• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI RUSSIA-SLOVACCHIA

PAGELLE E TABELLINO DI RUSSIA-SLOVACCHIA

Slovacchi devastanti nel primo tempo, i russi si svegliano tardi


Marek Hamsik © Getty Images
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

15/06/2016 16:55

Ecco le pagelle della partita fra Russia e Slovacchia. 

RUSSIA 

Akinfeev 5,5 - Su entrambi i gol non poteva fare moltissimo, probabilmente sul primo poteva tentare l'uscita sui piedi di Weiss, anche se va dato atto all'avversario di aver fatto un'azione strepitosa. 

Smolnikov 4,5 - Povero lui, si ritrova a dover coprire spesso le scorribande di un Weiss scatenato, che gli sfugge puntualmente e si rende pericolosissimo. Sbaglia tutto e anche qualcosa in più. 

V. Berezutski 5 - Scherzato da Weiss in occasione del gol, in difficoltà costante sia in chiusura che in marcatura. Era stato l'uomo della Provvidenza contro l'Inghilterra, oggi la sua prestazione non è all'altezza. 

Ignashevich 5 - Balla paurosamente come tutta la difesa russa, coinvolto meno dei compagni nel tracollo del primo tempo ma comunque responsabile. 

Schennikov 5,5 - Meno coinvolto nel disastro difensivo rispetto ai compagni, ma solo 

Neustadter 4,5 - Sbaglia appoggi elementari, fa arrabbiare il suo allenatore per la superficialità nell'approccio e per l'assenza totale di filtro. In balia del centrocampo slovacco per 45', poi Slutsky lo toglie dal campo quasi a staccargli la spina. Dal 1' Mamaev - Più attivo del compagno che sostituisce, anche perché la Slovacchia si occupa soprattutto di controllare il campo e mantenere il risultato. 

Golovin 4,5 - Boccheggia, va in difficoltà sia in costruzione che in chiusura. Leggerissimo anche nella chiusura su Hamsik in occasione dello 0-2. Tolto anche lui a metà partita per manifesta inferiorità. Dal 46' Glushakov 6,5 - Dà più equilibrio alla squadra, si propone in avanti e riesce anche a trovare il gol che tiene in quota la partita fino alla fine. 

Kokorin 4,5 - Era fra i più attesi alla vigilia: lo stiamo ancora aspettando. Gravità molto lontano dalla porta e non trova mai occasione per mettersi in mostra. Dal 75' Shirokov sv

Shatov 5,5 - Prova un paio di conclusioni dalla distanza che finiscono in Costa Azzurra, l'unico guizzo della gara è l'azione con cross al centro che vale il 2-1 di Glushakov. La salva così.  

Smolov 5 - Pochi guizzi anche da parte sua, si muove parecchio ma è controllato molto bene dai difensori slovacchi. 

Dzyuba 5,5 - Molto fisico, mezzi tecnici non eccellenti, fa però ottimo movimento per aprire spazi a chi arriva da dietro. Il classico attaccante di peso. 

All. Slutski 5 - Kozak lo asfalta con un 4-3-3 molto elastico che mette in crisi gli esterni e crea enormi problemi al suo centrocampo a due uomini, con pochissimo filtro di fronte ai solidissimi centrali slovacchi. Cambia molto nella ripresa, ma ormai la frittata era fatta. 

 

SLOVACCHIA

Kozacik 6 - Impegnato molto poco visto che i russi non inquadrano mai la porta, beffato sul colpo di testa di Glushakov, non semplice da prendere. 

Pekarik 6 - Presidia la fascia destra con applicazione, riesce anche a sovrapporsi a Mak in qualche occasione. Bucato sul gol che accorcia le distanze. 

Skrtel 6,5 - Si ritrova spesso in marcatura su Dzyuba, uno scontro molto fisico tra due giganti che vede spesso uscire vincitore il centrale slovacco, non a caso frai leader tecnici e carismatici della Nazionale di Kozak.  

Durica 6,5 - Anche lui molto concentrato ed efficace, salva un pallone quasi sulla linea con un intervento che vale praticamente un gol. 

Hubocan 6,5 - La Russia attacca molto sulla destra, che è ovviamente la sinistra della Slovacchia. Lì c'è lui che si piazza soprattutto a protezione della zona di competenza, più da terzino vecchio stampo che da fluidificante. Missione compiuta. 

Kucka 6,5 - Divide con Hamsik il compito di inserirsi a creare superiorità numerica in avanti ma soprattutto contribuisce a fare legna in mezzo al campo. Il Kucka bi-fase che abbiamo imparato ad apprezzare in Italia. 

Pekovsky 7 - Vertice basso di un centrocampo molto equilibrato, smista il pallone al meglio ed è anche utile a fare un grandissimo filtro davanti alla difesa. Rispetto alla gara col Galles forse è proprio lui - assente alla prima - la chiave di volta del match. 

Hamsik 7,5 - Fra i 22 è sicuramente quello che conosciamo meglio e infatti resta all'altezza della sua fama: stupenda l'apertura telescopica che manda in gol Weiss, poi decide di mettersi in proprio e trova la rete del raddoppio con un missile terra-aria che è ad oggi il gol più bello dell'intero Europeo, per distacco. Dire che è decisivo per questa squadra è semplicemente riduttivo. 

Mak 6 - Parte largo da destra ma tende spesso ad accentrarsi, un po' da seconda punta. Discreto impatto sulla gara, impensierisce spesso l'asse di centro-sinistro dei russi. Dall'80' Duris sv

Duda 6,5 - Ha un ruolo di raccordo importante fra centrocampo e attacco, si muove tantissimo e contribuisce a mettere in crisi la retroguardia avversaria. Tatticamente preziosissimo. Dal 67' Nemec 6 - Entra in una fase di gestione e tiene botta, niente di trascendentale da segnalare né nel bene né nel male. 

Weiss 7 - Occupa una posizione variabile in mezzo al campo: da centrale tende ad allargarsi, quando parte da sinistra tende a stringere. Da uno di questi tagli fulminei nasce il vantaggio slovacco: brucia terzino e centrale russo, li salta secchi e chiude alle spalle di Akinfeev. Azione fantastica per un'altra nostra vecchia conoscenza. Dal 72' Svento sv

All. Kozak 7 - La sua Slovacchia prende subito il controllo del match e lo tiene per larghissimi tratti, fino al finale con brivido dopo il gol di Glushakov che restituisce coraggio ai russi. Ma nel complesso è una gara dominata e vinta con merito, anche oltre il risultato che alla fine dei conti è di misura. Secondo tempo di contenimento, probabilmente anche per troppa prudenza vista l'importanza della posta in palio. 

 

TABELLINO

RUSSIA-SLOVACCHIA 1-2

Russia (4-2-3-1): Akinfeev; Smolnikov, Ignashevich, V. Berezutski, Schennikov; Neustadter (1' st Glushakov), Golovin (1' st Mamaev); Kokorin (30' st Shirokov), Shatov, Smolov; Dzyuba. A disp.: Lodygin, Guilherme, Shishkin, A. Berezutski, Yusupov, Ivanov, Samedov, Torbinski, Kombarov. All.: Slutski

Slovacchia (4-3-3): Kozacik; Pekarik, Skrtel, Durica, Hubocan; Kucka, Pecovsky, Hamsik; Mak (35' st Duris), Duda (22' st Nemec), Weiss (27' st Svento). A disp.: Mucha, Novota, Gyomber, Skriniar, Hrosovsky, Salata, Gregus, Stoch, Sestak. All.: Kozak

Arbitro: Skomina (Slovacchia)
Marcatori: 32' Weiss (S), 45' Hamsik (S), 35' st Glushakov (R)
Ammoniti: Durica (S)
Espulsi: -




Commenta con Facebook