• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Fiorentina-Milan, Mihajlovic: "Non firmo per il terzo posto. Abbiamo il dovere di vincere"

Fiorentina-Milan, Mihajlovic: "Non firmo per il terzo posto. Abbiamo il dovere di vincere"

Il tecnico rossonero ha parlato alla vigilia dell'esordio in campionato


Sinisa Mihajlovic © Getty Images
Andrea Della Sala (Twitter: @dellas8427)

22/08/2015 14:00

FIORENTINA MILAN CONFERENZA STAMPA MIHAJLOVIC / MILANO - Giornata di importante vigilia in casa Milan: domani sera al 'Franchi' la squadra rossonera esordirà in campionato contro la Fiorentina. Dopo l'esordio vincente contro il Perugia in Coppa italia, le news Milan chiamano i rossoneri al debutto anche in Serie A. Queste le parole del tecnico Sinisa Mihajlovic:  "Avremo di fronte subito un avversario forte, meglio così. Ho grande rispetto per la Fiorentina, ma dobbiamo cercare di battere tutti gli avversari, una per volta. Sono stato un anno e mezzo alla Fiorentina e ringrazierò sempre la famiglia Della Valle, ma noi andremo là per cercare di vincere, senza alcun desiderio di rivincita". L'ex allenatore della Sampdoria ha parlato anche di quelli che sono gli obiettivi della sua squadra: "Non voglio vincere. Ci sono squadre che hanno il desiderio di vincere e squadre che ne hanno il dovere, noi facciamo parte del secondo gruppo. Dobbiamo arrivare nei primi tre posti, vogliamo fare un grande campionato anche se la altre squadre si sono rinforzate. Non firmerei per il terzo posto, c'è ancora tutta la stagione da giocare. Non ho mai detto che non guardo allo spettacolo, ma penso solo ai risultati. Nella storia del Milan i risultati sono sempre arrivati attraverso il gioco, ma non arrivano se una squadra non è aggressiva, oraganizzata e soprattutto se non sa quello che fa".

Mihajlovic è contento di come i giocatori si stiano allenando e dell'impegno che vede in campo, la squadra è pronta e può far bene: "Siamo sulla buona strada, arriveranno anche i momenti difficili. Noi dovremo uscire sempre a testa alta dal campo. I ragazzi stanno assimilando la mentalità offensiva, ho grande fiducia in vista di domani. Se avremo la giusta mentalità e metteremo in campo ciò che sappiamo fare, abbiamo buone possibilità di vincere. Formazione? Potrebbe essere simile a quella scesa in campo col Perugia. Le scelte per chi scende in campo le faccio guardando ciò che mi danno i ragazzi in allenamento. Gioca chi mi dà più garanzie e chi dimostra di essere più in forma. Dopo la partita vedremo se ho fatto le scelte giuste. Nessuno si deve sentire un titolare inamovibile". Sul suo adattamento alla nuova società: "Ho lo stesso carattere di sempre, come allenatore ovviamente sono cambiato rispetto a 4 anni fa. Io cerco sempre di essere diretto, se voglio lealtà e rispetto dai miei giocatori, devo anche dare loro queste cose. Dirò sempre la verità e quello che penso ai giocatori". 

Infine, Mihajlovic si è soffermato anche sul calciomercato: " Vedremo cosa succede, la società sa dove intervenire se ce ne fosse bisogno. Ibrahimovic? Non parlo dei giocatori che non alleno. Sorprese? Ely e Calabria, ma anche perché li conoscevo meno degli altri. Credo che Bacca e Luiz Adriano siano due giocatori forti, poi siamo a noi a dover essere bravi per cercare di metterli in condizione di fare gol. Abbiamo uno degli attacchi migliori di Serie A". 

 




Commenta con Facebook