Breaking News
  • Inter, che fine ha fatto... Farinos
    © Getty Images

Inter, che fine ha fatto... Farinos

Nuovo appuntamento con la rubrica di Calciomercato.it sugli ex giocatori nerazzurri

INTER FARINOS / Torna su Calciomercato.it la rubrica 'Che fine ha fatto?', che ha come scopo quello di riportare all'attenzione dei tifosi interisti e non solo i giocatori che in passato hanno indossato la maglia nerazzurra finendo poi nel dimenticatoio. Le news Inter di oggi ci portano a parlare di Francisco Farinos.

Inter, Farinos una 'delusione' costata 36 milardi

Approda all'Inter nell'estate 2000 per circa 36 miliardi di lire. All'epoca, poco più che ventiduenne, era uno dei giovani centrocampisti più ammirati in Europa. Cresciuto nel Valencia, due anni prima si era laureato Campione d'Europa con l'under 21 della Spagna. A Milano, però, disattese completamente le attese. Nel primo anno, quello in cui i nerazzurri passarano subito da Lippi a Tardelli, disputò 33 partite per un totale di circa 2.000 minuti. Il primo gol lo realizzò al 'Bentegodi' contro il Verona.

In quello successivo, del famoso '5 maggio', ne giocò la metà (16), avvicinandosi di fatto all'addio che avvenne al termine del terzo anno che disputò per metà in prestito al Villarreal. Va ricordato un episodio curioso risalente al 2001/2002: nel ritorno dei quarti di Coppa Uefa, contro il suo ex Valencia al 'Mestalla', Farinos fu costretto a fare il portiere dopo l'espulsione di Toldo a cambi terminati. Andò bene, l'Inter conquistò la semifinale che poi perse contro il Feyenoord. Nel 2004 la società allora presieduta da Moratti lo cede al Mallorca a titolo temporaneo oneroso. Al termine della stagione dice definitivamente addio diventando a tutti gli effetti un giocatore dello stesso Mallorca, che poi lascia nel 2006 per l'Hercules, dove passerà cinque anni in compagnia degli infortuni. Nel 2011 passa al Levante prima di tornare, già nel gennaio 2013, al Villarreal con cui un anno più tardi - a 35 anni e perché tartassato da guai fisici - decide di appendere le scarpette al chiodo.

Scrivi un Commento

Invia Commento

Comments (0)