• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > LA TATTICA DEL MERCATO: Fiorentina, il sogno e' Gomez

LA TATTICA DEL MERCATO: Fiorentina, il sogno e' Gomez

Analisi dei protagonisti del calciomercato


Mario Gomez (Getty Images)
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

20/02/2013 16:06

CALCIO TATTICA CALCIOMERCATO FIORENTINA BAYERN MONACO PRADE MONTELLA GOMEZ / ROMA- Una delle sorprese più belle della serie A 2012/2013 è senza dubbio la Fiorentina di Vincenzo Montella, una compagine capace di dare spettacolo ma anche di collezionare risultati utili e molto concreti. La squadra viola tuttavia sta patendo da inizio stagione la mancanza di un vero e proprio bomber d'area di rigore da affiancare a Stevan Jovetic. In chiave futura è stato acquistato Giuseppe Rossi, che però è ai box per infortunio, mentre Luca Toni e Mounir El Hamdaoui non stanno dando le garanzie richieste. Per giugno 2013 il sogno di Daniele Pradè ed Eduardo Macia risponde al nome di Mario Gomez, attaccante del Bayern Monaco che sta vivendo una stagione difficile.

BIOGRAFIA - Mario Gomez Garcia nasce a Riedlingen, in Germania, il 10 luglio 1985. Di chiare origini spagnole (il padre è di Albunan, in Andalusia) il giovane Mario muove i primi passi calcistici nell' SSV Ulm 1846, prima di passare al settore giovanile dello Stoccarda. A 18 anni, nel 2003, comincia a fare la spola tra la squadra amatoriale militante in Regionalliga e quella professionistica, con cui debutta nella stagione 2003/2004. Dal 2005/06 viene aggregato stabilmente alla prima squadra e diventa subito un titolare fondamentale. Nel 2006/2007 termina l'annata con 30 presenze e 16 reti, che valgono la conquista del campionato tedesco e ed il titolo di 'giocatore teutonico dell'anno'. Gomez rimarrà a Stoccarda fino al 2009, collezionando in tutto 156 presenze ed 87 gol. In quell'estate viene ceduto al Bayern Monaco di Louis Van Gaal. Nonostante i rapporti tesi con il tecnico olandese, Gomez gioca due stagioni ad alti livelli vincendo un campionato tedesco, una coppa di Germania ed una supercoppa ed arrivando alla finale di Champions League del 2010. Nel 2011 Van Gaal lascia il posto a Jupp Heynckes ma per Gomez cambia poco e nel 2011/2012 mette a referto 52 presenze e 41 gol, con un'altra finale di Champions League sfumata, questa volta ai calci di rigore. Nel 2012/2013 un infortunio lo tiene ai box e, complice l'esplosione del croato Mario Mandzukic, perde il posto da titolare. Il ragazzo di Riedlingen debutta in nazionale nel febbraio 2007 sotto la gestione di Joachim Low, con cui parteciperà a 2 europei (2008 e 2012) ed ad un campionato del mondo (2010). Con la selezione tedesca conta 58 presenze e 25 gol.

CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE - Mario Gomez è senza dubbio uno dei centravanti più forti che il panorama europeo possa offrire. Alto 1,89 per 86 kg, fisico asciutto e potente, ambidestro. Gomez è un centravanti vecchio stampo con doti fisiche e tecniche perfette per i nostri tempi. Il suo habitat naturale è l'area di rigore, dove è quasi imbattibile sui palloni alti e, grazie alla potenza fisica, è praticamente immarcabile nello stretto. Molto bravo a giocare per la squadra, è abile nelle sponde e nell'aprire spazi per gli inserimenti dei centrocampisti e sa tenere alta la propria formazione quando il risultato lo richiede. Molto bravo tecnicamente sa fare gol in tutte le maniere, diventando così un vero e proprio pericolo costante per i difensori che lo tengono d'occhio. Opportunista d'altri tempi, è capace di non farsi vedere per tutta la gara salvo poi piazzare la zampata decisiva nel momento più opportuno. Grazie a due piedi veramente ben educati è anche bravo nel fraseggio stretto ed ha un senso tattico ineccepibile.

E' UN AFFARE PER LA FIORENTINA? - Sicuramente si tratterebbe di un acquisto importante, se non addirittura fondamentale per la Fiorentina di Vincenzo Montella. Mario Gomez infatti è uno dei migliori interpreti europei nel ruolo di centravanti, dove la squadra viola è carente già da alcune stagioni. L'attaccante teutonico si sposerebbe perfettamente con il 3-5-2 del tecnico campano, dove potrebbe dialogare bene con Jovetic o Giuseppe Rossi oltre che favorire gli inserimenti dei vari Borja Valero, Aquilani e Pizarro. Gomez però sarebbe adatto anche ad un 4-3-3 giostrando ovviamente da terminale offensivo centrale. Il suo acquisto, coniugato con quello di un altro paio di pedine, potrebbe portare la Fiorentina ad essere seriamente competitiva per lo scudetto, che manca nella bacheca viola dal 1969.




Commenta con Facebook