• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Sampdoria > Sampdoria, Delio Rossi: "Non mi piace essere insultato. Mi ispiro a..."

Sampdoria, Delio Rossi: "Non mi piace essere insultato. Mi ispiro a..."

Le parole rilasciate dal tecnico blucerchiato ai microfoni della Rai



10/02/2013 21:43

DELIO ROSSI INTERVISTA RAI / ROMA - Delio Rossi è tornato a parlare dopo quanto accaduto nel finale di Sampdoria-Roma. Il tecnico blucerchiato è stato ospite in collegamento con la trasmissione Rai '5' di recupero' per commentare i fatti di oggi e non solo.

LA GARA - "Perché avrei preferito affrontare Zeman? Perché sarei stato a conoscenza dei loro pregi e difetti. Infatti al primo tempo ci hanno sorpreso: non credevo giocassero a tre dietro, con quegli interpreti poi. Ma era prevedibile che cambiassero qualcosa".

POST-GARA - "Sono una persona che rispetta e che vuole essere rispettata, non mi piace essere insultato. La partita era finita. Sono cose di campo che succedono, basta, chiuso".

ALLENATORE MODELLO - "Un allenatore a cui mi ispiro? Ho imparato tanto da tutti gli allenatori che ho avuto. E' sempre antipatico fare dei nomi, ma non posso nascondere che ho rubato tanto da Zeman".

MIGLIOR GIOCATORE - "Ne ho avuti tanti di bravi, tutti diversi come caratteristiche. Non esiste il giocatore in assoluto più forte. Ho allenato Cavani, Pastore, Vucinic, ma non voglio fare torto a qualcuno".

SCUDETTO - "Se lo vincerà un'altra squadra che non sia la Juve vuol dire che lo avrà perso la Juventus".

CRISI E LAVORO - "Mi rendo conto della situazione difficile e mi sento vicino a persone che hanno meno di me. Penso che chi perde il posto di lavoro perda anche la dignità".

 




Commenta con Facebook