Breaking News
  • Ligue 1, Top e Flop della 33a giornata: super Di Maria
    © Getty Images

Ligue 1, Top e Flop della 33a giornata: super Di Maria

I migliori e i peggiori in Francia: saracinesca Costil, che disastro Sidibe

LIGUE 1 TOP E FLOP / Il Paris Saint-Germain è campione di Francia. I parigini annientano i rivali del Monaco con un sonoro 7-1 e conquistano il settimo titolo della loro storia. Sugli scudi i due argentini Lo Celso e Di Maria. La sconfitta monegasca permette a Lione ed Olympique Marsiglia di avvicinarsi al secondo posto. La squadra di Garcia supera in trasferta il Troyes per 3-2, mentre quella di Genesio vince 3-0 in casa contro l'Amiens. Nella corsa salvezza il Lilla sciupa tutto, facendosi recuperare due gol nel recupero dal Guingamp. Rinviata per maltempo Caen-Tolosa.

Ligue 1, ecco i Top e Flop della 33a giornata

I TOP:

COSTIL (Bordeaux): Risponde più che presente quando viene chiamato in causa. Salvato dalla traversa nel primo tempo, dice no al gran destro di Skhiri nella ripresa. Non può nulla proprio in occasione del gol del capitano del Montpellier, ma poi si esalta su Camara, neutralizzando il calcio di rigore.

DI MARIA (Paris Saint-Germain): Giornata super per l'argentino. La sua tecnica e la sua velocità mettono in crisi sin da subito la difesa del principato.

Il primo dei due gol realizzati è una perla di rara bellezza: un delizioso pallonetto che si insacca alle spalle di Subasic.

DEPAY (Lione): Ennesima prestazione positiva per l'olandese che tanto piace al Milan. Quando porta palla da sempre la sensazione di poter essere pericoloso. Prima offre l'assist a Mariano, poi si fa trovare presente all'appuntamento con il cross di Traore segnando il gol del 2-0.

I FLOP:

SIDIBE (Monaco): Prova disastrosa per il terzino monegasco. Non che i suoi compagni facciano meglio di lui, ma non azzecca alcuna diagonale ed è troppo disattento nel tenere la linea difensiva. La maggior parte dei gol del Psg arrivano per sue disattenzioni.

TRAORE (Troyes): Due errori grossolani che costano cari ai padroni di casa. Sul gol di Mitroglou non accorcia a sufficienza, lasciando troppo spazio al centravanti greco, in occasione invece del gol di Thauvin si fa scavalcare dal cross e permette al proprio marcatore di siglare il definitivo gol del 2-3.

THIAGO MAIA (Lilla): La poca reattività in occasione del gol di Briand costa carissimo al Lilla, che perde due punti fondamentali nella rincorsa alla salvezza. In occasione dell'angolo che porta al gol del 2-2 sale troppo lentamente dopo la respinta della difesa e tiene così in gioco tutti gli attaccanti avversari.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)