• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > Milan, come cambia il gioco con il prossimo allenatore

Milan, come cambia il gioco con il prossimo allenatore

Giampaolo, de Boer e Brocchi in lizza per la panchina rossonera


Frank de Boer ©Getty Images

22/06/2016 17:05

MILAN GIAMPAOLO DE BOER GIAMPAOLO BROCCHI GARCIA / MILANO - ​Tanti dubbi sulla panchina del Milan. In attesa della conclusione dell'affare con il gruppo cinese, i rossoneri sono fermi sul mercato. Così, anche il prossimo allenatore resta un'incognita. I nomi caldi attualmente sono Giampaolo, de Boer e Brocchi (che potrebbe quindi restare). Più defilata l'ipotesi Garcia. In base al nuovo tecnico si deciderà il prossimo mercato e il nuovo diktat tattico della formazione rossonera.

Con l'arrivo di Frank de Boer, si riaprirebbe la tradizione olandese che tanto ha fatto bene pochi decenni fa. Il tecnico ama giocare un calcio molto offensivo (in pieno stile fiammingo) e lavorare con i giovani. Il suo schema ideale è il 4-3-3. Si tratterebbe di un profilo internazionale data la sua grande esperienza ad alti livelli maturata sia da calciatore che da allenatore.

Con Marco Giampaolo in panchina, invece, si potrebbe rivedere il 4-3-1-2 tanto caro all'ex Ancelotti. Difesa alta, pressing e giropalla veloce sono tra i dettami principali del tecnico italiano. Con l'Empoli ha dimostrato di saper lavorare molto bene anche con i giovani. Nel caso del suo arrivo, non sono esclusi affari sull'asse Milano-Empoli.

La permanenza di Cristian Brocchi, permetterebbe invece di riprendere un discorso interrotto con la finale di Coppa Italia persa a maggio contro la Juve. Infine, con Rudi Garcia si avrebbe un Milan più difensivo e forse compatto in zona arretrata.

 

M.D.A.




Commenta con Facebook