Breaking News
© Getty Images

Lazio, Di Vaio: "Sarei potuto tornare, ma Lotito..."

L'ex attaccante del Bologna: "Il sacrificio che mi chiedeva il presidente era troppo grande"

MERCATO LAZIO DI VAIO BOLOGNA/ ROMA - In un'interivsta rilasciata al quotidiano 'Il Tempo', Marco Di Vaio ha svelato un retroscena di mercato legato al suo possibile ritorno alla Lazio: "L'ho sempre detto, la Lazio è casa mia. Il mio idolo da bambino era Bruno Giordano, andavo in Tevere con mio padre per tifare i colori del cielo. Rimpianti del mio addio alla Lazio? No, in quella squadra non c'era spazio per i giovani. Se c'è stata la possibilità di tornare? Sì, è successo sotto la gestione Lotito, ma purtroppo non ci siamo trovati dal punto di vista economico: il scrificio che mi chiedeva il presidente era troppo grande per un ragazzo di 28-29 anni, allora il tetto ingaggi della Lazio non era lo stesso di adesso".

I COMPAGNI - "Il compagno di squadra più forte? Nedved, mi impressionava sempre. La cultura del lavoro sul campo l'ho imparata da lui. Nesta? Un fratello, siamo partiti insieme nella Lazio e abbiamo chiuso insieme al Montreal. Lui si è tolto tante soddisfazioni, parliamo di un campione vero. Spesso in Canada seguivamo le partite della Lazio, il 26 maggio abbiamo festeggiato come pazzi".

FUTURO - "Un futuro nel Bologna? Vediamo, vivo a Bologna e mi trovo benissimo. Ho parlato con Tacopina e stiamo valutando un po' di situazioni a livello dirigenziale".

S.F.

Mercato   Milan   Lazio
Calciomercato Milan, Tare: "Keita-Biglia? I matrimoni si fanno in due"
Il dirigente della Lazio ha parlato dei due calciatori accostati ai rossoneri
Mercato   Milan   Lazio
Calciomercato Milan, missione a Roma per Biglia e Keita
Fassone e Mirabelli incontreranno i dirigenti della Lazio
Mercato   Juventus   Lazio
Calciomercato Juventus, non solo Keita: contatto per Carrasco
Piace l'attaccante dell'Atletico Madrid. Alternative: Bernardeschi, Costa, Lemar