fuori mesi e mesi. Per lui la miseria di 891 minuti giocati conditi da 4 gol, il più prestigioso alla Juventus in Europa League; stagione nella quale Toni è passato all'Hellas Verona che invece ha messo in porta il pallone per 21 volte in 3105 minuti. Arriviamo quindi ai giorni nostri: il bomber gialloblu quest'anno ha già messo a referto 16 reti in 2590 minuti, mentre il viola è a quota 9 spalmate in 2075. 

I numeri danno ragione all'azzurro e agli 'Scaligeri' che hanno puntato sull'allora 35enne costruendo due campionati ad ottimo livello, mentre il torto (e molte critiche dei tifosi fiorentini) vanno tutte in riva all'Arno, dove Toni continua ad essere rimpianto.

Serie A   Hellas Verona   Juventus
Verona-Juventus, Allegri: "Puntiamo alla leggenda. Sugli addii..."
Le dichiarazioni dell'allenatore bianconero fresco di rinnovo
Serie A   Hellas Verona   Sampdoria
Serie A, Verona-Sampdoria 0-3: spettacolo Montella, Hellas da incubo tra i fischi
Soriano, Cassano e Christodoulopoulos chiudono i conti nel primo tempo. Veronesi sempre più lontani dalla salvezza e fischiati
Serie A   Chievo Verona   Hellas Verona
Serie A, Verona-Chievo 3-1: Toni, Pazzini e Ionita decidono il derby
L'Hellas si impone e tiene vive le speranze salvezza