Breaking News
© Getty Images

Classifica giocatori piu' pagati: Messi appena terzo... e c'e' Dario Conca!

In vetta si piazza stabilmente Samuel Eto'o grazie ai suoi 23,3 milioni di euro annui

CLASSIFICA GIOCATORI STIPENDI PIU PAGATI / ROMA - Il ritiro dalle scene di DavidBeckham ha tolto dalla circolazione il più grande Paperone del calcio. Lo 'Spice Boy', in attività, era arrivato a percepire qualcosa come 36 milioni di euro annui, tra stipendio e sponsor. E oggi? In vetta si colloca SamuelEto'o, con i 23,3 milioni che l'Anzhi gli versa nell'arco di dodici mesi. Argento per WayneRooney (eppure ha il mal di pancia al Manchester United...) con 17,8 milioni, mentre LeoMessi è 'solo' terzo con 16 milioni. Scorrendo la lista le più grandi sorprese sono rappresentate dal settimo posto di CristianoRonaldo (12 milioni) e dall'incredibile DarioConca. Di chi si tratta? E' un calciatore argentino, classe 1983, che ha firmato col Guangzhou Evergrande. E oggi percepisce 10,6 milioni di euro. Più di EdinsonCavani al PSG...

CLASSIFICA GIOCATORI PIU' PAGATI

1) Samuel Eto'o (Anzhi/Camerun): 23,3 milioni di euro annui.

2) Wayne Rooney (Manchester United/Inghilterra): 17,8 milioni.

3) Lionel Messi (Barcellona/Argentina): 16 milioni.

4) Fernando Torres (Chelsea/Spagna): 15,9 milioni.

5) Zlatan Ibrahimovic (PSG/Svezia): 14 milioni.

6) Radamel Falcao (Monaco/Colombia): 14 milioni.

7) Cristiano Ronaldo (Real Madrid/Portogallo): 12 milioni.

8) Sergio Aguero (Manchester City/Argentina): 11,9 milioni.

9) Yaya Touré (Manchester City/Costa d'Avorio): 11,2 milioni.

10) Dario Conca (Guangzhou Evergrande/Argentina): 10,6 milioni.

Notizie   Roma  
Roma, Spalletti: "Addio Totti? Lo gestiremo in modo naturale"
Il tecnico giallorosso sull'ultima partita del numero 10
Notizie   Inter   Lazio
Lazio-Inter, Vecchi: "Vittoria che vale tanto. Condizionati dal FPF"
Il tecnico ha parlato al termine del match dell''Olimpico'
Notizie   Inter   Lazio
Serie A, Lazio-Inter 1-3: I nerazzurri rialzano la testa
Biancocelesti rimontati dopo il gol del vantaggio firmato Keita