• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Evra sicuro: "Vinceremo di nuovo. Monaco? Niente pensioni di lusso"

Juventus, Evra sicuro: "Vinceremo di nuovo. Monaco? Niente pensioni di lusso"

Il terzino bianconero fiducioso per la squadra ma pretende pazienza. Con la Francia punta l'Europeo


Patrice Evra ©Getty Images
Jonathan Terreni

13/10/2015 11:00

JUVENTUS EVRA FIDUCIA FUTURO FRANCIA / TORINO - Patrice Evra è ormai diventato uno dei pilastri dello spogliatoio della Juventus ma questo si sapeva visto che arrivava dal Manchester United nel calciomercato e nel pieno della sua maturità. Per questo il terzino francese è sicuro che i successi torneranno di nuovo per i bianconeri e anche in Nazionale: "Abbiamo cambiato tanto in estate perdendo gente di personalità come Pirlo, Tevez e Vidal - dice alla radio francese 'Rmc' -. Sono arrivati giocatori giovani e di grade qualità ma hanno bisogno di tempo per inserirsi visto che molti di loro non avevano mai giocato in una grande club. Sono sicuro che ci serva un po' di pazienza ma torneremo a vincere e a giocare come sappiamo. Sono qui a Torino per una scelta professionale, amo le sfide e non mi vedo certo di ritorno a Monaco per una pensione di lusso a fine carriera. Nel futuro però mai dire mai e un ritorno in Ligue 1 chissà. L'addio a Manchester United? Magari a fine carriera potrò parlare più apertamente. Sono venuto via per ragioni familiari e non mi pento della scelta fatta".

Non solo news Juventus. Stesso discorso che per Evra vale anche in ottica Nazionale francese. Lui non è più un giovanotto ma la voglia è sempre quella di un ventenne agli esordi: "Non lascerò le briciole a nessuno e fino a che avrò le giuste motivazioni darò sempre il massimo. Lotterò come sempre per il mio posto e se qualcuno sarà più bravo di me giocherà. Cercherò di mettere i giovani a proprio agio perché l'obiettivo comune è vincere visto che giochiamo in casa l'Europeo. Pogba per me è come un fratello, ho molto rispetto per la sua famiglia ma in generale mi trovo bene con tutti i colleghi".




Commenta con Facebook